mercoledì 4 aprile 2012

Uscite della settimana: dal 2/04 al 6/04

Buoni acquisti!
3 Aprile
-"La diciottesima luna" di Garcia Kami e Stohl Margaret (ed. Mondadori, 17.00€): Quando Ethan pensa di essersi abituato alle stranezze della cittadina in cui vive e ai misteriosi poteri di Lena la sua ragazza, l'antica maledizione che incombe sulla famiglia di Lena, si abbatte su di loro e sulla città. Mentre sciami di locuste, uragani e siccità sconvolgono Gatlin, Lena perde i propri poteri soprannaturali ed Ethan inizia a dimenticare nomi, numeri di telefono, ricordi e interi periodi della sua vita. L'Ordine delle Cose sta per essere sovvertito e man mano che la Diciottesima luna si avvicina, una domanda si fa sempre più chiara tra gli abitanti della città: cosa - o chi - bisogna sacrificare per salvare Gatlin?



-"Lo scontro finale. Percy Jackson e gli dei dell'Olimpo. Vol. 5" di Rick Riordan (ed. Mondadori, 17.00€): Al Campo Mezzosangue Percy Jackson e i suoi amici si sono preparati tutto l'anno per la battaglia contro i Titani, sapendo che le probabilità di vittoria sono minime. L'armata di Crono è infatti più forte che mai, soprattutto da quando alcuni dei e semidei traditori si sono arruolati nelle sue file, accrescendo il suo potere. Mentre gli dei sono impegnati a contenere l'assalto del mostruoso Tifone, Crono avanza verso New York, dove il Monte Olimpo, apparentemente incustodito, aspetta solo di essere espugnato. Sarà compito di Percy e del suo agguerrito seguito di semidei fermare l'ascesa del Signore del Tempo e difendere la divina dimora dalle sue brame. Ma non sarà la sola minaccia che dovrà affrontare, perché l'attesa profezia che grava sul suo sedicesimo compleanno si avvererà. E mentre per le strade di Manhattan si combatte una guerra per la salvezza del mondo, Percy si troverà faccia a faccia con un terribile presentimento: che il nemico più forte contro cui sta lottando sia il proprio destino.

-"Le labbra tue sincere" di Bianchini Angela (ed.Mondadori, 10.00€): Nell'autunno 1910 - alla vigilia delle celebrazioni per il Cinquantenario dell'Unità d'Italia - un viaggiatore americano arriva a Roma, apparentemente per scrivere dei reportage sull'Italia giolittiana, in realtà, spinto da una sottile inquietudine, per inseguire lontani ricordi nella città che lo ha visto nascere e crescere. Alla pensione Francini, di fronte a villa Borghese, alloggia anche una sensuale e irrequieta signora torinese di solida fede sabauda, che ha portato le due figlie giovinette a visitare la nuova capitale d'Italia e a perfezionare la loro istruzione artistica. Tra feste, romantiche passeggiate e visite agli scavi, i due intrecceranno una complessa relazione amorosa.

-"La dogana del vento" di Folco Quilici (ed. economica Mondadori, 9.50€): Una valle prealpina, aprile 1945: Guido, quindicenne, e sua madre sono rifugiati a Villa Alta, sotto l'imponente maniero della Dogana del Vento. Lì, al rugginoso cancello di Villa Alta, si presenta Pjotr, di poco più vecchio di lui. È un cosacco. Tra le tante vicende drammatiche che si incrociarono negli anni del Secondo conflitto mondiale, poco nota ancora oggi è quella dei circa ventimila cosacchi che, fieramente antibolscevichi, combatterono volontari accanto ai tedeschi e agli italiani. All'approssimarsi della fine del conflitto, i cosacchi cercarono un accordo con i vincitori ma furono rimpatriati e, condannati per tradimento, finirono davanti ai plotoni d'esecuzione o nei gulag siberiani. Con la fine delle ostilità Guido perde le tracce di Pjotr, ed è tormentato dal sospetto che, insieme ai suoi, abbia fatto una fine crudele... Passano gli anni, quando d'improvviso una strana coincidenza riaccende in Guido il desiderio di conoscere la vera sorte dell'amico perduto: di una giovane promessa del calcio italiano i giornali scrivono che è figlio di un cosacco fuggiasco. Guido si mette sulle tracce di Erminia, la donna che anni prima ha amato un cosacco al punto da concepire un figlio con lui. Il rapporto che stabilisce con lei è alimentato dal legame di entrambi con quel cosacco di cui si sono perse le tracce. E proprio facendo i conti con il passato Guido ed Erminia potranno aprirsi a un futuro carico di sorprese...

-"L'ultimo velo" di Bilyeau Nancy (ed. Piemme, 19.90€): Nel regno di Enrico VIII la giustizia può essere terribile. Quando Joanna, novizia domenicana, apprende che la sua ribelle cugina è condannata al rogo, fugge dal convento per proteggerla. Purtroppo non può nulla, viene arrestata insieme con il padre e rinchiusa nella Torre di Londra per aver interferito con la legge reale. Per salvarsi, la giovane donna deve accettare l'incarico del suo torturatore: ritrovare un'antica reliquia, alla quale sono attribuiti inquietanti poteri. Affiancata da Edmund, un giovane frate innamorato di lei, Joanna deve usare tutta la sua intelligenza per ritrovare la Corona... e tutta la sua forza morale per non cadere in tentazione.

