lunedì 5 aprile 2010

Uscite della settimana: dal 05/04 al 09/04

6 Aprile


-"L’ultima profezia" di Zecharia Sitchin (ed. Nord, 18.50€): Quando Michelangelo nel Giudizio Universale raffigura il Serpente tentatore intrecciato all’Albero della Conoscenza e gli dà fattezze umane, rivela un’inaspettata familiarità con fonti non ortodosse e molto antiche. Perché il disegno ricorda il geroglifico che indica il dio egizio Ptah, composto da due serpenti intrecciati, e molto simile alla doppia elica del DNA. Sono molti altri gli elementi che, nella Cappella Sistina, rimandano ad antiche conoscenze perdute. E dove, se non nelle più segrete stanze del Vaticano, Michelangelo poteva aver attinto a quei misteri? Un filo rosso unisce il cuore della cristianità e le piramidi, la Sacra Sindone e Nazca, un filo che conduce alle origini divine dell’uomo. Adamo, che in ebraico vuol dire “che già esisteva”, riceve dal creatore il segreto per elevarsi al di sopra delle altre creature. Quale sia quel segreto Zecharia Sitchin lo ha svelato nei suoi studi, e ora ripercorre i luoghi chiave della sua ricerca, dalla Grande Piramide di Giza, dove è stata scoperta l’esistenza di una camera segreta mai svelata prima, alle vette delle Alpi, passando dalla culla dell’antichità, Roma.

-"Le cose che so di lui" di Gottlieb Eli (ed. Piemme 17.00€): Nick Framingham e Rob Castor sono stati amici per molti anni. Un legame profondo li ha uniti fin dall’infanzia. Rob a venticinque anni era diventato uno scrittore anche piuttosto famoso. Ma ora, dodici anni dopo, Rob ha ucciso la sua fidanzata Kate e si è suicidato. Nick è sconvolto. Il profondo sentimento di stima e ammirazione verso l’amico viene improvvisamente spezzato e il dolore per la perdita alimenta in lui il desiderio di cercare le ragioni di quello che è successo, nella vita di Rob e nella sua. Nick si butta alla ricerca quasi ossessiva di risposte ai perché che la mancanza di Rob gli sta ponendo. Un percorso che lo porta a perdere a poco a poco il contatto con la propria vita, travolto da un dolore che la moglie Lucy non comprende, e a sprofondare in una ricerca interiore, mentre il castello di menzogne su cui reggeva la sua esistenza si sfalda. I sentimenti di fedeltà, amore, amicizia mostrano a Nick il loro lato oscuro e si trasformano in tradimento, apatia, gelosia e invidia. Ma finalmente una nuova verità, quella che sua madre gli racconta dopo un silenzio durato trent’anni, lo riconcilia per sempre a Rob nel ricordo, mostrando il vero volto della lealtà che lo aveva legato all’amico fino alla morte. Una profonda e intensa indagine psicologica che tocca i temi dell’amicizia, dell’amore e delle sue delicate alchimie.

-"La donna che leggeva la morta" di Carol O'Connell (ed. Piemme, 17.50€): Da vent’anni l’ex giudice Henry Hobbs attende di sapere che ne è stato di suo figlio Josh, scomparso nel nulla a soli quindici anni, dopo essersi addentrato nei boschi una sera come tante. Ma per quanto intensamente abbia sperato nel suo ritorno, mai si sarebbe immaginato che avvenisse così: un osso alla volta. Nel cuore della notte, qualcuno deposita quei resti sull’uscio di casa sua. Tuttavia, il vecchio Hobbs non vuole denunciare l’accaduto finché lo scheletro non sarà completo: per lui è più importante dare degna sepoltura al figlio. il macabro rituale va avanti ormai da mesi quando Oren Hobbs, figlio maggiore del giudice, ne viene a conoscenza. a differenza del padre, Oren non ha intenzione di seppellire la verità: quei “doni” misteriosi potrebbero fare luce una volta per tutte sul caso mai risolto. Non è soltanto il suo istinto di detective a spingerlo a riaprire l’indagine. È anche il senso di colpa. quello che da vent’anni rende la sua vita un incubo. Perché, quella notte, Oren era entrato nel bosco insieme a Josh, e ne era uscito solo. Perché era stato lui il primo sospettato, con tutti i suoi silenzi sulla ricostruzione dei fatti. adesso, Oren deve tornare a fare i conti con il suo passato e scavare tra menzogne e omertà della città in cui è nato, dove tutti hanno qualcosa da nascondere. E dove era forse suo fratello Josh a custodire il segreto più scomodo.

