domenica 3 febbraio 2013

Uscite della settimana: dal 28/01 al 1/02



29 gennaio
-"La prima profezia. Gregor. Vol. 1" di Suzanne Collins (ed. Mondadori, 17.00€): Gregor, undici anni, occhi e capelli castani, è un normale ragazzino come tanti, all'inseguimento della pestifera sorellina Boots, finita per puro caso nel Mondo di Sotto. È un mondo incredibilmente abitato da esseri umani dalla pelle bianchissima e dagli occhi viola, che si sono anticamente rifugiati sottoterra per sfuggire a una persecuzione, e lì hanno creato un mondo parallelo, dove si vola in sella a pipistrelli giganti e si convive con scarafaggi e ratti bianchi... E giunto laggiù, Gregor scopre che anche suo padre, scomparso qualche tempo prima, è disperso proprio nel Mondo di Sotto. Si impegnerà a cercarlo, dopo essersi messo a capo di una spedizione improvvisata, formata dai più improbabili personaggi, con un'impresa che sembra realizzare le misteriose parole di un'antica profezia...

-"La freccia verde" di Gianfranco Manfredi (ed. Mondadori, 18.00€): È il 1588. Il giovane barone Edwin Barley, ambizioso e abile con la lingua e con la spada, ritorna a casa dopo aver combattuto contro l'invincibile Armada spagnola. Al suo fianco l'inseparabile Silenzio, guerriero invincibile, gigantesco e muto. Ma ad attenderli non trovano la pace promessa. Il padre di Edward è stato soggiogato dal fascino della perfida Grace Flowers, crudele e avida, sospettata di praticare arti magiche e proibite. Aiutata da un manipolo di sgherri ha costretto tutti i contadini a venderle i loro terreni. Chi ha rifiutato, come il padre adottivo di Silenzio, è stato barbaramente ucciso. Silenzio e Edwin si vendicano trucidando gli assassini, ma devono fuggire dall'ira di Grace. Silenzio li guida nel luogo da cui proviene, la regione del Peak, a Sion, una comunità di uomini e donne che vivono liberi, in un piccolo villaggio nella foresta, lontani dal giogo della legge e dall'ingiustizia sociale. Lì Edwin farà conoscenza del saggio Monk, guida della comunità, e si innamorerà di Bidu, splendida e indomita amazzone. Ma le perfide macchinazioni della tirannica Grace arriveranno fino al Peak.

-"Dormivo con i guanti di pelle" di Cobianchi Daniele (ed. Mondadori, 11.00€): William Orsini suona il piano. Sta per pubblicare un disco. Ma la sua vita cambia drammaticamente, e si ritrova a dover indossare dei guanti di pelle. Sì, proprio dei guanti di pelle nera, come quelli di uno scassinatore.
Ogni istante, giorno e notte, estate e inverno.
Si guarda le mani, le ruota, ma non può fare nulla, se non rassegnarsi a quel destino. I guanti diventano la barriera che lo separa dal mondo, dalla sua normalità, e la sua vita si fa sempre meno palpabile. Ciò che ha inseguito da sempre, ora è ciò da cui deve scappare.
Se stesso contro se stesso, mentre il mondo lo sfiora appena e rimane immobile. William Orsini è in stallo, ma cerca di ripartire. Sceglie un lavoro creativo così da sembrare un eccentrico. Si veste con abiti larghi e scarpe col velcro, fingendo di seguire strane mode americane. E ama senza mai darsi fino in fondo, come un vecchio e vizioso playboy. Naike, giornalista di una rivista di musica rock, prova a farlo rialzare, ma le ferite del suo passato, in questo sforzo immenso, riaffiorano acute come non mai, ed entrambi scivolano sempre più nei propri buchi neri.

-"Una calda estate in Texas" di Lisa Kleypas (ed. Mondadori, 10.50€): Nonostante l'infanzia passata in una famiglia difficile, Ella Varner è riuscita a crearsi una vita serena, accanto all'affettuoso Dane e con un lavoro che ama: tiene una seguitissima rubrica di consigli su un giornale. Quando qualcuno ha un problema, scrive a Ella, e lei ha sicuramente una risposta. Ma quando è Ella ad avere un problema? Per esempio, quando la disastrata sorella Tara spunta fuori dal nulla per affidarle Luke, il figlioletto appena nato, e poi scompare? Con il suo spirito pratico, Ella si presenta da colui che tutti indicano come il padre di Luke, il miliardario Jack Travis. Un playboy impenitente, un uomo che guida sempre troppo veloce, vive troppo pericolosamente, e ama troppe donne. L'incontro tra i due sarà a dir poco esplosivo...

-"Come acqua di limone" di Sánchez Mamen (ed. Mondadori, 10.00€): Acapulco, 1951. È una calda sera di settembre quando la misteriosa e affascinante Greta sbarca da una nave proveniente dall'Europa portando con sé solo una valigia piena di denaro e una pistola, dopo essere fuggita dal suo paese d'origine, l'Austria. Nessuno sa chi sia e cosa sia venuta a fare in Messico, ma subito viene notata da un uomo elegantissimo che si offre di ospitarla nella propria splendida villa. Thomas Bouvier, questo il suo nome, è folgorato da tanta bellezza, e dopo un corteggiamento da favola Greta acconsente a sposarlo: lei ha poco più di vent'anni, lui quasi ottanta. Ma la gioia del matrimonio appena celebrato è funestata dalla morte improvvisa di Thomas tra le braccia della giovane moglie, che si ritrova completamente sola in un posto sconosciuto, con un immenso patrimonio e un figlio in arrivo. New York, 2002. Sono passati cinquant'anni, e Greta Bouvier, enigmatica e chiacchierata gran dama del jet set internazionale, decide di concedere le sue attesissime memorie a Gabriel Hinestrosa, illustre intellettuale spagnolo. L'uomo, inspiegabilmente, preferisce affidare il compito di intervistarla alla giovane giornalista Clara Cobián, sua ex allieva e amante. Clara ha così l'occasione di realizzare il suo sogno professionale, anche se per farlo è costretta a riprendere i contatti con Gabriel, che lasciandola l'aveva ferita profondamente. Ma la storia di Greta Bouvier è troppo avvincente per non essere scritta...

-"La donna che mi insegnò il respiro" di Akhtar Ayad (ed. economica Mondadori, 10.00€): Hayat Shah è un ragazzino musulmano nato e cresciuto nella provincia americana. La sua vita procede spedita tra la scuola, il baseball e le corse in bicicletta. Delle origini pakistane resta solo qualche debole traccia nei battibecchi tra i genitori. Finché un giorno arriva Mina, un'amica della madre venuta a vivere negli Stati Uniti dopo un doloroso divorzio nel suo paese, e da quel momento tutto cambia. Dolce e bellissima, Mina porta con sé un fascino discreto e magnetico che in poco tempo conquista tutti, perfino lo scettico padre di Hayat. La sua religiosità profonda e non fanatica fa entrare discretamente la fede musulmana nella vita familiare e colpisce l'animo adolescente di Hayat, che viene attratto dalla spiritualità della preghiera e, senza averne immediata coscienza, dalla sensualità della donna. I guai iniziano quando Mina si innamora di un ebreo, Nathan, e quando questi per amore si converte all'Islam. Non sarà tanto la dura reazione della comunità musulmana a impedire il loro matrimonio, quanto il segreto intervento di Hayat, che trova nel fondamentalismo religioso uno sfogo alle sue tormentate pulsioni adolescenziali. Le conseguenze del suo comportamento gli si sveleranno molti anni dopo, incontrando casualmente Nathan e venendo a conoscenza del tragico destino di Mina. Solo in quell'istante, nel semplice atto di scusarsi per il male compiuto, Hayat diventerà finalmente adulto.

-"Incanto" di Pietro Grossi (ed. economica Mondadori, 10.00€): Un borgo tra i colli toscani, un'estate di sole e frinire di cicale, tre ragazzi diversissimi ma legati dall'amicizia tacita e rovente di chi vuole crescere in fretta: Greg, solitario erede della famiglia più ricca del circondario; Jacopo, genitori borghesi ai limiti della noia; e Biagio, povero, libero e strambo come Huckleberry Finn. Nel volgere di quell'estate, una vecchia motocicletta rimessa a nuovo e una pista d'asfalto comparsa magicamente nella campagna, nera e lucida come un serpente indiano, segneranno l'inizio di un'avventura destinata a portarli lontano. Pochi mesi dopo, Biagio azzarda un'eccentrica carriera di campione internazionale delle due ruote. È Jacopo, compilando una cartolina trovata in un libro di scuola, vince una borsa di studio che lo condurrà a misurarsi con i misteri e le sfide della fisica in una delle più prestigiose università britanniche. Le tracce di Greg, invece, paiono perdersi nelle ragnatele luminose dell'alta finanza mondiale. Eppure, proprio nel momento in cui sono più lontani, a chissà quante migliaia di chilometri l'uno dall'altro, i tre amici sembrano non essere mai stati più vicini, uniti come sono - per chissà quale destino o invisibile forza cosmica - dalla quasi simultanea scoperta del sesso e dell'amore, il magnete più potente e il mistero più insondabile ed esaltante, qualcosa che "ha a che fare più con l'universo che con il mondo".

-"Di fama e di sventura" di Manzon Federica (ed. economica Mondadori, 11.00€): Tommaso nasce nell'ora più calda del giorno più caldo dell'estate più calda. "È nato sotto una cattiva stella", dicono le comari. Ma quel bambino ha qualcosa di speciale. Sarà in grado di capire l'animo degli uomini con uno sguardo, di leggere il futuro, ma su di sé attirerà tanto il successo quanto la sventura. A un'esistenza segnata dall'abbandono e dall'ingiustizia Tommaso opporrà una voglia di rivalsa che lo porterà a lasciare la sua città di mare e di confine, di matti e sognatori, per il mondo oscuro e spietato dell'alta finanza americana, trasformandosi da piccolo indiano dal cuore buono in cowboy dall'anima di pietra. La sua storia sarà attraversata da personaggi indimenticabili. La nonna Vittoria, che cammina alzando la gonna sopra il ginocchio e incanta gli uomini. Ariel Fiore, il giovane amico campione di nuoto, sempre buono, sempre bello, facile da amare e da tradire. Mila, la figlia del grande assicuratore, dagli occhi gialli come il miele e velenosi come il serpente.