-"La maestra bambina" di Kumari Bharti (ed. Piemme, 14.50€): C'è un albero di mango nel villaggio di Kusumbhara, nell'India settentrionale. Un albero grande e generoso, che regala sollievo dal sole nelle giornate afose, fa da parco giochi per i bambini, e accoglie gli adulti la sera dopo il lavoro nei campi. I suoi rami solidi e le sue foglie sussurranti offriranno conforto a Bharti nei dolori più grandi, che il destino non risparmia a quelli come lei nati sotto una stella traballante. Ed è sempre lì sotto, seduta su una grande radice, che Bharti, a dodici anni, si scopre maestra. Un giorno, mentre sta tracciando in terra le parole che ha imparato al mattino a scuola, alcuni bambini si avvicinano e le ripetono a loro volta. Giorno dopo giorno, gli allievi si raccolgono sempre più numerosi intorno a questa bambina un po' più grande, povera come loro, ma con una sete di sapere e una curiosità non comuni in una regione dove la priorità di tutti è una sola: la sopravvivenza. Ma Bharti ha un sogno che la guida. Lei, appartenente alla casta degli intoccabili, abbandonata tra i binari di una stazione, una fortuna l'ha già avuta: quella di trovare una mamma che l'ha raccolta in fasce. Una mamma dal sorriso dolce come una tazza di tè zuccherato, che la ama al punto da infonderle il coraggio di immaginare per sé un destino diverso. Non moglie e madre bambina, come tante sue coetanee, ma studentessa e poi donna istruita che sa difendersi da sé. Maestra per tutti quei bambini che rischiano di perdersi appena usciti dall'ombra protettiva del mango.

-"Oksa Pollock e la foresta scomparsa" di Plichota Anna e Wolf Cendrine (ed. Sperling e Kupfer, 16.90€): Oksa Pollock, tredici anni e un destino straordinario, è alle prese con una nuova, emozionante avventura. Gus, il suo migliore amico, è scomparso. Letteralmente svanito nel nulla. Al suo posto, Oksa ritrova solo una foto: quella di una donna stranamente familiare. Chi è costei? E che cosa c'entra con Gus? Oksa ancora non lo sa, ma per salvare l'amico e scoprire la verità dovrà attraversare mondi paralleli, affrontare terribili nemici e rivelare antichi segreti di famiglia. Segreti troppo pericolosi per essere tenuti nascosti...

-"Oksa Pollock e il mondo invisibile" di Plichota Anna e Wolf Cendrine (ed. economica Sperling e Kupfer, 10.00€): Basta che Oksa perda per un attimo la pazienza e intorno a lei si verificano fenomeni inspiegabili. E ciò che accade dopo il suo primo giorno al St. Proximus College di Londra, la città in cui si è appena trasferita: Oksa è furiosa per le angherie del professor McGraw ed ecco che all'improvviso nella sua camera una bambola prende fuoco e uno scatolone esplode senza ragione! Spaventata da questi strani poteri, la ragazzina decide di non parlarne con nessuno. Ma quando, quella stessa sera, sulla sua pancia compare una misteriosa macchia a forma di stella, Oksa corre a confidarsi con l'adorata nonna Dragomira. E tutto si aspetterebbe tranne che trovare a casa dell'eccentrica vecchietta una bizzarra creatura simile a un elfo dal naso e dalle orecchie enormi. Oksa mette alle strette la nonna e scopre così un incredibile segreto che riguarda le origini della sua famiglia: i Pollock provengono dall'invisibile mondo di Edefia, nascosto da qualche parte sul nostro pianeta. E lei, Oksa, è la legittima erede al trono, la Prescelta. Sarà compito della nonna insegnarle a controllare i suoi poteri, affinché si realizzi ciò che tutti loro avevano atteso tanto a lungo: il ritorno di Edefia agli antichi splendori.

-"Il terzo giorno" di Chochana Boukhobza (ed. Einaudi, 19.00€): A Gerusalemme il soffio caldo dello Sharav accarezza gli oleandri dei viali, le sinagoghe e le moschee, la vita quotidiana di una città all'apparenza pacifica. Così come sembra serena la vita di due donne, due musiciste, giunte in Israele per tenere un concerto: Elisheva, una famosa violoncellista, e Rachel, la sua allieva prediletta, vengono da New York e resteranno a Gerusalemme solo tre giorni. Per entrambe, però, quello è un viaggio nel passato: Rachel, la più giovane, torna in famiglia, combattuta tra l'affetto per il padre, il senso di colpa (sente di aver tradito le sue aspettative di ebreo ortodosso) e il desiderio di fuggire da lui e dalla sua cultura. Anche la più anziana Elisheva è fuggita da qualcosa, anzi sopravvissuta: al campo di concentramento di Majdanek. E scampata alla morte, ma non ai ricordi che non hanno smesso di ossessionarla un solo giorno. A Gerusalemme incontra il suo figlioccio, Daniel, la cui madre era internata insieme a lei. Daniel, che è diventato un agente del Mossad, le consegna una valigia: all'interno c'è un'arma con cui la musicista vuole uccidere l'uomo noto solo come "Henker", il boia di Majdanek. Fuggito in Sudamerica, Henker si è costruito una nuova identità e proprio in quei giorni è a Gerusalemme con una comitiva di turisti.

-"Le difettose" di Mazzoni Eleonora (ed. Einaudi, 16.00€): Carla Pettini ha quarant'anni, un compagno perfetto, un buon mestiere e un certo fascino. Ma non un figlio. Dopo anni d'inutili tentativi, entra nel mondo della fecondazione assistita, in cui l'ossessione della maternità può affinarsi a tal punto da dare dipendenza. Tutte stanno in fila per eseguire, mese dopo mese, lo stesso rituale: gli ormoni, il pick-up, il transfer, l'attesa. Conoscono il proprio corpo e i suoi segnali con una precisione maniacale. Usano numeri che dicono tutto e un oscuro gergo da iniziate. Perché loro non aspettano un bambino, "fanno la cova", non rimangono incinte, "s'incicognano". Nelle sale ospedaliere o nelle chat, le donne "difettose" si parlano ("mangiar piadine serve: mia zia ci ha fatto otto figli!"), si sfogano, si danno conforto, mentre a forza di medicine si gonfiano come galline d'allevamento. Il chiacchiericcio di tante femmine vitali, folli e disperate ci restituisce una realtà complessa.