-"Il club delle poche ma buone" di Laurie Notaro (ed. economica Piemme, 10.00€): Laurie ha quasi procurato un infarto a sua madre il giorno in cui, davanti al medico, si è accorta che l'alluce della figlia svettava nudo da un orripilante buco nei collant. Con quelle credenziali sua figlia non sarebbe mai entrata nella casta di reginette perfettine a cui lei vorrebbe tanto che assomigliasse. E di questo Laurie era molto fiera. Insieme alle sue amiche, lei componeva invece una casta alternativa, il circolo delle poche ma buone. D'altra parte, è a loro, e non alle rivali sempre in piega, che succedono le cose più divertenti. Un club selezionatissimo e assolutamente solidale di "ragazze idiote", troppo giuste per far parte del club di quelle "intelligenti". Così, con una buona dose di ironia e un forte senso dell'umorismo, Laurie racconta le sue avventure di ragazza maldestra ma in gamba. Tra fidanzati fannulloni e beoti, amnesie del giorno dopo, una madre che dispensa sentenze più di un giudice, colloqui di lavoro al limite dell'assurdo, cosmiche perdite di chiavi e disavventure di varia entità, a colpi di risate e di sarcasmo Laurie si fa strada nella giungla di tutte quelle ragazze magre, eleganti e dalle unghie sempre perfettamente laccate ma terribilmente noiose

-"Le conseguenza del caso" di Alessandra Fiori (ed.Piemme, 15.00€): Tutto ciò che chiara desidera è trascorrere una tranquilla estate al mare: un paio di mesi nella villa di famiglia, a Fregene, con il marito, da tempo alla ricerca dell’ispirazione per un libro di dubbio interesse sul calcio, e la figlioletta di un anno. certo già dalle prime ore, sotto il sole cocente del primo d’agosto, in fila sull’Aurelia con altre migliaia di auto, la familiare carica all’inverosimile, si può dedurre che la loro non sarà un’estate riposante. Ma in quel luogo chiara sa di poter ritrovare un angolo della sua infanzia, l’odore di resina, i castelli di sabbia e il ricordo di una famiglia unita e spensierata. La realtà che si trova di fronte, però, è un’altra: la popolazione estiva di Fregene, la cosiddetta “Roma bene”, è più che nel passato chiusa e ipocrita, pettegola e pronta a intromettersi nella vita degli altri. E proprio da queste chiacchiere intrusive e dalla comparsa di Valeria, una giovane molto affascinante che pare conoscere ogni dettaglio della sua vita, chiara scopre un segreto nel passato del padre, l’uomo premuroso e sempre presente che lei credeva un libro aperto, un eroe senza macchia. Scoprirà che i suoi l’hanno cresciuta in un mare di bugie e che anche il suo matrimonio con Marcello, soggiogato dal fascino proibito di Valeria, non è poi così perfetto. Solo attraverso lo scontro con chi le è più vicino e la fuga da quella prigione dorata, chiara potrà rimettere insieme i pezzi di vita che le sembravano perduti. Fino a scoprirsi diversa. una Cibrario sarcastica e pungente che mette in ginocchio il perbenismo borghese.

-"Dio ha misurato il tuo regno" di Miklos Banffy (ed. Einaudi, 24.00€):Nell'Ungheria di inizio novecento le crisi politiche si succedono: l'equilibrio della monarchia austroungarica è sempre più precario, l'instabilità sta portando il Paese al collasso e l'aristocrazia, che fino ad allora ha retto i destini dello Stato, dimostra tutta la sua inettitudine. Attraverso gli occhi dei tre protagonisti (il giovane conte Bàlint Abàdy, che è appena tornato da una missione diplomatica all'estero per assumere un ruolo di alta responsabilità politica; suo cugino Làszló Gyeröffy, un artista promettente; e la sua amica Adrienne Miloth, una sposa infelice) il romanzo rivela al lettore gli avvenimenti politici e sociali che portarono alla caduta dell'Impero. Grandi battute di caccia, balli sontuosi, duelli, corse a cavallo, banchetti, fortune dilapidate al tavolo da gioco, sono lo sfondo di questo appassionante e profetico romanzo: il perfetto ritratto di una classe sociale che era in procinto di scomparire per sempre.