-"Afterlife" di Claudia Gray (ed. economica Mondadori, 10.00€): Bianca e Lucas hanno superato qualsiasi ostacolo per difendere il loro amore, anche la morte. Non solo la morte. Bianca è diventata uno spettro e Lucas è stato trasformato in ciò che ha combattuto per tutta la vita: un vampiro. Ma sono ancora insieme. Mentre aspetta che Lucas riapra gli occhi per la prima volta da non-morto, Bianca pensa che nulla potrà ormai separarli, ma sa già che al risveglio dovranno fare i conti con la sua feroce sete di sangue. Non rimane che rifugiarsi a Evernight, la prestigiosa accademia dove i vampiri imparano a confondersi tra gli umani e dove è nato il loro amore. Ma, ancora una volta, tra i corridoi di Evernight niente è come semhra, e la spietata rivalità tra spettri e vampiri minaccia di esplodere. C'è di nuovo una posta in gioco, forse più alta di prima: qualcosa per cui combattere, qualcosa che vale più della vita.

-"Winter" di Asia Greenhorn (ed. economica Mondadori, 10.00€): Winter si è appena trasferita da Londra a Cae Mefus, una piccola cittadina nel nord del Galles, in seguito al misterioso incidente che ha costretto sua nonna in ospedale. Una nuova casa la accoglie. E una nuova famiglia, quella dei Ghiplin, il cui figlio maggiore, Gareth, non le toglie gli occhi di dosso, per ragioni che la ragazza può solo in parte intuire. Nella nuova scuola Winter incontra Rhys, un ragazzo dalla bellezza misteriosa, dal quale Gareth cerca di metterla in guardia. Ha gli occhi brillanti. Lo sguardo profondo nasconde un passato lontano. L'attrazione li travolge come un'onda, è un'energia inspiegabile e pericolosa. Mentre strane aggressioni si verificano nella contea, Winter stessa è assalita nel bosco. La verità comincia a venire a galla. Winter deve scoprire un nuovo mondo, dove antiche tradizioni si tramandano di generazione in generazione, dove un patto segreto protegge l'esistenza di milioni di persone. Deve scoprire la verità sulla morte dei suoi genitori, e sulla loro unica eredità: un ciondolo di cristallo che la protegge. Ora è costretta a scegliere. Tra Rhys, il ragazzo che ama, e la sua stessa vita, come l'ha sempre conosciuta.

-"Shadowhunters. Le origini. Il principe" di Cassandra Clare (ed. economica Mondadori, 10.50€): In una Londra vittoriana fosca e inquietante, e nel suo magico mondo nascosto, Tessa Gray crede di avere finalmente trovato tranquillità e sicurezza con gli Shadowhunters, i cacciatori di demoni, che proteggono lei e il suo terribile potere dalle mire del perfido Mortmain. Ma con lui e il suo esercito di automi ancora in azione, il Consiglio vuole spodestare Charlotte Fairchild, per affidare il comando a Benedict Lightwood, uomo senza scrupoli e affamato di potere. Nella speranza di salvare Charlotte, Will, Jem e Tessa decidono di svelare i segreti del passato di Mortmain e scoprono sconvolgenti legami fra gli Shadowhunters e la chiave del mistero dell'identità di Tessa. La ragazza, intrappolata nei sentimenti che prova per Will e Jem, si trova a dover compiere una scelta cruciale quando scopre in che modo gli Shadowhunters abbiano contribuito a fare di lei "un mostro". Sconvolta, Tessa è tentata di schierarsi con il fratello Nate dalla parte di Mortmain. Ma a chi è davvero fedele? E chi ama, nel profondo del suo cuore? Soltanto lei può scegliere se salvare gli Shadowhunters di Londra oppure distruggerli per sempre.

-"Il ragazzo dei mondi infiniti" di Neil Gaiman e Michael Reaves (ed. economica Mondadori, 9.50€): Alcuni pensano che Joey sia strano. Altri che viva in un mondo parallelo. E non hanno torto. Un giorno infatti Joey finisce in una realtà in cui uomini che fanno surf su dischi volanti lo inseguono, e un misterioso eroe lo salva conducendolo in un'altra dimensione. Sarà luì a rivelargli questa nuova, invisibile verità: ogni volta che si profila un bivio, l'universo si scinde in una serie infinita di mondi possibili, che solo i Camminatori come Joey possono attraversare. Mondi in cui si possono avere le ali, la pelliccia di un lupo, lamine metalliche al posto della pelle o semplicemente essere la propria versione maschile o femminile. Ma agli estremi opposti di questo insieme di mondi imperano due universi in guerra tra loro: Esa, pervaso di magia, e il mondo binario, governato dalla tecnologia. Riuscirà l'InterMondo, l'esercito creato dai Camminatori, a proteggere l'equilibrio dei mondi sopravvivendo alle feroci creature che ne sorvegliano i confini?

-"Tredici" di Asher Jay (ed. economica Mondadori, 9.50€): Clay torna da scuola e fuori dalla porta trova ad aspettarlo una pessima sorpresa: sette audiocassette numerate con dello smalto blu. Ascoltandole, scopre che a registrarle è stata Hannah, la ragazza per cui si è preso una cotta. La stessa ragazza che si è suicidata due settimane prima. Quelle cassette sono il suo modo per avere l'ultima parola sulle vicende che, secondo lei, l'hanno portata alla morte: facendole scorrere, Clay scopre che il destinatario del pacchetto deve ascoltarle e poi passarle al successivo di una lista. Nelle cassette, 13 storie: ognuna legata a una persona che ha dato ad Hannah una ragione per togliersi la vita. Seppur sconvolto, non può resistere alla tentazione di esplorare a fondo la storia che lo riguarda e, guidato dalla voce di lei, visiterà i luoghi che lei vuole mostrargli, finché non gli rimarrà altro da ascoltare...

-"La trappola del tempo. Artemis Fowl" di Eoin Colfer (ed. economica Mondadori, 10.00€): II giovane genio non è allergico ai guai. Tutt'altro: li attira come mosche al miele. Troll mangiauomini, armati e pericolosi, demoni odia-umani, goblin sputafuoco... ne ha visti di tutti i colori. E dopo l'ultima, terribile avventura ha deciso di rinunciare alle attività criminali del tipo più magico per dedicarsi all'addestramento dei suoi fratelli. Ma ora sua madre è gravemente malata e Artemis Fowl si trova costretto a tornare indietro nel tempo per sottrarre l'unica cura possibile dalle grinfie del peggior genio criminale mai esistito: Artemis Fowl. Appunto. Con Spinella Tappo al suo fianco, Artemis deve viaggiare nel tempo per combattere contro se stesso.

-"Il fattore Scarpetta" di Patricia Cornwell (ed. economica Mondadori, 10.50€): È la settimana prima di Natale e Kay Scarpetta sta prestando servizio volontario presso l'Istituto di medicina legale di New York, dove le viene chiesto di esaminare il cadavere di una ventiseienne, Toni Darien, ritrovato poco prima dell'alba a Central Park. La causa del decesso sembra banale ma, quando si tratta di stabilire l'ora precisa della morte, l'ipotesi di Kay pare incompatibile con gli elementi emersi dalle indagini. Inevitabilmente l'omicidio viene messo in relazione con la recente sparizione di Hannah Starr, bellissima multimilionaria svanita nel nulla. Tutto ciò rischia di innescare una psicosi collettiva, amplificata dall'apparizione di Kay Scarpetta a una trasmissione di attualità della CNN, durante la quale riceve un'inquietante telefonata da un ex paziente del marito. La CNN, tra l'altro, le propone di condurre una trasmissione, Il fattore Scarpetta, ma Kay teme di diventare lo stereotipo di se stessa. Quella sera stessa, tornata a casa, riceve un pacco sospetto, forse una bomba. Una minaccia che ha origine nel suo passato e in quello delle due persone che le sono più vicine: il marito e la nipote Lucy. Il fattore Scarpetta riunisce tutti i personaggi più amati da Patricia Cornwell in una New York imbiancata dalla neve, ancora pesantemente segnata dalla tragedia dell'11 settembre e scossa sia dalla crisi economica sia dalle pesanti speculazioni finanziarie.

-"Un regalo per miss Grey" di Kristan Higgins (ed. Harlquin Mondadori, 9.90€): Calile Grey nel giorno del suo trentesimo compleanno si ritrova a partecipare a una festa organizzata dalla Pompe Funebri di famiglia, a fare i conti con una proposta di matrimonio che non arriva e a ricevere come regalo la notizia che il suo capo, con cui ha condiviso le cinque settimane più belle della sua vita, si è fidanzato con "Miss Perfettina". L'unica soluzione è giocare la carta della gelosia. Ecco il candidato perfetto: Ian McFarland, il veterinario del paese. È burbero e scontroso, si trova a suo agio con gli animali, ma non ama gli esseri umani. Sarà per questo che è così adorabile?

-"Le brave ragazze non lo fanno" di Victoria Dahl (ed. Harlquin Mondadori, 9.90€): Le brave ragazze sanno come comportarsi. Non fanno certe cose. Ma c'è sempre una prima volta. Tessa Donovan assomiglia più alla ragazza della porta accanto che a una spietata rubacuori. Ma chi vuole avvicinarsi a lei deve fare i conti con i suoi fratelli; infatti non appena si accorgono che la loro "sorellina" risveglia l'attenzione di qualche uomo iniziano a diventare sospettosi e ad alzare il muro intorno. Dovere di ogni bravo fratello è difendere l'onore della sorella! Così quando Luke Asher, attraente detective dalla fama non troppo buona conosce la dolce Tessa, per i fratelli Donovan scatta l'allarme. Luke però non è come crede la gente... lo giura lui, ne è sicura Tessa: devono esserne convinti anche i fratelli Donovan. E allora l'amore trionferà.