-"L'esclusiva" di Annalena McAfee (ed. Einaudi, 21.00€): Ha accettato questa intervista solo su insistenza della sua editor: del resto la giovane giornalista che è venuta a casa sua (sacrilegio!) a farle le domande sembra quanto di più lontano si possa immaginare da lei, la regina della scena culturale e mondana londinese. Tamara Sim è giovane, inesperta, ingenua e un pò ignorante: ma è anche ambiziosa e ben decisa a portare a casa quello scoop su Honor Tait che la farà uscire dal sottobosco dei tabloid e la trasformerà in una "firma". Honor, però, è un osso troppo duro per la tenera Sim: la giovane decide allora di giocare un pò sporco e si mette a pedinare un aitante ragazzo che ha visto uscire dalla casa dell'anziana giornalista. È così convinta di poter dimostrare le voci che da anni girano sulla senile voracità erotica di Honor Tait, che Sim non si accorge nemmeno di essere casualmente incappata in uno scoop infinitamente più grande.

-"Cose da pazzi" di Evelina Santangelo (ed. Einaudi, 21.00€): Nel quartiere Spina, Rafael, figlio di un'emigrata colombiana e di un operaio quasi disoccupato, e Richi, un irresistibile sbruffoncello finito in sedia a rotelle, vivono la loro amicizia tra cani randagi, mirabolanti imprese calcistiche e gli ormoni impazziti dell'adolescenza. Crescere lì, dove tutto il lavoro, la vita, e perfino i gratta e vinci - sono controllati dai padroni della strada, è un percorso accidentato. Eppure quel luogo è il loro universo: piantati dalla mattina alla sera in vicolo Grande, a parlare di piccioni sventrati, di corse clandestine, del culo di Maura la grossa. Ma anche tra prevaricazione e connivenza si apre uno spiraglio, grazie ad una professoressa che dà lezioni fantasiose sull'illegalità, riuscendo a farli dubitare di una cultura mafiosa che crea miti, detta modelli. "Una strada prima" segue negli anni le esistenze rocambolesche di Rafael e Richi, creando un ponte tra un sud di raccomandazioni e un nord di sradicamento, non diversamente compromesso.

-"Il bambino che collezionava parole" di Juan Pablo Villalobos (ed. economica Einaudi, 10.00€): Tochtli è un bambino che non ha madre e vive con il padre in una villa enorme, isolato dal mondo. Non può uscire di casa e la sua istruzione è assicurata da un buffo precettore privato terzomondista che gli insegna le cose più improbabili con perfetto aplomb. Guarda solo film giapponesi di samurai e colleziona cappelli da tutto il mondo. Il giardino di casa è pieno di animali selvatici (soprattutto uccelli e grandi felini), e Tochtli è ossessionato dall'idea di poter aggiungere al suo serraglio un ippopotamo nano della Liberia, razza in via di estinzione. Legge continuamente il dizionario e gli piace imparare a memoria "paroloni" che usa spesso a sproposito, con effetti di irresistibile comicità. Dalla sua voce e dalle sue riflessioni strampalate veniamo presto a sapere che il padre è un signore del narcotraffico: Tochtli ci racconta imperturbabile di ammazzamenti feroci e brutalità, come davanti a un gigantesco gioco, che però ha il colore e l'odore acre del sangue.

-"La contea più fradicia del mondo" di Matt Bondurant (ed. Dalai, 16.80€): Questo romanzo è l'epopea di un mondo lontano - quello della Grande Depressione e del Proibizionismo - e di tre uomini coinvolti nel commercio clandestino di alcolici nella contea di Franklin, in Virginia: i fratelli Bondurant. Forrest, quello di mezzo, il leader del gruppo, è un uomo dalla fierezza indistruttibile; Howard, il più vecchio, è segnato dagli orrori visti e patiti al fronte durante la Prima guerra mondiale; Jack, il più giovane, è ossessionato dal denaro, dal lusso e dal desiderio di fuggire da una vita che gli sta stretta. Con loro, Maggie, Lucy e Bertha, donne silenziose, innamorate e tenaci. Quando qualche anno dopo, a caccia di nuove storie da raccontare, arriva nella zona Sherwood Anderson, l'alcol ha ripreso a circolare liberamente, ma la sua produzione illegale continua.

4 Aprile
-"Il Dio della guerra" di Robert Ludlum (ed. Rizzoli, 19.50€): Quando tutte le altre agenzie di intelligence hanno fallito e la minaccia è catastrofica, il presidente degli Stati Uniti può solo ricorrere a Covert-One. In Uganda, una squadra speciale di Navy Seals è stata attaccata da una folla di contadini disarmati, capaci di muoversi con incredibile velocità, insensibili alla paura e alle ferite. La causa è un parassita usato come arma biologica, e un alto funzionario del governo iraniano sta per stringere un accordo con un signore della guerra ugandese per ottenere il parassita e diffondere il terrore nelle città occidentali. Il colonnello Jon Smith deve impedire che il piano diventi realtà. Ma i suoi nemici possono contare su potenti appoggi proprio ai vertici dell'apparato di sicurezza americano.

