giovedì 28 luglio 2011

In libreria: "La stanza del male" di Jerker Eriksson e Håkan Axlander Sundquist (+ giveaway)

Quanto dolore si può sopportare prima di diventare un mostro? Questo il quesito che i due anomali ed eclettici scrittori svedesi Jerker Eriksson e Håkan Axlander Sundquist pongono al lettore nel loro primo romanzo, La stanza del male previsto in Italia per l'8 settembre e che, a detta della Corbaccio, diventerà un vero e proprio caso editoriale anche da noi dopo l'enorme successo in patria. Un thriller cupo, inquietante, psicologico, pauroso...siete pronti a soffrire di insonnia?!

Titolo: La stanza del male
Titolo originale: Krakflickan
Autori: Jerker Eriksson e Håkan Axlander Sundquist
Editore: Corbaccio
Pagine: 380
Prezzo: 18.60€

Svezia, tardo pomeriggio, un appartamento chic della capitale. La psicoterapeuta Sofia Zetterlung è assorta nello studio delle cartelle cliniche di due casi che la turbano particolarmente: Samuel Bai, ex bambino soldato dalla Sierra Leone e Victoria Bergman, donna di mezza età con una profonda e misteriosa ferita risalente all’infanzia. Due persone diverse accomunate però dallo stesso problema: mostrano lampanti sintomi di personalità multipla.
Contemporaneamente, alla periferia di Stoccolma viene ritrovato il cadavere di un ragazzino che ha subito pesanti violenze. Nessuno reclama il corpo: il ragazzo è di origine straniera, nessuno sente la sua mancanza. Non è un caso da prime pagine dei giornali, ma il commissario di polizia Jeanette Kihlberg sa che non riuscirà più a chiudere occhio finché non l’avrà risolto. E sa che da sola non ce la farà. Ha bisogno di un esperto in grado di entrare nella mente di un assassino così efferato, e contatta Sofia, riconosciuta in tutta Stoccolma per la sua abilità di profiler. Al primo omicidio ne seguono altri, tutti con le stesse atroci modalità. È un serial killer quello che cercano, ma la domanda che Jeannette e Sofia si pongono è la stessa: prima chi era? Adesso è un mostro ma prima era un uomo. E quanto deve soffrire un uomo per trasformarsi in un mostro?
Jeannette e Sofia hanno in comune tante cose, una professione che le costringe ad affrontare quotidianamente il male, e una vita privata insoddisfacente, due compagni egoisti in crisi di mezza età. Lavorando fianco a fianco diventano amiche. Ma una spirale di eventi e di colpi di scena porterà entrambe di fronte a una verità insospettata e terribile, che metterà in pericolo la loro vita…



Gli autori
Håkan Axlander Sundquist. Nato a Linköping, cresciuto a Falun, Stoccolma e a Gävle, è stato assistente bibliotecario, condannato per renitenza alla leva, operaio in una fabbrica di birra, guardaboschi, distributore di giornali, magazziniere, tecnico del suono, imbianchino, muratore, falegname, macchinista teatrale, cameramen, webdesigner, editorialista, gallerista, musicista.capo bibliotecario.
Jerker Eriksson. Nato e cresciuto a Gävle. Prima di scoprire di essere un romanziere, per mantenersi è stato lavapiatti, macchinista teatrale, commesso in un negozio di dischi, magazziniere, ruspista, impiegato alle poste, guardiano, imballatore, produttore musicale, cameraman, organizzatore di tournée, bibliotecario in un carcere, capo bibliotecario.

GIVEAWAY
In palio ci sono due borse: nere, lucide, capienti, con l'immagine del romanzo da un lato e la scritta "Leggere non fa male" dall'altro. E' davvero carina!
Volete provare a vincerne una?Semplice!
Leggete l'estratto del romanzo che trovate cliccando l'immagine che vedete sopra, lasciate un commento a questo post scrivendo cosa ne pensate (non solo "partecipo!") e compilate il form sottostante. Avete tempo fino al 18 agosto 19 agosto (compreso), il  20 annuncerò i fortunati vincitori!
Good Luck!

GIVEAWAY TERMINATO

23 commenti:

  1. L'estratto del libro messo a disposizione mi ha molto incuriosito, adesso non vedo l'ora che arrivi l'8 settembre per poter sapere come si sviluppa la storia.

    Erika

    RispondiElimina
  2. Musical79

    Avevo già avuto modo di leggere l'estratto direttamente dalla rivista il libraio, ma devo dire che l'ho riletto con piacere...questo ha alimentato maggiormente la curiosità e le aspettatiche che nutro nei confronti di questo thriller. Sicuramente sarà all'altezza di tutti i romanzi editi dalla Casa editrice Corbaccio come quelli di Wulf Dorn, Jodi Picoult, Charlotte Link ... Ho già segnato la data sulla mia agenda: 8 settembre 2011!!! non vedo l'ora!!!

    RispondiElimina
  3. Avevo già avuto modo di leggere l'estratto direttamente dalla rivista il libraio, ma devo dire che l'ho riletto con piacere...questo ha alimentato maggiormente la curiosità e le aspettatiche che nutro nei confronti di questo thriller. Sicuramente sarà all'altezza di tutti i romanzi editi dalla Casa editrice Corbaccio come quelli di Wulf Dorn, Jodi Picoult, Charlotte Link ... Ho già segnato la data sulla mia agenda: 8 settembre 2011!!! non vedo l'ora!!!