-"Fondente come il cioccolato" di Megan Hart (ed. Harlequin Mondadori, 9.90€): L'ho incontrato in un negozio di dolciumi e lui ha fatto una battuta sul mio sacchetto di praline al cioccolato. Da allora non faccio altro che pensare a lui, sta diventando un'ossessione. Mi è capitato un sacco di volte di lasciarmi sedurre da uomini il cui unico pensiero era quello di fare sesso. Mi è capitato di andare a casa con loro, a volte, solo perché è piacevole desiderare ed essere desiderata, nonostante fossi consapevole che era tutta una finzione e che alla fine sarei stata delusa.
Io non mi scuso per chi sono o per cosa ho fatto a letto o fuori dal letto. Ho il mio lavoro, la mia casa e la mia vita, e per molto tempo non ho desiderato altro. Fino a Dan. Fino a ora.

-"Sette anni senza di te" di Guillaume Musso (ed. Sperling e Kupfer, 19.90€): Artista esuberante e focosa, la bella Nikki piomba come un fulmine a ciel sereno nella vita del ricco e posato Sebastian. Da quel momento è accaduto tutto: un grande amore esclusivo, il matrimonio, la nascita di due gemelli, Camille e Jeremy. Ma poi è arrivata anche la fine: l'odio, le liti, un amarissimo divorzio, e i gemelli divisi tra i genitori. Oggi sono passati molti anni. Nikki e Sebastian si sono rifatti una vita, lontani l'una dall'altro. Finché un giorno il figlio, ormai diciassettenne, sparisce misteriosamente. Fuga? Rapimento? Per scoprirlo Nikki non ha altra scelta che rivolgersi all'ex marito, per lanciarsi, di nuovo insieme, in una indiavolata e pericolosa corsa contro il tempo... E forse, anche dentro il proprio cuore.

-"La collezionista di cose perdute" di Smith Alexis (ed. Frassinelli, 18.50€): Isabel ha vent'anni e una passione tutta sua: collezionare cose che altri hanno lasciato indietro. Così, sogna la vita delle persone che le hanno possedute, l'amore di chi ha spedito la più tenera delle cartoline, la gioia di coloro che hanno conosciuto il mondo. E sogna timidamente di conquistare il cuore del ragazzo, bello e taciturno, che lavora con lei in biblioteca, dove Isabel restaura libri antichi. Finché un giorno, forse grazie all'abito vintage al quale non ha saputo resistere, vince ogni riservatezza e lo invita a una festa. Sarà una giornata memorabile, di preparativi e attese, scoperte e attimi di pura magia, rivelazioni e sorprese. Sarà il giorno del loro primo bacio.

-"Il demone bianco" di Minier Bernard (ed. Piemme, 19.50€): In una valle isolata dei Pirenei, bloccata tra i ghiacci dell'inverno, avvengono strani delitti: un cavallo decapitato è ritrovato appeso ai piloni di una cabinovia, due uomini vengono torturati e impiccati. La presenza di un istituto psichiatrico di massima sicurezza nella zona e il fatto che sulla scena del crimine sia sempre rinvenuto il dna di un criminale là rinchiuso mettono in allarme la polizia. Indagano il commissario Servaz, da Tolosa, ipocondriaco e chiaramente a disagio in quell'habitat ostile, e una giovane psichiatra da poco assunta all'istituto. Entrambi faccia a faccia con il caso più difficile della loro carriera.

-"Wok" di Francesco Carofiglio (ed. Piemme, 10.00€): Dopo la morte della madre Alice, Wok, 15 anni, inizia un lungo, struggente e imprevedibile funerale "on the road" lungo le strade delle antiche terre indiane. Le ceneri di Alice in un termos nel cruscotto e l'America davanti. Wok vuole andare a ritrovare suo nonno, un vecchio indiano chiuso da dieci, anni, muto, in una casa di riposo, e portarlo via con sé. Doveva essere un viaggio per prepararsi al futuro. Si rivelerà invece un cammino alla scoperta del passato.

-"I giorni del miele e dello zenzero" di Ciezadlo Annia (ed. economica Piemme, 11.50€): Negli anni di vagabondaggio da un capo all'altro dell'America, che fossero sul divano di un'amica o in qualche monolocale malridotto, sua madre faceva sempre in modo che ci si ritrovasse a tavola per cena. Quello è il segreto che Annia ha imparato fin da ragazzina: casa non è dove stai, sono le cose che fai. E una pentola sul fuoco e un aroma di prezzemolo, menta e spezie che si diffonde nell'aria è una di quelle. L'amore per i profumi e i sapori, quelli più comuni e quelli più insoliti, accompagna la vita di Annia fin dall'infanzia nella grande casa dei nonni di origine greca, dove le foglie di vite ripiene sono un piatto immancabile. Saranno quelle stesse foglie di vite a far scattare la scintilla tra lei e un ragazzo libanese, il giorno del loro primo appuntamento. E quando Annia diventa giornalista come suo marito e si trasferisce con lui in Medio Oriente negli anni caldi che seguono l'11 settembre, è la cucina che la protegge dalla nostalgia, dal senso di non appartenenza, che costruisce per lei un nuovo rifugio. Ovunque ci sia un conflitto ce n'è un altro che si svolge nell'ombra, e che non si vede in Tv. Per cui la vita diventa un'infinita sequenza di cose che non si possono più fare.

-"L'amore tra le righe" di Verge Higgins Lisa (ed. economica Piemme, 10.00€): Che cosa fa di una moglie un'amante indimenticabile? Per Kate, fare l'amore con suo marito non è che un lontano ricordo, anche se lui pare non essersi accorto della differenza. Il ruolo di genitori sembra assorbire ogni energia, ma forse c'è un modo per riaccendere la passione che un tempo infiammava le loro notti. Che cosa fa di un uomo l'amore della tua vita? Per Sarah, l'unico modo per sentirsi a casa è quello di attraversare la giungla africana, tra un fiume da guadare e una vita da salvare, mentre l'uomo dei suoi sogni è a migliaia di chilometri da lei. Non lo vede da anni, ma non fa che pensare a lui. Forse, però, c'è un modo per poterlo riconquistare. Che cosa fa di una donna una buona madre? Per Jo, da sempre devota solo a se stessa e al lavoro, "maternità" è una parola dal significato oscuro, inafferrabile. Ma quando una bambina, rimasta improvvisamente orfana, entra per caso nella sua vita, Jo è costretta a confrontarsi con le sue paure e con le barricate che ha innalzato intorno al suo cuore impedendo a chiunque di avvicinarsi. Kate, Jo e Sarah non potrebbero essere più diverse, ma in comune hanno Rachel, un'amica davvero speciale, che le conosce nel profondo e che trasformerà le loro vite per sempre.

-"Gli anagrammi di Varsavia" di Zimler Richard (ed. economica Piemme, 11.00€): Varsavia, 1940. Adam aveva nove anni ed era alto un metro e ventisei; misurare la sua altezza era uno dei passatempi con cui lui e lo zio ingannavano la monotonia della vita nel ghetto. È nel filo spinato che separa quell'isola dimenticata nel cuore della città dal mondo esterno che, all'alba di un gelido mattino d'inverno, viene ritrovato il suo corpo senza vita: nudo, la gamba destra amputata sotto il ginocchio. Poi è la volta di Anna, quindici anni: anche lei è stata gettata nel filo spinato, ma a mancarle è la mano destra. In entrambi i casi, nelle parti mutilate la pelle presentava macchie o strane anomalie. La lotta quotidiana per la sopravvivenza non dà il tempo di soffermarsi sulle analogie che legano i due delitti: quando l'orrore è all'ordine del giorno, analizzarne i dettagli è una pratica che può condurre alla follia. Eppure, proprio nei particolari si scorge la strada verso la verità, e solo la ricerca della verità può in qualche modo placare il dolore e il senso di colpa di Erik Cohen, zio di Adam nonché psichiatra nella precedente vita da uomo libero. Quando Adam è scomparso, era lui a doverlo tenere d'occhio; è stato lui, dietro tanta insistenza da parte del bambino, che si annoiava in casa, a dargli il permesso di uscire a giocare, facendogli promettere di non allontanarsi dalla strada, neanche se i marziani fossero atterrati sulla sinagoga e avessero chiesto a lui in persona di negoziare un trattato di pace. L'uomo inizia un'indagine personale.

-"Un peccatore innocente" di Laura Mancinelli (ed. Einaudi, 12.00€): Certe scelte possono macchiare il destino di innocenti. E quello che accade ai figli del re di Aquitania: dopo la morte dei genitori, fratello e sorella crescono in un'ambigua simbiosi che, con la pubertà, si trasforma in incesto. Quando la principessa si scopre incinta, il tutore dei ragazzi decide di separare i due giovani, nascondere la gravidanza e affidare il neonato al fiume, come Mosè. Gregorio (questo è il nome del bambino) cresce ignaro di tutto con la famiglia del pescatore che lo ha salvato, fino a quando scopre la verità e decide di partire in cerca della madre. Ma dato che la sua vita è segnata dal peccato, lo aspetterà un altro errore tragico, un nuovo incesto, e una nuova penitenza (diciassette anni tra i boschi, cibandosi solo di bacche e rugiada) che porterà la sua leggenda fino alla Chiesa di Roma.

-"In questa luce" di Daniele Del Giudice (ed. Einaudi, 18.50€): Si raccoglie qui tutto ciò che per Del Giudice fa mania. Mania è non soltanto il demone che sconvolge la mente, ma anche una particolare forma di pensare e vivere. E mania la mezzanotte, ventiquattresima ora del giorno, istante ultimo e anche primo; è mania il proprio lavoro, scrivere e narrare, in cui secondo Del Giudice sarebbe meglio possedere un doppio passo, essere ambidestri, con una mano tracciare delle mappe, costruire progetti e con l'altra operare perché questi progetti vengano invalidati dalla narrazione, perché ciò che vale nel racconto è proprio tutto quanto eccede e vanifica il progetto. Sono mania la luce, le città, lo spazio, le fortezze reali e quelle immaginarie, le carte geografiche, il cinema e la fotografia. I protagonisti dei suoi libri più famosi. Si ritrovano in queste pagine le riflessioni sul tempo e quelle sul volo - "come quando l'aereo si stacca da terra, una sospensione nebulosa e via, la scrittura spinge su, dentro i carrelli". Si parla degli autori e dei libri più amati, del tradurre, dei personaggi, del trovarsi davanti al foglio bianco e del "levare ad ogni frase la terra sotto ai piedi".