-"Il respiro leggero dell'alba" di Rachel Simon (ed. Rizzoli, 18.50€): 1968: in una notte di tempesta, qualcuno bussa alla porta della fattoria dove vive Martha, vedova, senza figli e maestra in pensione. Sono un uomo di colore e una ragazza bianca, fradici e spaventati, e Martha, senza pensare alle conseguenze, li fa entrare in casa e offre loro tè caldo e abiti asciutti. Ma la polizia non tarda ad arrivare, e trascina via la ragazza, mentre l'uomo riesce a fuggire. Prima, però, la giovane donna sussurra una preghiera "Nascondila!" - che sconvolgerà per sempre la vita dell'anziana Vedova, e non solo. Perché ad attenderla in un angolo del sottotetto Martha trova una bimba neonata della quale accetta di prendersi cura, in attesa che la madre, un giorno, possa tornare a riprendersela. Passeranno quarant'anni prima che i protagonisti di questa struggente e avventurosissima storia d'amore tornino ad incontrarsi.

-"Il sigillo dei Borgia" di Mauro Marcialis (ed. Rizzoli, 18.00€): 1492. Mentre le nuove Indie appaiono all'orizzonte, i palazzi principeschi si riempiono di artisti e di sposi bambini, Savonarola annuncia l'apocalisse e l'Italia sta per essere sconvolta dalla furia distruttrice degli eserciti di tutta Europa, il cardinale spagnolo Rodrigo Borgia, grazie alla sua sfrenata ambizione, ottiene il trono di san Pietro corrompendo l'intero collegio cardinalizio. Eletto papa col nome di Alessandro VI, diventa il simbolo del suo tempo, disposto a sacrificare al proprio interesse persino gli amatissimi figli.

-"Una storia gigante" di Gourlay Candy (ed. Rizzoli, 14.00€): Andi ha 13 anni quando conosce il fratellastro Bernardo, che dopo tanta fatica è finalmente riuscito a ottenere dal governo delle Filippine i visti necessari per ricongiungersi con la mamma, emigrata a Londra per lavoro. Bernardo è alto, altissimo, ma a colpire Andi è soprattutto il bagaglio di cultura, abitudini e superstizione che porta con sé, e che lo rende goffo, quasi sbagliato, agli occhi della ragazzina. Bernardo però è un gigante anche nel cuore, e la forza dell'affetto che nascerà tra fratello e sorella sarà capace di sovvertire l'ordine delle cose, di scatenare miracoli, piccoli e immensi, come la guarigione di Bernardo dal terribile male che gli si annida nel cervello.

-"Una vita in più" di Antonella Boralevi (ed. economica BUR, 9.90€): Lola è un'umile ragazzina di origine calabrese, piena di incantato stupore, ignorante eppure maestra nell'arte generosa di farsi coinvolgere da tutto ciò che la circonda, dando luce a ogni cosa che sfiora. Ernesto è un professore universitario cinquantenne, introverso, abitudinario, a suo agio soltanto nell'ordinato mondo dei numeri. La sua vita, deserta di affetti fin nei più lontani ricordi, è improvvisamente attraversata da una passione sorprendente, folgorante e vitale. Michele è un giovane studente universitario, bello di una bellezza consapevole, indolente e dispettoso, ribelle e allo stesso tempo conformista. Un ragazzo pieno di contraddizioni e alla ricerca di un'identità ancora tutta da scoprire. E poi c'è José, un figlio che nessuno sembra volere ma che scoprirà, inaspettato, l'amore vero, quello che nulla chiede e però sa dare. Perché, come dice Lola: "I figli sono di chi gli vuole bene".

-"La meccanica del cuore" di Mathias Malzieu (ed. Feltrinelli, 15.00€): Nella notte più fredda del mondo possono verificarsi strani fenomeni. È il 1874 e in una vecchia casa in cima alla collina più alta di Edimburgo il piccolo Jack nasce con il cuore completamente ghiacciato. La bizzarra levatrice Madeleine, dai più considerata una strega, salverà il neonato applicando al suo cuore difettoso un orologio a cucù. La protesi è tanto ingegnosa quanto fragile e i sentimenti estremi potrebbero risultare fatali. L’amore, innanzitutto. Ma non si può vivere al riparo dalle emozioni e, il giorno del decimo compleanno di Jack, la voce ammaliante di una piccola cantante andalusa fa vibrare il suo cuore come non mai. L’impavido eroe, ormai innamorato, è disposto a tutto per lei. Non lo spaventa la fuga né la violenza, nemmeno un viaggio attraverso mezza Europa fino a Granada alla ricerca dell’incantevole creatura, in compagnia dell’estroso illusionista Georges Méliès. E finalmente, due figure delicate, fuori degli schemi, si incontrano di nuovo e si amano. L’amore è dolce scoperta, ma anche tormento e dolore, e Jack lo sperimenterà ben presto.

-"Nessuno può portarti un fiore" di Pino Cacucci (ed. Feltrinelli, 14.00€): In questo libro si racconta di Horst Fantazzini, rapinatore gentiluomo, protagonista di tentate evasioni disastrose. Si racconta della bellissima e sfrontata Edera De Giovanni, che sfida, diciannovenne, il gerarca fascista, finisce in carcere, ne esce, prende contatti con i dirigenti della lotta di liberazione, viene catturata, torturata e fucilata a Bologna. Si racconta di Antonieta Rivas Mercado, pioniera appassionata di cultura nel Messico degli anni venti, travagliata da amori infelici e suicida a Parigi (si spara in Notre-Dame). Si racconta di Clément Duval, anarchico illegalista, teorico della rivolta e dell’esproprio, condannato ai lavori forzati alle Isole della Salute, che provò a fuggire via mare almeno una ventina di volte. Si racconta di Sylvia Ageloff, strumento ignaro nelle mani di Ramón Mercader per entrare nell’entourage di Trockij e assassinarlo. Si racconta del bandito Sante Pollastro, cantato anche da Francesco De Gregori. E del partigiano francese Louis Chabas detto Lulù, che combatté nelle Langhe, esperto in travestimenti. Come in un’antica canzone di rivolta, Antonieta, Clément, Edera, Horst, Lulù, Sante, Sylvia, ci vengono incontro uno dopo l’altro, vivissimi, per chiedere la giustizia della memoria.