-"Eva dorme" di Francesca Melandri (ed. Mondadori, 19.00€):Eva è una quarantenne altoatesina, una donna libera e affermata nella sua professione di PR. Alla vigilia di Pasqua riceve una inattesa comunicazione da Reggio Calabria. Vito è molto malato e vorrebbe vederla per un’ultima volta. Ma chi è Vito? È un carabiniere che ha prestato servizio per anni in Alto Adige. Anni cupi, di tensione, di attentati, quelli di fine Sessanta. Anni che non impedirono l’amore tra uno smarrito giovane carabiniere italiano e una ragazza madre altoatesina, una giovane cuoca, Gerda, sorella di un terrorista e mamma di Eva. Vito è l’unico uomo che Eva abbia mai sentito come possibile padre. Ma perché è tornato in Calabria? Che cosa è stato del grande, struggente, forse impossibile amore tra lui e Gerda? Per Eva è arrivato il momento di sapere.

-"Questo libro potrebbe farvi male" di Bosch Pseudonymus (ed. Mondadori, 17.00€): "Tra le pagine di questo libro è nascosto il segreto del cioccolato più buono del mondo. Le vostre papille gustative fremeranno di piacere! Il vostro palato gorgheggerà! Oh, no, accidentalmente vi ho fatto venir voglia di leggere questo libro? Be', io vi avverto: le cose più squisite non fanno mai bene" e questa storia è particolarmente succulenta! P.B. Già, perché in questa vicenda che farà la gioia del vostro dentista, la madre di Cass viene rapita dal malvagio chef pasticcere e cioccolatiere, il Senor Hugo! Il riscatto... be', non può essere che il leggendario "diapason culinario" (creato da uno stregone azteco per mescolare la cioccolata dell'imperatore e capace di conferire al cibo qualunque sapore). Riusciranno Cass e Max-Ernst a trovare il magico strumento prima che sia troppo tardi? Se la storia vi tenta... assaggiate pure, ma ricordate: questo libro vi farà male!

-"Wunderkind. La rosa e i tre chiodi. Vol. 2" di D'Andrea G. L. (ed. Mondadori, 17.00€): Caius è il Wunderkind. È con questa rivelazione che la sua vita si è trasformata in un incubo e Parigi si è rivelata come una finestra sull'inferno. Terribili creature la abitano: i Cambiavalute, esseri capaci di generare incantesimi sacrificando i propri ricordi; Bulywyf, il licantropo prigioniero di un supplizio che è la sua stessa salvezza; il Venditore, un uomo tanto abietto quanto il suo corpo è deforme, mosso da un solo proposito: catturare Caius... Nei vicoli del Dent De Nuit, il quartiere non segnato sulle mappe, non c'è più posto per l'innocenza.


-"Come il mare d'inverno" di Susanna Krearsley (ed. Sperling e Kupfer, 19.90€):Carolyn McClelland, scrittrice di successo alle prese con un blocco creativo, decide di andare in Scozia per ritrovare la giusta ispirazione. Persasi in auto sulla costiera per Aberdeen, viene attratta dalle rovine di un castello a picco sul mare, da cui rimane ben presto stregata. È il posto perfetto per il suo nuovo romanzo, una storia d’amore ambientata tre secoli prima. D’un tratto, i protagonisti della vicenda scaturiscono dalla penna di Carolyn come se le sussurrassero all’orecchio cosa scrivere. Tra questi, spicca Sophia, e quando Carolyn inizia a raccontare la sua storia, ciò che scrive non le sembra frutto dell’immaginazione, ma dei propri ricordi...

-"Ricordati di guardare la luna" di Nicholas Sparks (ed. economica Sperling, 13.00€):John Tyree è un ragazzo solitario e ribelle che ha trovato sfogo all'indole violenta arruolandosi nell'esercito e facendosi mandare di stanza in Europa. Savannah Lynn Curtis è una studentessa esuberante e idealista che trascorre l'estate dedicandosi al volontariato con un gruppo religioso. Quando per caso si incontrano sulla spiaggia di Wilmington, nel North Carolina, durante una licenza di lui, capiscono di avere affinità profonde e giurano di amarsi per sempre. Per John la fine della ferma non è lontana e le lettere della sua ragazza gli rendono meno pesante il trascorrere dei mesi. Manca poco al congedo quando sulle Torri Gemelle si scatena l'inferno e il soldato, anziché tornare a casa, sceglie di essere inviato in Medio Oriente. Cinque anni dopo, rimpatriato d'urgenza per assistere il padre morente, John va alla ricerca di Savannah e si trova di fronte a una realtà totalmente inaspettata...Da questo libro è tratto il fim "Dear John" in uscita a Maggio.