-"Sono contrario alle emozioni" di Diego De Silva (ed. economica Einaudi, 11.00€): Cosa accade quando Vincenzo Malinconico, re dei rimuginatori, si perde definitivamente nel rimuginio? Se sei uno che prende sul serio i pensieri, che fa continuamente bilanci su quello che fa, anche mentre lo fa, ti basta un niente per lanciarti nelle domande più peregrine, quali: le emozioni che proviamo nell'ascoltare le canzoni che amiamo sono vere? Proviamo davvero quello che sentiamo? Cos'è quel piccolo freddo che ci assale dopo aver visto un film che ci ha commosso il cuore e il cervello? E da dove nasce il desiderio improvviso di prendersi un cane? E perché davanti a una notizia di malasanità ci monta dentro un'indignazione democratica, anche se l'ultima volta che siamo scesi in piazza è stato per aggiungere un grattino alla macchina? Nei tentativi di analisi amorose fai-da-te per ricomporre il senso di una storia finita, nelle recensioni estemporanee di brani, eventi, persone, nella ricerca vaga di un centro di gravita - anche se non è permanente va bene lo stesso -, le riflessioni prendono corpo in un libro agile dove la scrittura si palesa al lettore in una delle sue versioni più artigianali ed efficaci: quella di strumento per capire come la pensiamo sulle cose.

-"Allegro occidentale" di Francesco Piccolo (ed. economica Einaudi, 12.00€): Mister Piccolo è uno scrittore al quale viene fatta una proposta: vedere il mondo (o quanto meno una buona parte) insieme ad altri otto colleghi. E così per lui comincia un lungo viaggio alla scoperta della diversità: quella di popolazioni lontane ­ più lontane dal canone di "civiltà" che ha in mente qualunque occidentale ­ ma soprattutto della sua. Perché appena Mister Piccolo mette piede nella business class dell'aereo, circondato da hostess e tartine, capisce che il vero diverso è lui, segnato dal marchio del privilegio che azzera le distanze geografiche e amplifica le differenze sociali. Mister Piccolo, allora, dalla sua fortezza di lusso, non può che limitarsi a guardare, osservare e ascoltare, perché sente forte la sensazione di non essersi mai allontanato da casa, di aver portato con sé l'occidente e di vedere quei luoghi esotici con uno sguardo artefatto, da cartolina. Eppure, poco a poco, si lascia permeare dall'imprevedibilità del viaggio e si perde nella mesta allegria di sapersi altro da ciò che è, scoprendo che per i giapponesi non si è nessuno se non si possiede un biglietto da visita, che i cinesi vedono gli occidentali tutti allo stesso modo (tanto che lui viene scambiato per Nicolas Cage), che l'avventura più pericolosa l'ha vissuta a Roma, una notte che non aveva soldi per un taxi ed è stato costretto ad attraversare la città a piedi.

-"Dal metallo e dalla carne" di Giuseppe Patroni Griffi (ed. Dalai, 14.50€): Volpe è un uomo di quasi trent’anni, un intellettuale sgangherato senza la possibilità di fare della cultura un appiglio per la propria vita. È lui a dipanare il filo di una storia violenta, dura, e al tempo stesso commovente fino alle lacrime, ambientata in un mondo affollato di anime che vivono nel chiasso le proprie solitudini, di animali pronti a soddisfare chiunque, di giovani storditi dal rumore che si incontrano e non comunicano, alimentando una massa indistinta formata da desideri repressi e velleità irraggiungibili che inevitabilmente sfociano in atti sbagliati. È nel disordine delle sue notti in discoteca che Volpe incontra Strada, un poliziotto unto e pagato segretamente dal proprietario del locale, di volta in volta usato come palo o come oggetto di piacere. Le vite di questi due personaggi, che non possiedono altro se non la propria ombra, corrono e si intrecciano in un mondo più grande di loro, irradiate da una luce sporca. E si degradano inconsapevolmente fino alla tragedia.

30 gennaio
-"Il viaggio della regina" di Noel Coward (ed. Elliot, 17.50€): Nella stupenda isola di Samolo, governatorato inglese, la vita dell’alta società procede annoiata tra cocktail party e bagni di sole in terrazza fino al giorno in cui trapela la notizia “top secret” dell’arrivo della regina Elisabetta e del principe consorte Filippo. Parte così una spirale di spasmodica attesa e faraonici progetti di accoglienza con i quali finalmente gli aristocratici “emigrati” possono dar sfogo alla loro grottesca fame di mondanità, senza farsi mancare piccanti avventure e amori segreti. L’autore scelse come io narrante la voce di una donna inglese, madre di tre figli, che assiste con intelligenza, humour e una buona dose di cinismo alla follia che man mano stravolge la vita intorno a lei. Pubblicato nel 1960 e accolto con grande clamore, questo romanzo scanzonato e irriverente lancia i suoi strali contro i residui dell’età vittoriana e contro il puritanesimo di cui era ancora intrisa la società inglese, colpendo anche l’universale e contemporanea mitomania del nostro tempo.

-"Il re deve morire" di Renault Mary (ed. Castelvecchi, 19.50€): Romanzo storico e di formazione, Il Re deve morire racconta gli anni di gioventù e le avventure di Teseo, l’eroe della mitologia greca che uccise il Minotauro, che si svincola qui dal carattere di mito per diventare il protagonista di una storia ambientata tra Atene, Troia e Corinto. Oliver Prescott, il critico del «New York Times» definì questo libro «il più bel romanzo storico dei nostri tempi». La ricostruzione della vita e dei rapporti tra i miti – Persefone, Minosse, Medea e altri – ha incantato la critica per la capacità di riproporre in maniera decontestualizzata eppure fedele le qualità strettamente umane dei personaggi e di restaurare i significati archetipici della mitologia greca.

31 gennaio
-"Il tempo della guerra" di Andrzej Sapkowski (ed. Nord, 18.00€): La guerra è sempre piu vicina. Il sovrano di Nilfgaard, lo spietato conquistatore del Nord, ha schierato un possente esercito, pronto a marciare sul regno di Redania, già indebolito dalle scorribande degli elfi ribelli che combattono per l'indipendenza del Piccolo Popolo. Per contrastare la forza dirompente di Nilfgaard, sono stati chiamati a raccolta tutti i maghi del regno, tra cui Yennefer e la giovane principessa Ciri, l'unica che, secondo la profezia, potra riportare la pace tra i popoli della Terra. Ma, proprio mentre stanno per raggiungere la capitale, le due maghe vengono fatte prigioniere da Rience, il sicario che ha già cercato due volte di ucciderle. Per loro, non rimane che un'unica speranza: usare i poteri di cui dispongono per chiedere aiuto a Geralt di Rivia. Purtroppo né Yennefer né Ciri posso immaginare che il loro rapimento e una trappola abilmente architettata proprio per catturare lo strigo...

-"Vendetta di sangue" di Wilbur Smith (ed. Longanesi, 19.90€): Hector Cross non è un eroe: è soltanto un uomo. Ma quando un uomo come Hector Cross perde tutto quello che ha, il suo dolore e la sua furia possono essere devastanti. Una mano assassina ha spezzato la vita di Hazel Bannock, la donna che amava e che stava per dargli una figlia. La neonata è sopravvissuta e ora Hector è solo, con una bambina da crescere, e un'indomabile sete di vendetta e di giustizia. È il momento di riunire la squadra di un tempo, i membri della Cross Bow Security. È il momento di tornare nella terra del nemico, che sia il deserto dell'Africa nordorientale o la City di Londra. È il momento di combattere la Bestia, il gruppo di terroristi che Hector credeva di aver sconfitto e che, invece, pare aver rialzato la coda velenosa come uno scorpione. Ma bastano pochi passi nella follia e nella violenza perché Cross capisca che il nemico ha molte facce. Volti nascosti in torbidi segreti di famiglia, che Hazel non ha mai avuto il coraggio di confessargli. Volti che adesso tornano dal passato per colpire, affamati di potere e di denaro, ebbri di violenza e di perversioni, assetati di sangue.

-"Così giovane e già così moderato" di Lucarella Roberto e Ludovico Rossi (ed.Garzanti, 14.90€): Andrea ci crede. Crede nell'amore. Crede nell'amicizia. Crede negli ideali e nei valori. Crede nella politica, perché vuole migliorare la città in cui vive, la società in cui cresceranno i suoi figli. O almeno ci prova. Perché, come spiega, "nel partito la cosa più importante è l'appartenenza". Ma Andrea decide di accettare le regole del gioco: se la sua corrente s'ingrossa, se il partito diventa più potente, le riforme in cui crede avranno maggiori probabilità di successo. Allora va bene tutto. Gli happy hour per il tesseramento e i voltagabbana, le campagne elettorali e le riunioni segrete negli alberghi, gli scambi di favori e i compromessi sugli ideali. Tutto per la verità, il bene, la giustizia... o per il potere? "Così giovane e già così moderato" smaschera con ironia e leggerezza le meschinerie e i loschi traffici che si annidano nelle burocrazie dei partiti politici italiani fin nei livelli più periferici. E ci racconta come la buona volontà, la generosità e la freschezza di un ragazzo si confronta con i meccanismi reali della lotta politica. Riuscirà Andrea, il protagonista, a fare carriera? Riuscirà a mantenere la sua innocenza?