-"Mi chiamo Chuck. Ho diciassette anni. E, stando a Wikipedia, soffro di un disturbo ossessivo-compulsivo" di Karo Aaron (ed. Giunti Y, 12.00€): Charles, detto Chuck, ha diciassette anni e si lava le mani continuamente, controlla anche cento volte di seguito che le piastre dei fornelli siano spente e non va mai a dormire senza aver fatto la pipì fino allo sfinimento. Ha un amico del cuore, Steve, l'unico a cui confida le sue stramberie e una sorella, Beth, bella, normale e piena di amici che lo ignora fino a negargli persino l'amicizia su Facebook. La sua giornata è costellata dalla ripetizione di gesti, regole maniacali che lui stesso si è imposto per non perdere del tutto il controllo di sé. E poi ci sono le Converse: ne possiede decine di paia di ogni colore che ha abbinato ai vari stati d'animo. Converse rosse: arrabbiato; gialle: nervoso e così di seguito. I genitori, però, sono sempre più preoccupati e, nonostante le rimostranze di Chuck, decidono di spedirlo da una psichiatra. L'arrivo di una nuova compagna di classe e il desiderio di aiutare il suo amico bullizzato convinceranno Chuck a prendere sul serio i suoi sintomi e a iniziare una terapia.

-"Victorine. Una storia d'amore" di Catherine Texier (ed. economica Sonzogno, 9.50€): Victorine ha abbandonato un marito, due figli, un'esistenza tranquilla nella provincia francese della fine dell'Ottocento per seguire l'uomo del suo destino nelle lontane colonie orientali. Immaginando che sia la stessa Victorine, a ripercorrere nella memoria quel suo salto nel buio e nel gorgo della passione, l'autrice torna indietro nel tempo, prima nella Vandea degli ultimi anni del XIX secolo, poi nell'esotica Indocina. Victorine è solo una ragazzina quando incontra per la prima volta Antoine e ne rimane ammaliata. Ma sposerà Armand, il solido Armand, il buon marito e il buon padre dei suoi due bambini, cittadino modello e compagno fedele. Fino al nuovo, decisivo, incontro con Antoine.

-"Sognando California" di Cinzia Tani (ed. economica Marsilio, 12.00€): ent'anni: una vita trascorsa serena, una maturità appena intravista, senza raggiungerla e tanta tanta insicurezza. Così, con mille problemi irrisolti, la protagonista di questo romanzo parte per Los Angeles, ripetendo l'itinerario di sua madre, venti anni prima. C'è in lei il desiderio di ripercorrerne i passi, di doppiarne le esperienze, di svelarne i segreti: nella madre, nella sua sicurezza, nella sua vitalità si specchia, illudendosi di essere adulta. Una figlia, una madre, l'american dream: la vita che si ripete in un mondo apparentemente senza conflitti che però ha perso la bussola.

5 Aprile
-"La notte del corvo" di Barclay James (ed. Nord, 19.60€): Sono passati cinque anni da quando il gruppo di mercenari conosciuto come il Corvo ha neutralizzato gli effetti del terribile incantesimo Rubaurora. Cinque anni di pace, che hanno consentito all'Ignoto e ai suoi compagni di riprendere un'esistenza normale, e alla maga Erienne e al mago Denser di coronare il loro sogno d'amore con la nascita di una bellissima bambina, Lyanna. Ma quell'immensa gioia rischia di diventare una spaventosa minaccia per il mondo di Balaia. La piccola, infatti, è dotata di poteri devastanti, che stanno causando fortissimi terremoti e irreversibili cambiamenti climatici. I draghi sono stati i primi a soffrirne, tuttavia adesso anche gli uomini temono il peggio. Ecco perché i sovrani dei regni di Balaia decidono di richiamare in servizio il Corvo, affidandogli una missione ben precisa: neutralizzare gli effetti collaterali della magia di Lyanna, a qualunque costo. Temendo che i mercenari vogliano uccidere lei e la figlia, Erienne fugge insieme con Lyanna, lasciando al Corvo una terribile scelta: darle la caccia come a un qualsiasi nemico, oppure tradire la fiducia dei governanti in nome della loro amicizia.

-"Senza perdono" di Sabine Thiesler (ed. Corbaccio, 16.40€): Gli hanno tolto la figlia, ha perso il lavoro, ha divorziato dalla moglie. Era un uomo felice, un fotografo di successo. Adesso ha abbandonato tutto, ha lasciato Berlino, la Germania, vaga senza meta in Toscana, convinto di aver toccato il fondo. Ma qui incontra la giovane Sophie e incomincia una nuova vita. Fino a quando il passato non bussa inaspettatamente alla sua porta e gli fa capire che l'unica cosa che vuole veramente è vendicarsi.