-"Il gioco delle verità" di Sveva Casati Modigliani (ed. economica Sperling, 13.00€): L’appassionante confronto fra due generazioni di donne: Roberta, giovane libraia in piena crisi esistenziale e coniugale, e la madre Malvina, femminista convinta che all’epoca del Sessantotto aveva deciso di vivere a modo suo. Una storia di legami profondi, di scabrosi segreti e di passioni sincere. Il viaggio emozionante di Sveva nel cuore e nelle aspirazioni femminili, sullo sfondo degli ultimi cinquant’anni.





7 Aprile

-"Chie-Chan e io" di Banana Yoshimoto (ed. economica Feltrinelli, 6.50€): Kaori è una quarantenne single che lavora nel settore dell'importazione di abiti, accessori e articoli griffati dall'Italia. Viaggia spesso per lavoro, per acquistare la merce da rivendere nel negozio di una zia. Parla molto bene la nostra lingua, avendo vissuto per un certo periodo in Italia. Sua cugina Chie è una ragazza sui trentacinque anni, estremamente silenziosa e introversa, che dopo la morte della madre si è trasferita a vivere da Kaori. Fra le due si è instaurato un rapporto di amicizia molto profondo. Sarà un segreto nella vita dell'una e un amore nella vita dell'altra a scombussolare la serenità della loro esistenza in comune e a portare Chie a fare i conti con il proprio passato mettendo Kaori davanti a una scelta dolorosa. Un romanzo sull'amicizia, su come un'amica possa diventare anche una sorella, una figlia e una madre affettuosa.

-"Beethoven era per un sedicesimo nero" di Nadine Gordimer (ed. economica Feltrinelli, 8.00€): Tredici racconti. Tredici frammenti di vite. Storie d'amore. Gli incontri veri o immaginati dell'autrice con alcuni grandi scrittori del ventesimo secolo. La storia che da il titolo alla raccolta, vede un professore di biologia di Johannesburg ripercorrere la propria storia familiare. Al centro un tema paradossale e significativo: se un tempo tutti desideravano avere almeno una goccia di sangue bianco nelle vene, oggi vale l'esatto contrario, e avere almeno un sedicesimo di sangue di colore è raccomandato quasi si trattasse di un indizio di "nobiltà sociale". Con mano sicura Gordimer indaga fra le pieghe dei sentimenti e del rapporto di coppia: attraverso i sensi (udito, olfatto) i diversi protagonisti prendono coscienza di dolorose verità.

-"Io sono di legno" di Giulia Carcasi (ed. economica Feltrinelli, 7.00€):Una madre e una figlia. La figlia tiene un diario e la madre lo legge. Alla storia di anaffettività, di sentimenti negati o traditi della giovane Mia, Giulia risponde con la propria storia segnata da quell'"essere di legno" che sembra la malattia, il tormento di entrambe. È come se madre e figlia si scrutassero da lontano, o si spiassero, immobilizzate da una troppo severa autocoscienza. Bisogna tornare indietro. E Giulia lo fa. Torna a riflettere sulla giovinezza ferita dall'egoismo e dalla prepotenza di una sorella falsamente perbenista, sul culto delle apparenze della madre e sul conforto che le viene da una giovane monaca peruviana, Sofia. Torna a rivivere i primi passi da medico, fra corsie e sale operatorie, il matrimonio con un primario, la lunga attesa di una maternità sofferta e desiderata. Più la storia di Giulia si snoda nel buio del passato, più affiorano misteri che chiedono di essere sciolti. E il legno si ammorbidisce. Ma per madre e figlia l'incontro può solo avvenire a costo di pagare il prezzo di una verità difficile, fuori da ogni finzione.