-"Amnesia" di Grangé Jean-Christophe (ed. economica Garzanti, 12.90€): Il dottor Mathias Freire non è un uomo privo di ricordi. Al contrario, ne è ossessionato. Perché i suoi ricordi sono troppi e diversi. E sembrano appartenere ad altre persone. Tanto che, sempre più spesso, Mathias perde ogni sicurezza, perfino su quale sia il suo vero nome. Oggi, a Bordeaux, Mathias è uno psichiatra. È alle prese con un caso difficile, deve ipnotizzare un uomo in stato confusionale, unico testimone di un brutale assassinio alla stazione. L'ipnosi e un alibi di ferro confermano l'estraneità dell'uomo al delitto. Mathias deve indagare ancora. Ma prima di poterlo fare, scampa per un soffio a un tentativo di omicidio. Fuggito su un treno per Marsiglia, ben presto scopre di essere ricercato dalla polizia. Qualcuno ha riconosciuto in lui un clochard, non lo psichiatra che crede di essere. E lo accusa del delitto alla stazione. D'un tratto Mathias non ricorda più nulla e non sa più chi è. Ha perso la memoria. È successo un'altra volta: sa che quando la ritroverà, sarà un altro. Un barbone a Marsiglia, un pittore folle a Nizza, un falsario a Parigi. Mathias deve fuggire e allo stesso tempo scoprire chi è veramente. Lui è l'ombra in agguato e allo stesso tempo la preda. Ma potrebbe anche essere l'assassino... Sulla strada della verità non ha alternative se non fidarsi di un ricordo, di una sensazione, di un momento, di un incontro. E trovare il coraggio di affrontare il pericolo più grande: se stesso.

-"Le sorelle dell'oceano" di Lucy Clarke (ed. Neri Pozza, 17.00€): Katie stava sognando il mare, le sue acque scure e inquiete, le sue correnti sinuose, la notte in cui viene destata dallo squillo del telefono. Un suono inquietante nel silenzio della tenebra, un suono che annuncia l'incubo in cui, in pochi attimi, precipita la sua esistenza. Giusto il tempo di scostare le coperte, scivolare fuori dal letto, raggiungere il telefono e accorgersi che invece suonano al citofono, aprire la porta di casa e, al cospetto di due poliziotti con gli occhi puntati a terra, ascoltare le parole che non avrebbe mai voluto sentire: «Lei è la sorella di Mia Greene? Ci dispiace molto doverla informare che la polizia di Bali ci ha comunicato che Mia Greene è stata trovata morta. L'hanno rinvenuta ai piedi di una scogliera». Suicidio, secondo la polizia, che a conforto della sua tesi esibisce le affermazioni dei testimoni - una coppia sui trent'anni in viaggio di nozze ha visto Mia, sola, vicinissima al bordo della scogliera - e il referto dell'autopsia, che indica come la ragazza si sia lanciata con la faccia in avanti. Quel che resta di Mia è soltanto il suo diario: una giovane vita ridotta a poche pagine scritte e a molte rimaste bianche per sempre. Katie sa, tuttavia, che le cose non possono essere andate in questo modo. Mia non si sarebbe mai tolta la vita. Due sorelle, un diario misterioso e un viaggio nel profondo del cuore umano.

-"Bugie bianche" di Gillies Andrea (ed. Neri Pozza, 16.00€): La famiglia Salter vive da generazioni nella propria antica residenza nobiliare, una grande e maestosa tenuta incastonata nelle Highlands che si estende per ettari, prepotente e altezzosa, sino alle rive del Loch Peattie, un lago che gode di fama sinistra esigendo ogni tre o quattro anni la vita di un canoista, un pescatore, un bagnante. Tra le rispettabili famiglie delle Highlands, i Salter hanno contribuito a tale fama con una porzione di sciagure e morti premature superiore alla media, tanto che in paese si sussurra che una strega, una donna «dalla pelle scura», li abbia maledetti sin dal lontano 1852, accusandoli di essere così malvagi da essere meritevoli di morire nell'acqua ed essere accolti dal demonio nell'aldilà. Non vi fu, dunque, abitante della contrada che si stupì quando, un giorno dal quale sono trascorsi tredici lunghi anni, Ursula Salter si allontanò di corsa dalle acque minacciose del Loch Peattie e, scossa dai singhiozzi, irruppe nel soggiorno della casa avita, urlando: «Michael! L'ho ammazzato. L'ho ammazzato». Il corpo di Michael, un ragazzo di soli diciannove anni, non fu mai trovato e per molto tempo nessuno riuscì a scoprire che cosa fosse successo quel giorno: se Ursula avesse davvero ucciso il nipote, lasciandolo annegare, o se Michael si fosse suicidato o, in realtà, non fosse affatto morto, ma semplicemente scappato come aveva già minacciato di fare. Ursula aveva allora ventinove anni, un corpo sinuoso da donna, ma una mente rimasta bambina e, per questo, incapace di distinguere con chiarezza la realtà dall'invenzione. Le contraddizioni della sua agghiacciante testimonianza, e il fatto che la tragedia fosse subito annoverata come l'ennesimo capitolo della «maledizione dei Salter», permisero agli illustri abitanti di Peattie House di difendere il nome della famiglia da possibili scandali. Ma può una bugia, anche se detta a fin di bene, essere, come si usa dire, bianca?

-"Vorrei che finalmente succedesse qualcosa di bello" di Trixi von Bulow (ed. Corbaccio, 14.90€): Fritzzi Berger è una donna che è diventata forte per necessità, anzi, per legittima difesa; da 365 giorni è senza un marito e con almeno altrettanti dubbi su se stessa, e ha una bambina che di notte emigra nel letto della mamma con il suo coniglietto di peluche. Lavora, pagata male, presso una casa editrice, e ha quindici anni di matrimonio alle spalle e il quarantesimo compleanno alle porte, quando si lascia convincere da un'amica ad andare un paio di giorni al mare. E fra quotidiane delusioni, la sensazione costante che tutto stia andando a rotoli, equivoci talora tristi e talora spassosi, Fritzzi continua tenacemente a sperare di tornare a essere nuovamente felice, finché qualcosa accade per davvero...

-"Il colore del latte" di Nell Leyshon (ed. Corbaccio, 14.90€): È la primavera del 1831 quando Mary incomincia a scrivere la sua storia. Scrive lentamente, ci vorranno quattro stagioni perché racconti tutto. Ma non importa: scrivere è diventato un bisogno primario per lei, come mangiare e dormire. Viene da una famiglia di contadini, ha quindici anni, una gamba più corta dell'altra e i capelli chiari come il latte. Conosce solo la fatica del lavoro nei campi, proprio come sua madre, suo padre e le sue sorelle. Conosce solo il linguaggio della violenza, che il padre le infligge se non lavora abbastanza. Ma ha un cervello lucido e una lingua tagliente. Un giorno il padre la allontana di casa perché il vicario vuole una ragazza che accudisca la moglie malata. Mary non vuole abbandonare l'unica vita che conosce, ma non ha scelta. E nella nuova casa imparerà a scrivere, e scrivere rende liberi anche se la libertà ha un prezzo.

-"Verso dove si va per questa strada" di Stefano Bortolussi (ed. Fanucci, 13.00€): Due bambine scappano dall'auto della madre e iniziano a correre nel bosco. Da cosa fuggono? Dove pensano di andare? Cosa cercano? A guidare l'avventura è la sorella maggiore. Da tempo progetta di andare lontano. Ma non può prevedere cosa le aspetti lungo il cammino. Tutto è insolito, surreale ma vivo, come in un sogno lucido. A poco a poco la realtà si mescola alla fantasia, creando un mondo ricco di suggestive e felici soluzioni narrative: un luogo di avventura e mistero, sospeso tra inquietudine e meraviglia.

-"Gioco mortale guerra assoluta" di Neal Stephenson (ed. Fanucci, 17.50€): Dopo l'attentato di Xiamen e la morte di Peter, Zula è ostaggio di un gruppo di terroristi afghani che fanno capo ad Abdallah Jones e, giunti in Canada, vogliono superare il confine per entrare negli Stati Uniti. Per attuare i loro piani hanno bisogno dell'aiuto dello zio della ragazza, il magnate Richard Forthrast, l'inventore di T'Rain, un videogame che permette di trasferire nel mondo reale i soldi vinti nel mondo virtuale. In passato, Richard, che contrabbandava marijuana, attraversava spesso il confine in un punto così impervio da rendere impossibile l'intervento di polizia e forze speciali. I jihadisti rapiscono Richard e lo costringono a scortarli con la minaccia di uccidere la nipote. Intanto si mettono sulle tracce di Zula anche le persone che si trovavano a Xiamen durante l'esplosione: Yuxia, Marlon, Csongor, Sokolov e Olivia. Quest'ultima, un'agente federale, coinvolge nelle ricerche un veterano dell'esercito relegato a svolgere il lavoro sporco nelle Filippine. Seguendo piste e indizi differenti, i protagonisti si ritroveranno tutti nel tratto di montagne in cui il fratello di Richard, Jake, vive isolato con la propria famiglia, all'interno di una comunità chiusa e armata fino ai denti che rifiuta la civiltà del mondo moderno. Il risultato è una guerra di logoramento dagli esiti sorprendenti dove tutti possono diventare un bersaglio.

-"Mistborn. L'ultimo impero" di Brandon Sanderson (ed. economica Fanucci, 16.90€): In una piantagione fuori dalla capitale Luthadel, gli schiavi skaa sono oppressi come in ogni parte dell'Impero. Uno strano schiavo giunto da poco, con delle cicatrici sulle braccia, una notte uccide da solo il signorotto locale e le sue guardie, liberando poi i suoi compagni. Si tratta di Kelsier, un Mistborn, un uomo dagli straordinari poteri magici. A capo dei più potenti allomanti, dotati di abilità simili alle sue, Kelsier insegue il sogno di porre fine al dominio del despota divino; ma nonostante le capacità dei suoi compagni, il suo scopo sembra irraggiungibile, finché un giorno- non incontra Vin, una giovane ladruncola skaa specializzata in truffe a danno dei nobili e dei burocrati dell'Impero. La ragazza è stata provata dalla vita al punto che ha giurato a sé stessa che non si fiderà mai più di nessuno. Ma dovrà imparare a credere in Kelsier, se vorrà trovare il modo di dominare i poteri che possiede, e che vanno ben oltre la sua immaginazione...