-"La città delle ribelli" di Meg Wolitzer (ed. Garzanti, 16.60€): Smettere di fare l'amore con i propri uomini per ritrovare la felicità. La vera felicità. Questa è la strategia che le donne di Stellar Plains, nel New Jersey, adottano, più o meno consapevolmente, per ritrovare sé stesse e i loro desideri. Una dopo l'altra iniziano a rifiutare qualsiasi contatto con i loro compagni. Nessuna vuole essere sfiorata: ogni bacio, ogni carezza vengono accuratamente evitati. Un vento freddo inizia a soffiare tra le lenzuola di ogni camera da letto. L'ispirazione per la rappresaglia è data da Fran Heller, la nuova, anticonvenzionale professoressa di teatro del liceo, che ha deciso di mettere in scena Lisistrata, la commedia di Aristofane in cui le cittadine ateniesi si uniscono in uno sciopero del sesso per protestare contro i loro mariti e contro la guerra. Eppure Stellar Plains sembra un luogo felice. Niente turba la serenità delle coppie che vi abitano. O almeno così appare. D'altro canto… Dory e Robby Lang, insieme dai tempi dell'università, dicono di amarsi come il primo giorno, ma stanno scivolando verso una stanca sopportazione; la moglie del preside è afflitta da una sindrome di stanchezza cronica, mentre il marito se la intende con la consulente scolastica; Ruth, la neosposa, ha sempre più evidenti problemi di peso. Un quadro allarmante, fatto di nevrosi quotidiane, piccoli screzi, rancori sopiti da anni. Gli uomini fingono di non vedere le crepe celate dietro le facciate linde e ordinate e le erbacce che infestano le aiuole immacolate. E allora è compito delle donne guardare la realtà in faccia, riprendere in mano il loro destino e combattere la battaglia per salvare le coppie, e la passione delle loro notti.

-"Il suono del respiro e della preghiera" di Tahmima Anam (ed. economica Garzanti, 9.90€): Bangladesh, 1984. Maya preme il viso contro il finestrino del vecchio treno sbuffante. Il binario della stazione di Dacca è invaso dalle urla dei ragazzini che vendono bibite fresche. Sono passati anni dalla fine della guerra d'indipendenza dal Pakistan. Anni in cui Maya ha lottato per la sua terra, salvando centinaia di vite in un piccolo ospedale di campagna. Adesso il paese è dominato da una dittatura e la parola d'ordine è dimenticare: tutti fingono che niente sia successo e che il sangue di migliaia di vittime innocenti non ha impregnato la polvere delle strade. Eppure Maya non riesce a togliersi dalla mente l'odore della rabbia e dei libri incendiati. Ma ora che sua cognata è morta è venuto il momento di tornare nella casa della sua infanzia. È il suo posto anche se tutto è diverso. Sohail, suo fratello, è un estraneo per lei. Ha bruciato tutti i suoi libri tranne il Corano, è diventato un fanatico e ha iniziato a predicare, seguito da folle di credenti che lo venerano come un musulmano esemplare. Ma dietro le sbarre della prigione spirituale che suo fratello ha costruito nella loro casa, Maya vede risplendere due tristi occhi grigi. Sono quelli del piccolo Zaid, figlio di Sohail, che cresce abbandonato a se stesso, privo di cure, amore e di qualsiasi tipo di educazione, proibiti dal fanatismo religioso del padre. Per salvarlo, Maya deve trovare la forza di ribellarsi e tornare a lottare per una libertà che adesso sembra solo un ricordo troppo lontano.

-"Calore e polvere" di Jhabvala Prawer Ruth (ed. Neri Pozza, 15.50€):  India 1923. La giovane, bella e irrequieta Olivia getta lo scompiglio nella colonia britannica di Satipur. Fugge con il Nawab del luogo, abbandonando il marito, un irreprensibile e zelante funzionario dell'Impero animato dai più gretti pregiudizi nei confronti della popolazione locale. Sedotta dai costumi esotici, dai riti e dalle antiche tradizioni dell'India, così in contrasto con la facciata e il perbenismo dei residenti inglesi, Olivia, incurante dello scandalo, si innamora perdutamente del Nawab, un principe dotato di carisma e abituato a concedere molto all'esercizio del potere e poco ai sentimenti. Lo vedrà non più di due, tre volte all'anno. Da questi incontri, tuttavia, rimarrà incinta. Cinquant'anni più tardi, quando i movimenti giovanili occidentali riscoprono l'India come terra della magia e di una condotta di vita alternativa al razionalismo e all'utilitarismo occidentali, anche Anne, giovane giornalista inglese, parte per il grande paese orientale. Con sé porta le lettere di Olivia, la prima moglie di suo nonno, e la stessa passione e curiosità per quel luogo così misterioso e attraente. Per un crudele scherzo del destino, Anne ripercorre fedelmente le orme di Olivia. Si innamora dell'uomo che la ospita, ne rimane incinta e si rifugia in attesa del parto in un ashram vicino alla casa dove Olivia aveva trascorso i suoi ultimi giorni. Là, a distanza di mezzo secolo, un identico interrogativo la tormenterà: può un'anima straniera afferrare lo spirito autentico, la verità di un paese così affascinante e, insieme, così diverso e remoto? Può davvero penetrare la levità e i misteri che quella terra di «calore e polvere» custodisce gelosamente?

-"La collezionista di ricette segrete" di Allegra Goodman (ed.Newton Compton, 9.90€): Emily e Jessamine Bach sono due sorelle molto diverse tra loro. Emily ha ventotto anni ed è già a capo di un'azienda informatica della Silicon Valley, mentre Jess, che ne ha ventitré, è fresca di laurea in filosofia, è un'agguerrita ambientalista e lavora part­time in una libreria antiquaria. Razionale e ambiziosa l'una, romantica e sognatrice l'altra, Emily e Jess sono molto diverse anche in amore: Emily ha un fidanzato in carriera e Jess si perde tra mille storie inconcludenti, sotto gli occhi gelosi del suo capo George. Sarà proprio lui, attraverso un'antichissima collezione di ricette trovata in uno scantinato, a guidarla passo dopo passo, ingrediente dopo ingrediente, alla scoperta del vero amore. Nel frattempo Emily scoprirà un mistero che riguarda entrambe le sorelle, destinato a sconvolgere per sempre la loro vita.