-"I giorni nudi" di Claudio Persanti (ed. Feltrinelli, 17.00€): Tutto suona consumato o conflittualmente legato al passato nella vita di Alberto, sceneggiatore cinquantenne: la società che da dieci anni conduce con successo insieme al collega e amico Guido, l’ex moglie che gli rinfaccia silenziosamente le promesse non mantenute, il lavoro per le serie tv e gli accordi sottobanco che lo governano. La sensazione che lo scava dentro è di aver macinato soltanto acqua. Una notte, al pronto soccorso dov’è finito per una caduta in moto, Alberto incontra – infortunata come lui – la ventenne Lucia, bellissima, curiosa, intelligente. Nasce un’amicizia che si trasforma in una relazione appassionata, libera, appagante. È una rinascita, è il cambiamento che Alberto ha tanto atteso e che va di pari passo con l’insorgere di nuove idee, nuovi progetti, e con l’inspiegabile scioglimento della società proprio nel momento in cui ha raggiunto l’apice del suo sviluppo. Ma è davvero un cambiamento? Una voce interiore continua a ripetere ad Alberto che, dietro il tendersi dei corpi, formicola già l’angustia della perdita, lo smorzarsi della speranza. Cosa c’è al di là della dolcissima nudità dei corpi?


-"Luna" di Julie Ann Peters (ed. Giunti Y, 14.50€): Regan, fin da piccola, ha sempre saputo che suo fratello Liam fosse diverso dagli altri. Liam ha sedici anni. È alto, bello, muscoloso e corteggiatissimo ma la verità è che si sente una ragazza intrappolata dentro un corpo da ragazzo. Regan è l'unica condividere questo segreto con Liam - o Luna come preferisce farsi chiamare - che ogni notte in camera della sorella si trasforma con trucchi e vestiti da ragazza nel suo alterego femminile. All'insaputa dei genitori, una madre troppo occupata nella sua professione di wedding planner e un padre frustrato da un lavoro rutinario, Regan si trova da sola a dover aiutare e sostenere il fratello (quasi una sorella) nel difficile percorso verso la trasformazione. Ma anche per Regan è il momento del cambiamento e quando, durante una lezione di chimica, un ragazzo appena trasferito nella sua scuola, si accorge di lei, insieme ai primi turbamenti del cuore arrivano anche le complicazioni che l'avere un fratello trans comporta...

-"Il risveglio" di J.R.Ward (ed. Rizzoli, 16.00€): Nella Confraternita del pugnale nero entrano solo i vampiri più nobili e spietati, in lotta perenne contro una società segreta che vuole sterminarli. a il capo della Confraternita e una giornalista di 25 anni che sta per trasformarsi in vampira (e non lo sa) si scatena la passione.

-"Green Zone" di  Rajiv Chandrasekaran (ed. Rizzoli 24/7): Nella Green Zone - la sede del governo americano di transizione in Iraq - il bar serviva carne di maiale a pranzo e a cena. Il personale esperto è stato sostituito da giovani alle prime armi, il cui unico merito era essere fervidi sostenitori di Bush. Per mettere ordine nel traffico si è pensato bene di tradurre in arabo il codice della strada del Maryland. Sono solo alcuni errori - i meno gravi - degli americani a Baghdad. Rinchiusi in uno spazio protetto ben lontano dalla città che avrebbero dovuto ricostruire, hanno trasformato la Green Zone nella Città di Smeraldo di Oz: un luogo di fantasia crollato su se stesso. Dopo 18 mesi in Iraq e un anno di minuziose interviste, Chandrasekaran racconta le conseguenze devastanti dell'incompetente gestione del proconsole americano Paul Bremer: inadempienze, corruzione, scontri, scandali e catastrofi culturali. Da questo libro il film "Green Zone"con Matt Damon in uscita il 9 Aprile

-"Incidente artico" di Robert Ludlum, James H. Cobb (ed. Rizzoli, 20.00€):  Quando in un’isoletta dell’arcipelago artico canadese viene alla luce un bombardiere sovietico carico di una micidiale arma batteriologica, il presidente degli Stati Uniti invia una squadra di Covert-One e una missione di scienziati al comando di Jon Smith. È una lotta contro il tempo: bisogna recuperare l’antrace prima di un trafficante d’armi e dei suoi mercenari, decisi a mettere le mani su un’arma da rivendere a qualche Statocanaglia. Ma i russi sanno che quell’aereo nasconde un segreto ancora più scottante, e sono disposti a uccidere pur di proteggerlo. Tra gli inospitali ghiacci del Polo, Jon Smith dovrà affrontare agguati, tradimenti e colpi di scena per salvare non solo la sua vita, ma la pace mondiale.