    RispondiElimina
  4. Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.

    RispondiElimina
  5. cavoli ma sta jeanette è una che sa il fatto suo...o meglio mi è parso così di capire dall'estratto :)
    bene, mi piacciono questo tipo di donne letterarie, percio' il libro lo prendo di sicuro!

    in quanto alle borse...come sono belle? ho le visto le foto :)

    RispondiElimina
  6. una storia davvero raccapricciante!
    già nasci in una parte del mondo che non ti offre sconti o "riduzione della pena" e quando, inaspettatamente, ti si offre uno spiraglio è per finire ammazzato in una cavolo di discarica di stoccoloma!
    'stiCa77i!

    RispondiElimina
  7. Adoro i thriller nordici, svedesi, finlandesi o islandesi che siano e uqesto non fa differenza. Gia dalle prime pagine la storia parte a mille con tesnione accompagnata da un scrittura fluida. Credo che l'attesa sarà lunga.

    RispondiElimina
  8. Avevo già letto questo estratto, fluido e scorrevole. Mi ha incuriosito molto e convinto a leggerlo. Poi le borse sono... geniali!!!

    RispondiElimina
  9. Letto l'estratto e devo dire che il libro entra subito nel vivo della scena!! Lo stile mi piace e la borsa è fantastica!!

    RispondiElimina
  10. L'attacco è davvero molto interessante, entra subito nel vivo della vicenda e promette una pioggia di colpi di scena. Non leggo un buon thriller nordico dai tempi di Lasciami entrare, in questo ripongo molte aspettative!

    RispondiElimina
  11. sicuramente mi ha incuriosito l'estratto,voglio leggere il libro anche se il genere non è il mio,però variare non può far male
    =)

    RispondiElimina
  12. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  13. Ho letto l'estratto del libro, la lettura è molto scorrevole.
    Come prima cosa, mi ha colpita l'angelo che salva l'uomo arrivato in Svezia. Per quale motivo lo fa se non lo conosce? E soprattutto lo porta in casa!! Quale compito avrà e che relazione c'è con l'omicidio?
    Molto inquientante come inizio.
    Molto carine le borsine!

    RispondiElimina
  14. Dall'estratto il librio deve essere assolutamente pazzesco!! Questi autori nordici sono veramente bravissimi!!

    RispondiElimina
  15. io sono estremamente angosciata, all'inizio sembrava tanto tranquillo, ma effettivamente essendo un thriller che ha stupito mezza Europa...
    Non sono sicura di voler leggere il libro, già il primo cadavere mi ha lasciato un forte senso di disagio O__o

    RispondiElimina
  16. Lascio solo il commento ma nn partecipo, genere ke nn fà per me, la copertina originale mi mette i brividi e la trama...la violenza sui bambini mi blocca il respiro, non posso leggerlo.

    RispondiElimina
  17. Una scrittura accattivante e che incute decisamente paura! Spero che si riveli così per tutto il romanzo!

    RispondiElimina
  18. da brivido..molto coinvolgente...ma alo stesso tempo..non so se leggerlo potrebbe avere strane ripercussioni sulla mia sfera emotiva =_="

    RispondiElimina
  19. Questo è un libro che leggerò sicuramente, a differenza di quel che accade di solito con i thriller troppo pubblicizzati.
    Oltre ad amare le ambientazioni simili, sono molto curiosa di sapere se l'autore procede parallelamente sulla vita del ragazzo e sulle indagini per arrivare a un punto comune o se il primo capitolo è soltanto un assaggio, nel primo caso sarebbe davvero interessante.

    RispondiElimina
  20. Leggendo l'estratto mi sembra di essere tornata indietro nel tempo, quando le mie letture erano i buoni horror di S.King. Non mi dispiacerebbe in effetti un bel thriller dalle emozioni forti. Certo, ammetto che leggendo queste prime pagine i sentimenti provati sono stati inquietudine e tristezza per quel povero ragazzo, ma anche adrenalina. Peccato che fosse solo un estratto: già non riuscivo a fermarmi!
    E molto bella e soprattutto utile la borsa! Resto incrociata in attesa! ;)

    RispondiElimina
  21. Ammetto che questo non è proprio il genere di lettura a cui mi dedico di solito...ma l'estratto è molto scorrevole ed immediato. Un po' inquietante forse...ma credo sia l'effetto su di me, visto che non sono abituata a letture simili...

    La borsa comunque mi piace tanto, quindi tento molto volentieri!! =)

    RispondiElimina
  22. Un libro che si rivela sin dalle prime pagine intrigante e diretto; lo stile con cui è scritto è semplice, scorrevole e in più il fatto che gli autori provengano dal Nord europa come Stieg Larsson, autore che adoro, mi fa ben sperare!
    Proprio in questo momento sto leggendo "L'ipnotista" di Lars Kepler e,al di là di alcune recensioni negative lette al riguardo, si sta rivelando una bella sorpresa! Davvero intrigante!

    RispondiElimina
  23. Che coincidenza! Il 10 Settembre sarà il compleanno di una mia cara amica e, da fanatica dei thriller qual'è,avevo in mente di regalarle proprio 'La stanza del male',avendone già apprezzato i primi capitoli ! Ora,approfittando di questo originale giveaway,potrei aggiungere questa bella borsa al libro..credo che ne sarebbe molto contenta !;)

    RispondiElimina