-"Il profanatore di biblioteche proibite" di Davide Mosca (ed. Newton Compton, 9.90€): Qual è il vero nome di Roma e perché è stato sempre tenuto nascosto? Da chi fu fondata? E cosa si nasconde sotto il Palatino? Al passato di Roma è legato uno sconvolgente mistero, e molti hanno perso la vita per scoprirlo. Eppure c'è qualcuno che custodisce il segreto ancora oggi. Un uomo che si fa chiamare il colonnello, ed è al servizio di una misteriosa fondazione, incarica il professor Lazzari, uno tra i massimi esperti delle origini di Roma, di rintracciare l'autentico nome della città e di ritrovare il Lituo, il bastone sacro con cui Romolo la fondò. A partire da un oscuro indizio, Lazzari si metterà in viaggio per tutta l'Italia sulle tracce di un antichissimo mistero. Accompagnato da Artemisia, un'agente della fondazione, entrerà a contatto con antichi reperti, tombe sotterranee, necropoli, frammenti di libri perduti e arcani enigmi. Ma i due non sono i soli a voler svelare il segreto di Roma. E la setta di iniziati che custodisce il segreto sulla fondazione dell'Urbe non ha dimenticato le terribili punizioni riservate ai profanatori.

-"Il mosaico di ghiaccio" di Lars Rambe (ed. economica Newton Compton, 6.90€): L'idilliaca cittadina di Strängnäs è in fibrillazione per l'imminente festival del jazz e al giornale locale Fredrik Gransjö e i suoi colleghi si preparano a trascorrere un'estate densa di lavoro ma anche di grandi appuntamenti musicali. Eppure nella vicina Mariefred, la perla del lago Mälaren, accade qualcosa di sconvolgente: il noto criminale Marcin Szalas riesce a evadere dal carcere con una fuga sanguinosa e spettacolare. È solo il primo di una macabra catena di eventi destinati a seminare il terrore tra la popolazione e a gettare nel panico la città. Dalla redazione del giornale Fredrik Gransjö e la sua giovane collega Emma Gibbons si accorgono di alcune strane coincidenze... A poco a poco sotto il caos apparente cominciano a intravedersi le linee di uno schema diabolico e minuzioso e, tassello dopo tassello, il mosaico si ricompone, fino a un'unica, agghiacciante verità.

-"L'eredità dei Templari" di Raymond Khoury (ed. economica Newton Compton, 6.90€): Costantinopoli, 1203. Mentre la città è assediata dall'esercito crociato, un drappello di Templari riesce a infiltrarsi nella biblioteca del palazzo imperiale. Il loro obiettivo è impadronirsi di alcuni documenti segreti prima che finiscano nelle mani del Doge di Venezia. I soldati si allontanano con una preziosa cassa, ma non vivranno abbastanza a lungo per riuscire ad aprirla... Città del Vaticano, ai giorni nostri. Sean Really, agente dell'FBI, riesce a entrare negli archivi segreti dell'Inquisizione. La donna che ama è stata rapita, e l'unico modo per salvarla è trovare un documento antichissimo, custodito in una tomba nei sotterranei del palazzo. Un documento che riguarda i Templari e ne svela gli indicibili segreti...

-"Il principe vampiro: Attrazione fatale-Desiderio-L'oro nero" di Christine Feehan (ed. economica 3 volumi in 1 Newton Compton, 9.90€): In "Attrazione fatale" Mikhail Dubrinsky e Raven Whitney si incontrano e capiscono subito di essere fatti l'uno per l'altra. Ma appartengono a specie diverse: lui è un principe carpaziano, vive di notte e si nutre di sangue umano... In "Desiderio" la dottoressa Shea O'Halloran si imbatte in una grotta segreta sulle remote montagne dei Carpazi. All'interno giace un uomo ferito, consumato dalla disperazione. A poco a poco, negli occhi brucianti di passione di quell'uomo, Shea riconosce l'amato che tanto tempo prima ha fatto parte della sua vita... In "L'oro nero" Alexandria Houton incontra Aidan Savage, una creatura d'oro, più potente e meravigliosa di qualunque altro essere della notte. Aidan ha salvato lei e suo fratello, strappandoli a un orribile destino. Ma adesso pretende qualcosa in cambio: il suo amore...

-"La principessa ribelle" di Mourad Kenizé (ed. economica Newton Compton, 6.90€): Quasi un secolo prima di Gandhi, una donna si pone alla testa di una rivolta contro la dominazione britannica nel subcontinente indiano. Kenizé Mourad già autrice di "Da parte della principessa morta" - ci racconta, in questo nuovo romanzo, una pagina poco conosciuta della storia indiana, attraverso l'epopea di un'indimenticabile eroina e della sua coraggiosa lotta contro l'imperialismo britannico. Nel 1856, infatti, la Compagnia delle Indie Orientali è determinata a estendere il proprio dominio anche sul regno di Awadh, ricco Stato indipendente nel Nord del Paese, e sulla sua capitale, la splendida Lucknow, "la città d'oro e d'argento", nota per la sua bellezza e per la convivenza pacifica nel suo territorio di musulmani e indù. Ma Hazrat Mahal, quarta moglie del sovrano dell'Awadh, costretto all'esilio dalla Compagnia, decide di fronteggiare gli inglesi per mantenere la libertà del suo popolo, in attesa del ritorno del consorte. Al suo fianco combattono Jai Lai, rajah a capo delle truppe ribelli, e i sepoy, soldati indiani dell'armata britannica convertiti alla nuova causa e disposti a sacrificare la propria vita per l'indipendenza di Lucknow. Straordinaria figura femminile, Hazrat Mahal si batterà con coraggio e determinazione, al punto che persino l'intrepido Jai Lai ne rimarrà perdutamente affascinato...