-"Quello che non ci siamo detti" di Marc Levy (ed. economica Bur, 10.00€):Pochi giorni prima di sposare Adam, Julia riceve una telefonata. Suo padre, come al solito, non potrà venire. Stavolta però ha una scusa inoppugnabile: è morto. Cosa che non gli impedirà, tuttavia, di tornare dalla figlia per sistemare alcune questioni in sospeso… Marc Levy ritrova le atmosfere magiche e delicate che hanno fatto il successo di “Se solo fosse vero”.





-"Il sangue senza tempo" di Maxime Chattam (ed. Rizzoli, 16.00€): Marion, segretaria dell'Istituto di medicina legale di Parigi, è la scomoda testimone di quello che potrebbe essere un delitto politico. Per proteggerla, la polizia la nasconde a Mont-Saint-Michel, e lì, mentre aiuta il frate bibliotecario, Marion scopre il misterioso diario di un investigatore inglese, Jeremy Matheson, inviato in Egitto nel 1928. Jeremy deve fare luce su una serie di atroci delitti: alcuni ragazzini dei sobborghi più poveri del Cairo sono stati strangolati da una creatura dalla forza smisurata. Per la popolazione si tratta di uno spirito maligno. ma Jeremy ha ben altri sospetti. Mentre sprofonda nella lettura, Marion comincia a chiedersi come ha fatto il diario a finire nella biblioteca di Mont-Saint-Michel. Forse un monaco è coinvolto in quel mistero? O forse e la stessa vicenda di Marion a essere legata a quell'antico enigma?




8 Aprile

-"Jane e lo spirito del male" di Stephanie Barron (ed.TEA, 12.00€): Canterbury, 1805. Nell’aristocratica cittadina, gremita di tutta la migliore società inglese in occasione delle annuali corse di cavalli, l’atmosfera si presta agli scandali. Eppure, neanche Jane è preparata alla drammaticità degli eventi di cui sta per essere involontaria spettatrice: una nobildonna francese di straordinaria bellezza, nota per i suoi costumi sfacciati, viene trovata morta, orrendamente strangolata. Lo scalpore e lo shock lasciano presto spazio alle accuse, e gli occhi di tutti puntano su un uomo, un mascalzone che non aveva fatto mistero della sua attrazione per la vittima. Ma Jane, come sempre, non ama fermarsi alle apparenze e decide di approfondire le indagini per conto suo, portando presto alla luce una serie di indizi per lo meno insoliti, che conducono tutti nella stessa direzione. Intanto, la flotta francese si sta avvicinando alle coste del Kent, minacciando l’incolumità della popolazione. Tuttavia, Jane non è disposta ad abbandonare il caso per mettersi in salvo in terre più sicure, anche se la sua sete di giustizia potrebbe metterla in pericolo … 

-"Come lui voleva" di Anita Shreve (ed. economica TEA, 9.00€): 1899. Etna Bliss si è appena trasferita a vivere nel New England, quando la sua vita cambia corso all’improvviso, una sera. Sfuggita all’incendio divampato nel ristorante in cui stava cenando, si ritrova in mezzo alla strada innevata, tra il fumo e la confusione generale, in piedi sotto la luce di un lampione. Lì viene notata da un uomo, Nicholas Van Tassel. Ambizioso e ipocrita, da quel momento sposarla diventa il suo unico obiettivo. Nasce così la drammatica storia del loro matrimonio, che Anita Shreve ci restituisce scandendo inesorabilmente i ritmi e i silenzi della vita famigliare, la forza sconvolgente del desiderio e il potere distruttivo dell'ansia e del sospetto.

-"Il mondo è un teatro-La vita e l'epoca di W. Shakespeare" di Bill Bryson (ed. economica TEA, 8.60€): Sulla vita e l’opera di William Shakespeare sono stati versati fiumi d’inchiostro, quasi nulla tuttavia possiamo affermare con certezza, tanto che alcuni studiosi hanno persino dubitato della sua esistenza. Attingendo al guazzabuglio di curiosità che ruotano intorno alla figura del bardo, Bill Bryson ci offre oggi uno Shakespeare mai raccontato e un delizioso affresco della vita londinese nel periodo elisabettiano, in cui i teatri, sempre affollati, aprivano alle due del pomeriggio, il biglietto d’ingresso costava un penny e per gli spettatori più golosi erano in vendita birra, pan di zenzero, noci, mele e pere «che potevano trasformarsi in missili nei momenti di delusione». E, con la consueta scrittura brillante e divertente, ricostruisce non solo la biografia di un uomo, ma anche un’epoca di intensa vivacità culturale e grande libertà di pensiero.