-"Mistborn. Il pozzo dell'ascensione" di Brandon Sanderson (ed. economica Fanucci, 16.90€): Il capo della grande rivolta è morto, la sua apprendista Vin è sopraffatta dall'eredità che gli ha lasciato, e il nuovo lord Reggente, il saggio Elend Venture, è assillato dai nobili che pretendono di vedersi assegnato più potere e dalle lamentele dei mercanti, mentre alle porte della città premono i due eserciti nemici, uno dei quali è guidato dal padre di Elend stesso, lord Straff. Per fortuna, Elend può contare sull'aiuto della sua amante, l'assassina di corte e allomante Vin, anche se la sua abilità magica nell'uso dei metalli la espone alle critiche di molti. Per la ragazza, infatti, orfana dai natali assai umili, è molto difficile adattarsi alla sua posizione di consorte del reggente, soprattutto da quando i reietti skaa, da poco liberati da Elend, la guardano come loro protettrice. Nel frattempo, l'antico male noto come il Baratro sta risorgendo, e una notte, mentre è di guardia, Vin scorge una figura che sembra fatta di nebbia...

-"Mistborn. Il campione delle ere" di Brandon Sanderson (ed. economica Fanucci, 16.90€): L'Ultimo Impero del lord Reggente è finalmente crollato, e dai suoi resti è nato il Nuovo Impero di Elend Venture... ma sotto i peggiori auspici. La terra è scossa da terremoti sempre più frequenti, la cenere cade incessante dal cielo e le nebbie oscurano l'orizzonte anche durante il giorno, decimando raccolti e persone. Il mondo sembra essere condannato e la responsabilità maggiore ricade sulle spalle di Vin: la giovane Mistbom, ingannata dall'essere imprigionato nel Pozzo dell'Ascensione, ha compiuto la mossa azzardata di liberarlo, e ora Rovina imperversa nel mondo, deciso a distruggerlo con i suoi Inquisitori e i suoi eserciti di koloss. L'unico modo per arrestare la catastrofe sembra celarsi nei messaggi lasciati dal lord Reggente in alcuni depositi segreti sparsi per l'Impero. È una corsa contro il tempo: Vin e i suoi amici riusciranno a mettere insieme i peni di un enigma millenario e a sventare così la fine del mondo ormai imminente? In questo episodio conclusivo della trilogia dei Mistbom la Natura dimostra tutta la sua potenza e la volontà di rivalsa sugli uomini: Elend Venture e Vin devono affrontare la lotta decisiva per salvare sé stessi e il mondo in cui vivono.

-"Mistborn. La legge delle lande" di Brandon Sanderson (ed. Fanucci, 14.90€): Su Scadrial sono passati trecento anni dall'Origine, quando il Mondo di Cenere è tornato a essere un luogo prospero e fertile. I protagonisti della lotta contro il lord Reggente sono diventati personaggi mitici, come il Sopravvissuto e la Guerriera Ascesa; nuove religioni sono nate e ne sono riemerse di antiche. Non esiste più nessun Mistborn, ma i poteri feruchemici, un tempo appannaggio dei soli Terrisiani, si sono diffusi fra l'intera popolazione pur diluendosi: esistono quindi individui chiamati duomanti che dispongono di un solo potere feruchemico e un solo potere allomantico. Alla morte dello zio, Waxillium si trova a dover tornare nella città di Elendel, culla della civiltà e del progresso, per assumere la gestione dell'importante casata Ladrian. Fino ad allora, Wax aveva vissuto nelle Lande come giustiziere, dando la caccia a banditi e criminali. La vita nell'alta società, però, gli impone di accasarsi con una donna di buona famiglia e lasciare da parte le pistole e le acrobazie che i suoi poteri di duomante gli consentono. Saranno i guai a cercare lui, quando una banda di rapinatori che si fa chiamare gli Evanescenti minaccerà Elendel stessa, e Waxillium, assieme al suo fidato Wayne, dovrà imbracciare di nuovo le armi per fronteggiare i banditi e il loro misterioso capo.

-"Roma 42 d.C. Cuore nemico" di Vieri Castellano Adele (ed. Leggereditore, 10.00€): Il legato Marco Quinto Rufo, uomo di estrema forza e coraggio, è di stanza a Mogontiacum, ultimo avamposto dell'Impero Romano in terra germanica; a lui il compito di asservire la tribù dei chatti. Dopo una drammatica battaglia, il suo amico e compagno fraterno, Quinto Decio Aquilato, riesce a fare prigionieri i due principi, Ishold e suo fratello Raganhar. Ora che i nemici sembrano essere domati, un pericolo ancora più insidioso incombe su Aquilato, qualcosa che lui non avrebbe mai pensato di affrontare... Inizia così un amore impossibile tra un guerriero valoroso e una donna forte e caparbia divisi dai confini degli uomini ma non da quelli del cuore.

-"Dark demon" di Kresley Cole (ed. Leggereditore, 12.00€): Un demone pericoloso a cui lei non può resistere. Una strega crudele che lo fa impazzire. Malkom sta per perdere il controllo... a causa di quegli occhi verdi che deve proteggere. Malkom Slaine è tormentato da un passato sordido e doloroso e dalla fame: la sua esistenza non è stata che un lungo incubo. Lei si chiama Carrow Graie e sa nascondere bene la sua natura di strega, almeno finché non incontra un guerriero che ha bisogno di essere salvato e non si ritrova intrappolata con lui in una prigione. Per proteggere la vita di Carrow, Malkom dovrà fare i conti con il proprio essere a metà tra demone e vampiro. Anche se il prezzo da pagare potrebbe risultare molto alto: perdere la donna di cui desidera ardentemente il corpo e l’anima, l’unica che gli abbia mai toccato il cuore.

-"Nessun indizio" di Grossman Paul (ed. Time Crime, 16.90€): Berlino, 1929. All'alba del nuovo decennio degli anni Trenta, a pochi anni dall'ascesa al potere di Adolf Hitler, la capitale della Germania attraversa un periodo di inattesa prosperità e rinascita culturale. L'ispettore Willi Kraus della Kriminal Polizei di Berlino, un ebreo tedesco eroe della Prima guerra mondiale, si trova alle prese con un mistero che rischia di gettare nel terrore l'intera città. Un sacco di tela, pieno di ossa bianche e perfettamente pulite, viene ritrovato casualmente all'interno di un cantiere, sbucato da una fognatura ostruita. Tutte le ossa appartengono a bambini, solo maschi. Nessun indizio sembra far luce sull'autore di un crimine così efferato, o sulle sue motivazioni, tranne una vecchia Bibbia, trovata nel sacco, nella quale è cerchiato un passo: Figli dell'ira. Mentre cominciano a manifestarsi i prodromi del più sanguinoso genocidio che la storia ricordi, per tentare di risalire al colpevole e arrestarne la furia omicida che arriva a minacciare la sua stessa famiglia, Willi Kraus si troverà a dover affrontare qualcosa di terribile, sondando i recessi più oscuri dell'animo umano.

-"Venti corpi nella neve" di Pasini Giuliano (ed. Time Crime, 12.00€): Case Rosse, minuscolo borgo nell’Appennino tosco-emiliano, ha un primato: è la sede del commissariato più piccolo d’Italia, diretto da Roberto Serra – che viene da Roma ed è considerato uno ed fòra. Non succede mai nulla. Ma la notte del Capodanno del 1995 una telefonata sveglia l’agente Manzini in piena notte. Ci sono tre cadaveri al Prà grand: un uomo, una donna e una bambina sono stati colpiti a morte da distanza ravvicinata con un fucile. Per il commissario comincerà un’indagine che lo porterà a rivivere il passato…

-"Un'estate di perdizione" di Stephanie Ash (ed. Tre60, 9.90€): Per Anna, la proposta è irrinunciabile: trascorrere due mesi a Creta per partecipare a un importante scavo archeologico. Potrebbe essere la svolta della sua carriera e l'occasione giusta per mettere alla prova il rapporto col suo fidanzato storico, Justin, che invece dovrà rimanere a Londra a lavorare per tutta l'estate. Così, senza pensarci due volte, Anna accetta l'incarico, compra il biglietto aereo e, sul volo, conosce Miranda, la ragazza con cui condividerà quella fantastica esperienza, ma che, in realtà, non sembra particolarmente interessata all'archeologia. Miranda infatti le confida di avere chiuso una relazione con un uomo sposato e mette subito in chiaro le sue intenzioni: divertirsi il più possibile! Non appena giunge a Creta, Anna rimane affascinata dall'intenso profumo della calda brezza che soffia sull'isola, dal colore ipnotico del mare e... dagli uomini che incontra. Prima Vangelis, il giovane studioso che ospita nella sua villa i componenti del team di ricerca, un ragazzo dal sorriso irresistibile e dai modi audaci e disinibiti; e poi il direttore degli scavi, William Sillery, un professore anticonformista eppure maniaco del controllo, che dietro lo sguardo magnetico nasconde un bagliore perverso... Con la complicità di Miranda, in quella torrida estate greca, Anna si lascerà coinvolgere in uno stuzzicante gioco di seduzione e ogni sua fantasia - anche la più inconfessabile - verrà soddisfatta. A Londra, però, c'è qualcuno che l'aspetta...

-"Divergent" di Veronica Roth (ed. economica De Agostini, 9.90€): Dopo la firma della Grande Pace, Chicago è suddivisa in cinque fazioni consacrate ognuna a un valore: la sapienza per gli Eruditi, il coraggio per gli Intrepidi, l'amicizia per i Pacifici, l'altruismo per gli Abneganti e l'onestà per i Candidi. Beatrice deve scegliere a quale unirsi, con il rischio di rinunciare alla propria famiglia. Prendere una decisione non è facile e il test che dovrebbe indirizzarla verso l'unica strada a lei adatta, escludendo tutte le altre, si rivela inconcludente: in lei non c'è un solo tratto dominante ma addirittura tre! Beatrice è una Divergente, e il suo segreto - se reso pubblico - le costerebbe la vita. Non sopportando più le rigide regole degli Abneganti, la ragazza sceglie gli Intrepidi: l'addestramento però si rivela duro e violento, e i posti disponibili per entrare davvero a far parte della nuova fazione bastano solo per la metà dei candidati. Come se non bastasse, Quattro, il suo tenebroso e protettivo istruttore, inizia ad avere dei sospetti sulla sua Divergenza...CONSIGLIATO

-"Cosa indossare al primo appuntamento" di Trisha Ashley (ed. Newton Compton, 9.90€): Nello sperduto paesino di Sticklepond è nato un negozio che è il sogno di tutte le donne: La scarpetta di Cenerentola. Qui, la giovane e intraprendente Tansy Poole offre alle novelle spose un'ampia scelta tra sandali, stivaletti, décolleté, ma anche deliziose scarpe di cioccolato! Tansy è orgogliosa del successo della nuova attività. Se solo la sua vita privata fosse altrettanto felice! E invece deve vedersela con un fidanzato che la vuole magra e perfetta, per non parlare delle ultime deprimenti rivelazioni in famiglia. Ma c'è una persona che sta per rompere la monotonia delle sue giornate: lo schivo e riservato attore Ivo Hawksley, che abita in un cottage accanto alla Scarpetta di Cenerentola e detesta Tansy, il suo negozio e le donne che ogni giorno disturbano la sua quiete. Ma Ivo ha un segreto. Un segreto che presto lo avvicinerà a Tansy molto più di quanto entrambi avrebbero mai immaginato.