-"Batti il cinque" di Janet Evanovich (ed. economica TEA, 9.00€): Il lavoro scarseggia per Stephanie Plum, cacciatrice di taglie di Trenton, New Jersey. Ma in famiglia c'è un problema: lo zio Fred, detto il Tirchio, sembra sparito nel nulla. Unico indizio: problemi con l'azienda che si occupa della raccolta dei rifiuti. Non che zia Mabel sia particolarmente addolorata della scomparsa del marito, ma quello che potrebbe sembrare solo un fastidioso disguido amministrativo si trasforma ben presto in una faccenda piuttosto seria, almeno a giudicare dalle foto inquietanti che lo zio Fred nascondeva in un cassetto. Questa volta Steph è spalleggiata da Randy Briggs, nano programmatore di computer, e tallonata da un oscuro angelo custode, Bunchy, sedicente allibratore a caccia, pure lui, di Fred. Persino Joe Morelli, poliziotto e fidanzato storico della nostra eroina, sembra avere qualcosa da nascondere. Fra sparatorie, una serie di strani suicidi e un pugile maniaco che attenta alla sua vita, Stephanie deve affrontare, oltre ai consueti problemi di capelli, di linea e di automobili che non fanno il loro dovere, le spericolate iniziative dell'inossidabile nonna Mazur e le attenzioni sempre più esplicite di Ranger, tenebroso e affascinante collega...

-"L'esecutore" di Kepler Lars (ed. economica TEA, 13.00€): Si chiama Joona Linna ed è di origini finlandesi, ma da anni ormai Stoccolma è la sua casa. Ma Joona Linna non è mai stato in quell'appartamento elegante e lussuoso, da cui proviene una musica struggente e rarefatta. Un brano di violino suonato da un esecutore impareggiabile. Joona Linna non è mai stato nel salottino dell'appartamento: è l'unica stanza totalmente spoglia, priva di arredamento, senza soprammobili, insolitamente vuota. A parte il corpo. L'uomo è come sospeso a pochi centimetri dal pavimento e sembra ondeggiare nell'aria seguendo il placido suono del violino, mescolato al ronzio indolente delle mosche. Aveva ragione il collega che l'ha chiamato sulla scena del delitto: c'è qualcosa di inspiegabile. Omicidio o suicidio? Da ispettore della squadra omicidi di Stoccolma, Joona Linna sa che le apparenze sono soltanto il velo ingannatore dietro cui si nascondono i crimini. E i crimini nascono da una cosa sola: i desideri.

-"Cicatrici" di Gianluca Morozzi (ed. economica TEA, 9.00€): In una grande città del Nord Italia, un uomo insospettabile ha compiuto un efferato delitto davanti a centinaia di testimoni. Alla psicologa che dovrà stilare la perizia sulla sua sanità mentale l'assassino racconta la sua agghiacciante storia: la storia di una ragazza che compariva su un autobus notturno sempre alla stessa ora, di una nave in bottiglia, e di un famoso medico dagli occhi freddissimi. Cosa c'entra in tutto questo un padre che, senza motivo, una notte stermina la propria famiglia nella sala da pranzo, vedendo sfuggire solo la figlia minore?

11 commenti:

  1. Credo prenderò Calore e polvere. Non so resistere al fascino dell'India e la storia mi pare interessante.

    Bluefly

    RispondiElimina
  2. finalmente! Batti il cinque in economica! lo aspettavo da secoli! e poi Percy e mi intriga la collezionista di ricette segrete..aylad

    RispondiElimina
  3. non vedo l'ora di avere Batti il cinque tra le mie manine!sono secoli che lo aspetto XD

    RispondiElimina
  4. ottimo, mi segno solo
    -"Batti il cinque" di Janet Evanovich

    RispondiElimina
  5. Questa settimana "La meccanica del cuore" ed "Oksa Pollok e la foresta scomparsa"!

    RispondiElimina
  6. Finalmente Batti il 5!!!
    Prenderò anche La 18a luna, sto giusto leggendo il libro precedente.
    Come sempre grazie per le uscite settimanali!

    RispondiElimina
  7. Mi sono segnata un paio di titoli interessanti :)
    Approfitto per ringraziarti per il magnifico lavoro che fai scrivendo questa lista! :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Prego Camilla, è un piacere! ^_^

      Elimina
  8. Mi ispirano molto "La meccanica del cuore" e "Sognando california"

    RispondiElimina
  9. Evviva! Oggi esce "Batti il cinque"! Ci sono anche la diciottesima luna e Percy, ma l'uscita della Evanovich è quella che aspettavo di più!!Stavo quasi per cedere e comprare la versione cartonata, ma finalmente è uscita l'economica (almeno ho tutta la serie uguale!)!!
    Grazie della notizia e buona giornata a tutti! ^_^

    RispondiElimina
  10. Tutte pazze (giustamente) per la Evanovich! Perchè la Salani, e quindi la TEA, non si decide a velocizzare la uscite di questa serie?I libri di certo non mancano! ;)

    RispondiElimina