-"Bastardi senza nome" di Simona Sparaco (ed. Newton Compton, 14.90€): Svevo Romano è il classico uomo che nessuna donna vorrebbe mai incontrare sul proprio cammino: narcisista e superficiale, è all’apice della carriera, subissato di impegni, e trascorre le sue serate nei locali più esclusivi, tra eccessi e donne da capogiro. Finché un giorno, all’imbarco di un aereo che deve portarlo dalla bellissima amante parigina, la mente comincia a giocargli un brutto scherzo: la sua percezione del tempo subisce un’improvvisa accelerazione. Svevo si ritrova costretto a una frenetica corsa per salvare tutto quello che ha sempre ritenuto importante, ma il tempo sembra spazzare via ogni cosa, facendo luce su un passato difficile e sullo squallore della sua esistenza. A correre in suo aiuto quando tutto sembra perso è lo sguardo di una sconosciuta, una donna molto diversa da quelle di cui si è circondato finora. Con lei, come per incanto, il mondo rallenta, e la vita sembra acquistare un significato che va ben oltre i confini del tempo e dello spazio. Dopo averci raccontato, con il bestseller Lovebook, un grande amore nato sui social network, Simona Sparaco esplora la frenesia dei tempi moderni e ci regala una storia originale e poetica, per capire come il tempo vissuto senza amore sia soltanto tempo sprecato.

-"Billy Bones sulla strada per maipiù" di Christopher Lincoln (ed. Newton Compton, 12.90€):Cosa ci sarà dietro le mura fantasmatiche del Maniero delle Buone Maniere? Per Billy e Melisenda è arrivato il momento di scoprirlo, ma quando l’intrepida ragazzina e Tristo, lo zio dell’avventuroso scheletrino, vengono catturati e portati nel terribile mondo di Maipiù, Billy dovrà cavarsela da solo e tirare fuori tutto il coraggio che possiede per vincere la sfida più terrificante dell’Oltretomba e salvare i suoi amici… Una fantasmagorica avventura che potrebbe far venir voglia a tutti gli scheletri di saltare fuori dall’armadio! Una nuova sinistra storia, dove l’amicizia si rinsalda, il tradimento è in agguato, le trappole non si fanno aspettare… e l’eroismo “si fa vivo” anche nei posti più impensabili!

-"Max-Maximum ride" di James Patterson (ed.Nord, 16.60€): Max, Fang, Iggy, Nudge, Gasman e Angel sono stati vittime di un esperimento che ha mutato per sempre il loro DNA. Cresciuti in un laboratorio e, una volta fuggiti, costantemente braccati dai loro stessi creatori, i ragazzi sono costretti a combattere non solo per se stessi, ma per la salvezza del mondo intero... Non si può certo dire che Max e il suo gruppo di amici "alati" abbiano avuto una vita tranquilla. Ma stavolta c'è addirittura di mezzo la vera mamma di Max - la sua mamma "umana" - ritrovata dopo mille avventure e peripezie e adesso caduta nelle mani di un folle assassino, il cui obiettivo finale è scatenare una catastrofe ecologica su scala mondiale. I sei ragazzi sono più che disposti a collaborare con la Marina degli Stati Uniti, in prima linea nella caccia all'uomo che sta mettendo in pericolo la sopravvivenza della Terra, ma, per farlo, dovranno spingersi là dove si nasconde la fonte del male, cioè negli abissi dell'oceano. E può esserci qualcosa di più terrorizzante - per individui che sono al novantotto per cento umani e al due per cento uccelli - dell'essere costretti a combattere in un mondo fatto unicamente d'acqua, gelido, oscuro e insondabile?