-"L'undicesimo comandamento" di Mark T. Sullivan (ed. Newton Compton, 14.90€): Fino a diciotto mesi fa Robin Monarch era un agente segreto della CIA. Forse il migliore. Ma un giorno, durante una missione, Monarch abbandona tutto e cambia vita, senza dare spiegazioni. Ex militare, ex agente segreto, orfano dall'oscuro passato, diventa il ladro più temuto del mondo. La sua nuova attività procede fino a quando, durante un colpo per rubare il diamante più prezioso della Terra, qualcosa va storto e finisce in trappola. Chi ha ordito il piano per incastrarlo? Che cosa vogliono da lui? Monarch sarà costretto a fare appello a tutta la sua astuzia e ai trucchi del suo vecchio mestiere per capire chi si nasconde dietro la potente società segreta che sembra intenzionata ad assumere il controllo di una tecnologia estremamente pericolosa...

-"Squadra anticamorra" di Jacobsen Steffen (ed. Newton Compton, 14.90€): Porto di Napoli. Nel cuore della notte, un container in partenza per Taipei cade da una gru. Dozzine di cadaveri avvolti in sacchi di plastica si riversano sull'asfalto. Tra questi ci sono i corpi senza vita di trenta lavoratori cinesi, vittime dell'industria della contraffazione della moda gestita dalla camorra. Nel container si trovano anche i resti di una giovane donna e di un ragazzo. Si tratta della moglie e del figlio di Giulio Forlani, anch'egli ucciso dalla camorra, perché aveva osato mettersi contro la redditizia industria del falso. Alla giovane Sabrina D'Avalos, neo pubblico ministero napoletano, viene affidato il difficile incarico di scoprire cosa ci sia dietro agli omicidi. Brillante investigatore, Sabrina è una donna solitaria con un passato turbolento: sono passati ormai tre anni da quando il padre, generale dei carabinieri e capo del GIS (Gruppo di intervento speciale), è stato assassinato. Potrebbe esserci qualche collegamento tra l'omicidio dei Forlani e quello del generale D'Avalos? Per la camorra Sabrina diventerà presto un personaggio scomodo, da eliminare. Ma il suo capo ha un programma ben preciso: intende usarla come esca per catturare il pericoloso assassino assoldato dalla camorra...

-"Il bosco della morte" di Staun Susanne (ed. economica Newton Compton, 6.90€): Quale segreto nasconde la dottoressa Maria Krause? È un medico legale di Copenhagen, brava e stimata nell'ambiente in cui lavora, ma è una donna molto sola, schiva e scontrosa, con un marito assente e un passato oscuro. La sua unica amica è Nkem, chimico forense della scientifica, che da sempre la aiuta nelle indagini. Soltanto lei è a conoscenza di una verità inconfessabile che riguarda Maria: vent'anni prima è stata violentata, è rimasta incinta e ha abortito, ma la sua mente, stravolta dal trauma, si è inventata una figlia immaginaria. Nkem non può fare molto per l'amica, se non convincerla a trasferirsi con lei a Odense, una cittadina di provincia dove ha sede un istituto di medicina legale. E il suo sostegno si rivelerà indispensabile, soprattutto quando la Krause si troverà alle prese con l'omicidio di una diciannovenne che è stata strangolata e presenta strane macchie rosse sul collo. Quella ragazza le ricorda inspiegabilmente il frutto della violenza subita...

-"La cripta" di Tom Harper (ed. economica Newton Compton, 6.90€): Nel cuore di Londra, la Monsalvat Bank è una banca piccola, riservata e incredibilmente ricca. Ellie Stanton, una ragazza appena laureata e molto povera, viene inaspettatamente assunta, e il mondo pieno di privilegi che le si spalanca davanti è troppo bello per poter essere rifiutato. Ma la banca è molto di più di quello che sembra. Elli si rende conto presto che la sua vita è ormai nelle mani dei suoi datori di lavoro, che controllano ogni suo movimento. Sepolto nella cripta medievale sopra cui sorge la banca, è infatti conservato e sorvegliato un tesoro dal valore inestimabile. Ed Ellie scoprirà che la sua storia è in qualche strano modo collegata a quel tesoro. Nel momento in cui ne viene a conoscenza, inizia per lei una corsa contro il tempo, inseguita dalla banca e perseguitata dal proprio passato. L'unica via di scampo è riuscire a svelare il segreto che si nasconde nella cripta. Ma entrare lì dentro sarà solo l'inizio di tutto.

-"Balla, sogna, ama" di Flack Sophie (ed. economica Newton Compton, 6.90€): Sul palco la sua vita è un sogno. Dietro le quinte, un incubo. Hannah Ward ha solo diciannove anni ed è già una delle ballerine più talentuose del Manhattan Ballet. È perfetta, la sua tecnica è impeccabile e quando danza sembra che con il corpo dipinga l'aria. Ha dedicato la sua esistenza al ballo, e non se ne è mai pentita perché il suo più grande sogno è diventare prima ballerina. Per realizzarlo ha sacrificato tutto: famiglia, amici, tempo libero. Ma quando incontra Jacob, un musicista affascinante e sicuro di sé, tutto il suo mondo crolla. Vuole davvero sfidare le altre ballerine della compagnia per guadagnarsi le luci della ribalta? O forse è arrivato il momento di uscire fuori e scoprire cosa si nasconde oltre l'elegante sipario rosso? Hannah non sa se sarà capace di rompere la sua gabbia dorata e conquistare la libertà di una vita normale. Perché per riuscirci deve lasciarsi andare, aprire il suo cuore e riscoprire quella parte di sé che aveva dimenticato durante la sua ostinata ricerca della perfezione. A costo di perdere tutto.

-"Perché ci siamo lasciati" di Daniel Handler (ed. Salani, 16.80€): Una storia d'amore che finisce. Due persone che si lasciano. Min e Ed hanno 16 anni e stanno insieme. Min ha la passione del cinema e vorrebbe diventare regista, Ed è il capitano della squadra di basket. Parlano due lingue diverse, sono l'una l'antitesi dell'altro. All'inizio la sfida è entusiasmante, ma presto si rivela per quello che si sapeva già fin dall'inizio: impossibile. Min lascia Ed, e per spiegargli il perché gli scrive una lettera destinata ad accompagnare una scatola contenente tutti gli oggetti che hanno segnato la loro breve, intensa storia d'amore.

-"La principessa di latta" di Philip Pullman (ed. economica Salani, 9.90€): Nella Londra vittoriana, l'amico e compagno di avventure di Sally Lockhart Jim Taylor ha trovato finalmente Adelaide, la ragazzina che la tremenda Miss Holland trattava come sua schiava nel "Rubino di fumo". Ora sta per diventare la principessa di un Paese lontano, la Razkavia. Una principessa in pericolo, scopre Jim: il futuro marito di Adelaide lo sa e vuole proteggerla, e assume Jim come guardia del corpo. Pullman ha scritto al tempo stesso un romanzo per ragazzi, un romanzo femminile, un mystery, un romanzo storico.

-"Peter Nimble e i suoi fantastici occhi" di Auxier Jonathan (ed. Salani, 15.00€): Una volta, di bambini ciechi ce n'erano molti. Avendo particolarmente acuti gli altri sensi, riuscivano in qualche modo a cavarsela sempre. Molti finivano abbandonati e facili prede della criminalità. Peter, infatti, fa il borseggiatore per conto del Signor Seamus, che lo maltratta e lo vessa, rendendogli la vita un vero inferno. Un giorno, mentre assiste a una presentazione di piazza di varia mercanzia, Peter ruba una scatola che contiene qualcosa di molto, molto strano: degli occhi magici. Peter ne prova un paio e viene immediatamente trasportato in un'isola in cima al mondo dove incontra il bizzarro Professor Cake. Il Professore offre a Peter la possibilità di riscattarsi: Peter dovrà andare nel Mondo Scomparso per aiutare le persone che ne hanno bisogno, oppure potrà tornare dal Signor Seamus. Peter sceglie di andare nel Mondo Scomparso, e lo farà con un compagno di viaggio molto particolare (in parte umano, in parte cavallo e in parte gatto, vittima dell'incantesimo di una strega), Sir Tode, cavaliere errante. Trasportato in un mondo da fiaba, Peter incontrerà personaggi bizzarri, principesse, streghe e re.

-"La sposa nuda" di Nikki Gemmell (ed. Guanda, 18.00€): Trentacinquenne londinese, la protagonista di questo romanzo è considerata una brava moglie. Devota e innamorata, vive in modo consapevole la nuova vita coniugale con i suoi alti e bassi, mai però dimentica del passato da single. Ma un giorno la brava moglie incappa in un sospetto. Un sospetto indicibile, che fa crollare in un soffio le certezze conquistate a fatica e il legame ventennale con la migliore amica. Il momento di crisi le dischiude però una possibilità, le apre una strada che lei percorre con coraggio e che la porta a scendere nel profondo di se stessa, a tu per tu con i desideri inconfessabili, con la più sincera scoperta del sesso. Passo dopo passo, sino a quel fondo che molte donne riescono solo a intravedere, seguiamo la protagonista nelle sue tappe più scabrose. Dopo aver ammesso di non essere mai riuscita a raggiungere l'orgasmo con il marito, di essere stata pavida nella scelta professionale, di riconoscere nel proprio compagno un uomo ordinario e un po' noioso, rivela di sognare un amante che la leghi al letto e donne che la tocchino. Risponde "voglio fare sesso" a un taxista che le domanda la destinazione, si tuffa in una relazione clandestina con un ragazzo più giovane...