-"La lettera perduta" di Steve Mariani (ed. Nord, 18.60€): La voce cristallina di Leigh Llewellyn, la soprano più celebre del mondo, si è spezzata in un grido di terrore e il suo viso angelico è ormai una maschera di sofferenza. La donna è infatti convinta che qualcuno abbia assassinato Oliver, suo fratello, e abbia tentato di rapirla e ucciderla. Ma la polizia non le crede e lei, disperata e atterrita, non può che rivolgersi all'ex fidanzato ed ex SAS, Ben Hope, chiedendogli aiuto. Le uniche tracce del mistero sono contenute in alcune ricerche del fratello, impegnato a dimostrare che Wolfgang Amadeus Mozart non è andato incontro a una morte naturale, ma è stato ucciso da una loggia massonica con dell'acqua toffana - un misto di veleni molto in voga nel Settecento -, forse perché aveva rotto il Codice del Silenzio della massoneria, oppure era diventato membro di un altro ordine, ancora più segreto e potente. Ma quale rapporto ci può essere tra l'assassinio di Mozart e quello di un uomo del XXI secolo? Il primo indizio arriva con un CD, spedito da Oliver alla sorella poco prima di morire e che contiene il video di una brutale esecuzione. Il secondo indizio si nasconde nell'ultima lettera scritta da Mozart prima della morte e andata perduta... almeno fino a oggi. Il terzo indizio è un puzzle, le cui tessere sono sparse tra le guglie di Oxford e i canali di Venezia, tra i palazzi di Vienna e le montagne della Slovenia. Un percorso mortale per rivelare un segreto che ha attraversato i secoli.

-"L'amica di un tempo" di (ed. Giano, 19.00€):Cassandra Fallows è una scrittrice. I suoi primi due libri sono stati dei formidabili bestseller. Il terzo libro, però, un romanzo, si è rivelato un autentico fiasco. Doloroso, anche perché del tutto inaspettato. Per ritornare ad avere successo, Cassandra sa di aver bisogno di qualcosa di forte da offrire ai suoi lettori e crede di averlo trovato. Quand'era ragazza viveva in un quartiere multirazziale di Baltimora e le sue migliori amiche erano tutte nere: Donna, elegante e privilegiata, Tisha, brillante e furba, Fatima, sfrenata e mondana, e Calliope, una bambina timida, tranquilla e discreta. Calliope Jenkins è stata accusata di aver soppresso il figlio neonato. Il corpo del bambino non è mai stato trovato e il suo ostinato silenzio ha costretto il giudice a incarcerarla per oltraggio alla corte. Ha taciuto per ben sette anni Calliope, finché la corte non l'ha lasciata andare. Nessuno ha finora risolto il mistero:ha ucciso veramente il figlio o si è presa la colpa per proteggere magari un fidanzato? E perché del bambino non vi è più alcuna traccia? Sicura di avere tra le mani una storia che promette di essere un bestseller, Cassandra fruga negli oscuri segreti di Calliope. Ma più si avventura nella vita passata dell'amica di un tempo, più penetra nella sua di vita, segnata da dolorosi ricordi rimossi. Ritornando alle atmosfere di I morti lo sanno, Laura Lippman costruisce una storia in cui i conflitti razziali, i legami familiari e gli autoinganni formano un thriller cosi teso che il lettore ha quasi paura di continuare a leggere 

7 commenti:

  1. Oh, wow, per una volta un libro solo!!! "Il risveglio" della Ward, senza ombra di dubbio : D

    RispondiElimina
  2. io invece...niente!!o almeno per ora niente ma durante la settimana qualcosa da comprare lo trovo sempre!!!
    ci sarebbe quello di sparks ma aspetto una promozione perchè 13 euro per un economico mi sembra eccessivo!
    anch'io devo leggere la ward ma forse ho trovato il modo di reperire quelli in edizione mondolibri....

    RispondiElimina
  3. si, è decisamente eccessivo!
    mmh, lo so che non c'entra, ma scriverai una recensione de "L'ultimo istante"? sono curiosa di sapere che ne pensi!!!!

    RispondiElimina
  4. sììì!è quasi pronta, stasera o più probabimente domani la posto!

    RispondiElimina
  5. wow, grazie, non vedo l'ora!!!

    RispondiElimina
  6. per e nada *_* tiro un'altro respiro di sollievo fino alla prossima settimana!!!!

    RispondiElimina
  7. io prenderò il libro di Sparks quasi sicuramente!sarà il primo libro di quell'autore che prenderò :)

    Babi

    RispondiElimina