-"La rondine, il gatto, la rosa, la morte" di Hakan Nesser (ed. Guanda, 19.50€): Sono donne, di età e condizioni diverse, accomunate da un solo elemento: vengono tutte ritrovate uccise, e dell'assassino non c'è traccia. Anzi: i delitti non sembrano nemmeno collegati tra loro. Solo l'intuito investigativo di Van Veeteren riesce a trovare il fil rouge che unisce quella lunga e terribile catena di morte. Il commissario, ormai in pensione, è turbato dall'apprendere della morte apparentemente casuale di un prete che tempo prima lo aveva contattato per chiedergli consiglio su una delicata questione. Van Veeteren allora non aveva avuto tempo di ascoltarlo e adesso si sente in colpa. Quando emerge che il prete aveva conosciuto una delle donne uccise, il "commissario" sospetta a ragione che anche lui sia stato ucciso, e mette in campo tutto il suo acume al fine di rintracciare il pluriomicida. L'indagine riserverà più di una sorpresa e porterà il commissario in un ambiente al di sopra di ogni sospetto che nasconde un assassino psicopatico molto astuto e pronto a tutto...

-"Se verrà domani" di Assalto Maurizio (ed. Cairo, 12.00€): "Da qualche giorno c'è movimento, in casa. Telefonate, il campanello che suona, gente che va, gente che viene." Comincia così la giornata particolare del protagonista di "Se verrà domani", particolare perché è quella in cui, mettendo insieme piccoli fatti e carpendo parole veloci dette da altri, si rende conto della sua condizione. La figlia non gli è mai sembrata tanto cresciuta come oggi, addirittura un piccolo accenno di seno spinge contro la maglietta. Ma del resto si sa il tempo vola e i figli ti crescono sotto gli occhi e tu manco te ne rendi conto... e anche sua moglie, perché non arriva? E poi, il Bepi che è venuto a trovarlo, noioso come una malattia cronica con i suoi discorsi sempre uguali. La speranza è che non si sia offeso, perché stavolta si è assopito proprio mentre parlava e deve anche aver dormito un bel pezzo, perché al risveglio, il Bepi non c'era più. Poi, a un tratto, la consapevolezza si fa strada, agghiacciante come un brivido che, adesso lo sa, non può più sentire correre sulla schiena: un evento (un incidente? un ictus?) lo ha costretto a letto e gli ha annullato qualsiasi sensazione fisica, anche il dolore. Prigioniero del suo corpo, il pensiero del protagonista spazia, sorvola e poi scende in picchiata al cuore dei grandi dilemmi dell'esistenza e della non-esistenza che, visti in questa prospettiva, assumono una consistenza e una serietà che obbligano il lettore a riconsiderare qualsiasi convinzione.

-"Armageddon Rag" di George R.R. Martin (ed. Gargoyle, 16.50€): Sandy Blair, ex giornalista underground, conduce una vita monotona a New York fino a quando non subisce una svolta improvvisa. Dalla vecchia rivista Hedgehog gli chiedono un articolo su un misterioso e raccapricciante omicidio di cui è rimasto vittima Jamie Lynch, ex promoter dei Nazgùl; un gruppo rock simbolo degli anni Sessanta. La ricerca degli indizi per la stesura del pezzo diventa per Sandy l'occasione di un lungo viaggio per gli Stati Uniti, un viaggio alla riscoperta di sé e di un mondo estinto, sullo sfondo della musica dei Nazgùl, chiamati a riunirsi per un ultimo, letale concerto. Sandy deve combattere contro i fantasmi di un'intera generazione, poiché dalle misteriose e demoniache profondità di quegli ambienti underground sta risorgendo il lato più oscuro dell'Era dell'Acquario...

-"La ladra della primavera" di Marina Fiorato (ed. economica TEA, 10.00€): Firenze, 1482. L'affascinante cortigiana Luciana Vetra è furiosa: fare da modella per il grande pittore Sandro Botticelli doveva essere la sua grande occasione, invece lui non soltanto si è rifiutato di pagarla, ma dopo un violento litigio l'ha addirittura cacciata dal suo studio. Per vendicarsi dell'affronto, la giovane ruba uno dei disegni preparatori del dipinto - una grande tavola che avrà come titolo la Primavera - senza immaginare che quel gesto impulsivo e dettato dall'orgoglio le sconvolgerà la vita. Ben presto, infatti, Luciana si accorge di essere diventata l'obiettivo di un gruppo di uomini potenti e senza scrupoli, disposti a tutto - anche a uccidere - pur di recuperare il prezioso disegno. Disperata, la ragazza chiede asilo presso la basilica di Santa Croce e viene accolta da Guido, un novizio che, incantato dalla sua bellezza, decide di aiutarla a fuggire. Consapevoli che soltanto svelando il mistero del quadro avranno salva la vita, i due intraprendono allora un viaggio che li porterà da Napoli a Pisa, da Roma a Venezia, tra nobili e assassini, pericoli e agguati, complotti e tradimenti. E scopriranno che, nell'allegoria della Primavera, si nasconde un messaggio in codice che potrebbe cambiare il futuro dell'Italia...CONSIGLIATO

-"Lacrime di tenebra" di Laurell K. Hamilton (ed. economica TEA, 10.00€): Meredith Gentry è sopravvissuta alle torture di re Taranis, sovrano della Luce e delle Illusioni, solo grazie all'eroico intervento e al sacrifìcio di Doyle, una delle sue guardie del corpo. Ora, però, tocca a lei salvargli la vita: Doyle infatti è rimasto gravemente ferito ed è stato ricoverato d'urgenza in un ospedale di Los Angeles. E purtroppo sembra peggiorare di giorno in giorno, scivolando inesorabilmente verso la morte. Disperata, Meredith capisce che l'unica speranza è riportarlo al più presto a Faerie, ma lasciare il mondo degli umani è un'impresa irta di pericoli: la principessa infatti non può rifugiarsi né presso la Corte Seelie, dove Taranis sta preparando una vendetta per l'affronto subito, né alla Corte Unseelie, dove suo cugino Cel aspetta solo l'occasione giusta per eliminarla e diventare così l'unico erede al trono. Non le rimane altra scelta che rivolgersi a re Sholto e trasferire Doyle nel tumulo sacro degli Slaugh, un popolo bellicoso e da sempre ostile ai fey: un popolo che, per impedire una simile profanazione, non esiterebbe a scatenare una guerra...

-"999. L'ultimo custode" di Martigli Carlo Adolfo (ed. economica TEA, 10.00€): Settembre 2009. Un misterioso plico viene recapitato a Guido de Mola da parte del nonno recentemente defunto e a lui pressoché ignoto. All’interno l’uomo trova una lettera e due manoscritti, uno moderno e uno molto antico, all’apparenza di fattura rinascimentale. Addentrandosi nella lettura dei due testi, de Mola scopre che la sua famiglia da secoli è depositaria di un segreto, straordinario e terribile, che riguarda il filosofo Giovanni Pico della Mirandola, le sue esoteriche e inusitate Tesi e l’origine delle tre grandi fedi monoteiste, la cristiana, l’ebraica e l’islamica. Dovrà essere proprio Guido, ora, a raccogliere il testimone che fu dei suoi avi, diventando così l’ultimo custode del mistero di Pico, un enigma legato alla morte del Conte di Mirandola, a quella del Poliziano, al Concilio di Efeso e alla persecuzione, da parte della Chiesa, di migliaia di donne accusate di stregoneria. Un segreto che, se rivelato, può mettere in discussione il mondo come lo conosciamo da duemila anni, da quando Paolo di Tarso, convertitosi all’allora minoritaria dottrina cristiana, con la propria opera contribuì a far sì che essa diventasse la religione maggiore dell’Occidente.

4 commenti:

  1. Troppi libri, troppo interessanti! Ho preso Una Calda Estate in Texas di Lisa Kleypas che avevo già letto in inglese (volevo verificare cosa ci ho acchiappato effettivamente ^^).

    RispondiElimina
  2. Fai sempre un ottimo lavoro, Vale :-) Ma quando mi rispondi alla mail?! Voglio tue notizie!

    RispondiElimina
  3. quanti titoli interessanti uno certamente più intrigante dell'altro.HO PROPRIO L'IMBARAZZO DELLA SCELTA.ELISABETTA

    RispondiElimina
  4. grande mago
    Voglio ringraziare Dio per l'utilizzo di dr fiducia come la mia fonte di salvatore, dopo due anni di disoccupazione e il mio amante mi ha lasciato solo per 2 anni, sono state appena cuore spezzato fino a quando vado a contatto con il dr fiducia dopo ho visto un signore testimonianza su come si è stato aiutato da questo stesso dr fiducia, così ho deciso di entrare in contatto con lui e quando gli ho detto tutti i miei problemi lui rise e disse questo non è un problema che tutto sarà ok in 3 giorni time.Exactly il 3 ° giorno il mio ex amante mi ha chiamato mi ha scioccato e che cosa mi sorprende maggiormente era che una società ho fatto domanda per più di quattro mesi mi ha chiamato e mi ha detto di riprendere il lavoro nel più breve tempo possible.Am così grato a dr fiducia, se lo si desidera in contatto con lui SPELLCASTTEMPLE4@YAHOO.COM o è il numero di cellulare 23481516885231. Egli non l'incantesimo come seguendo


    (1) Se volete che il vostro ex indietro.
    (2) è necessario un divorzio nel vostro rapporto
    (4) Si vuole le donne e gli uomini a correre dopo di te.
    (5) Se si desidera un bambino.
    (3) Si vuole essere promosso nel vostro ufficio.
    (6) Si vuole essere ricco.
    (7) Si vuole legare il vostro marito e moglie di essere tua per sempre.
    (8) Se avete bisogno di assistenza finanziaria.
    (9) la cura a base di erbe
    Contattare lui oggi su: SPELLCASTTEMPLE4@yahoo.com

    RispondiElimina