giovedì 15 luglio 2010

Uscite della settimana: dal 12/07 al 16/07

Sempre più tardi!Scusate, questo non è un buon periodo per me ma dalla metà della prossima settimana tutto tornerà alla normalità!
Mi dite che copertine preferite (no le edizioni economiche)?Grazie!!

13 luglio

-"Idi di Marzo" di Valerio Massimo Manfredi (ed. economica Mondadori I Miti, 6.50€): Roma, inizi di marzo del 44 avanti Cristo. Caio Giulio Cesare, il pontefice massimo, il dittatore perpetuo, l'invincibile capo militare che ha assoggettato il mondo alla legge romana, è un uomo di cinquantasei anni, solo in apparenza nel pieno della sua prestanza fisica e psichica. In realtà è stanco e malato, una belva fiaccata e rinchiusa nella gabbia dei propri incubi spaventosi. La missione di cui si sente investito - chiudere la sanguinosa stagione delle guerre fratricide, riconciliare le fazioni, salvare il mondo e la civiltà di Roma - vacilla paurosamente sotto i colpi dei complotti di palazzo, orditi da chi vede in lui il tiranno efferato, colpevole, dopo lo strappo del Rubicone, di aver messo per sempre fine alla libertà della repubblica. Cesare è come paralizzato, incapace di reggere sulle spalle il peso di un potere immenso e cerca rifugio nella preparazione dell'ennesima campagna bellica, quella contro i Parti. Ma la logica politica della congiura definitiva incalza implacabile e neppure il sacrificio eroico di Publio Sestio, il più fedele legionario di Cesare, compagno di mille battaglie, che si lancia lungo le strade che portano a Roma in una spasmodica corsa contro il tempo per tentare di salvargli la vita, né la cura devota e amorevole della moglie Calpurnia, le attenzioni dell'amante Servilia e del medico Antistio riusciranno a disinnescarla. I presagi si compiranno, le Idi di marzo deflagreranno e il mondo non sarà più lo stesso.

-"Kay Scarpetta" di Patricia Cornwell (ed. economica Mondadori I Miti, 6.50€): Abbandonato il suo lavoro di patologa forense a Charleston, in South Carolina, Kay Scarpetta viene convocata dal dipartimento di polizia di New York per esaminare un paziente dell'ospedale psichiatrico di Bellevue accusato di omicidio, il quale ha espressamente fatto il suo nome e non intende parlare con nessun altro. Quando entra nella cella, Kay si trova di fronte a un uomo affetto da nanismo, ferito ma ritenuto ancora così pericoloso da trovarsi ammanettato e incatenato. Tuttavia, Oscar Bane sostiene di non essere lui l'autore del delitto e racconta a Kay una storia incredibile, secondo la quale le ferite che ha sul corpo sarebbero sì state provocate durante il delitto di Terri Bridges, la sua ragazza, ma che il responsabile sarebbe qualcun altro. Qualcuno che lo ha spiato, seguito, studiato e che infine ha aggredito lui e Terri. Sembra una storia poco credibile, e Oscar potrebbe facilmente essere uno psicopatico, ma le torture e le mutilazioni che Terri ha subito sono altrettanto al limite dell'incredibile. E poco dopo, un nuovo terribile omicidio viene commesso. Così, assieme allo psicologo forense Benton, da poco suo marito, e Lucy, la nipote anch'essa trasferitasi a New York, Kay comincia un'indagine che attraversa le strade della città e le pieghe più buie di Internet, per scoprire che l'omicida potrebbe essere in realtà molto più vicino di quanto creda. Patricia Cornwell ritorna con una nuova indagine che scava nelle più profonde oscurità umane.

-"Maleficus" di Locatelli Emma (ed. Piemme, 22.00€): Nel terribile inverno del 1659, Satana sembra aver scelto come dimora Malzieu, uno sperduto villaggio delle Ardenne. Cadaveri di ragazzine affiorano dalla neve e una giovane vedova viene assalita da spaventose convulsioni. Per padre Jerome è opera del Demonio, tanto più che la donna accusa il cognato Mathias Vigneules di averla stregata. Quando a indagare viene chiamato il feroce inquisitore di giustizia Pierre Bossuat, per Mathias comincia una lenta discesa nell'incubo. Ma inaspettatamente Melchior Percheval, un avvocato di fama dalla mente lucida, giunge dalla città per difenderlo. Cosa induce Percheval a rischiare la carriera per uno sconosciuto? Quali inconfessabili demoni, ben più concreti di quelli paventati da Bossuat, nasconde la sua scelta? Mentre Percheval fa i conti con il proprio passato, in paese la scia di morte si allunga. Convinto di fronteggiare una dilagante infezione demoniaca, l'inquisitore si appresta a compiere una spietata purificazione collettiva. Per l'avvocato, invece, ad agire nell'ombra sfruttando la credulità generale è uno spirito malvagio ma del tutto umano. Sullo sfondo dell'eterna lotta tra ragione e fanatismo, Percheval e l'amico medico Estienne mettono a repentaglio le loro vite in una corsa contro il tempo per scoprire la verità e impedire che altro sangue innocente venga versato.

-"Indesiderata" di Ohlsson Kristina (ed. Piemme, 18.00€): Sul treno, stracolmo di passeggeri, che va da Goteborg a Stoccolma, in una piovosa giornata estiva, viaggiano una mamma e una bambina. Poco prima di giungere a destinazione, il treno si ferma per un problema tecnico e la mamma scende per informarsi sulle ragioni di quell'improvviso arresto, lasciando nella carrozza la sua piccola, addormentata. Un'imprudenza, perché il treno riparte e, all'arrivo, della bambina non c'è più traccia. A quanto pare, nessuno ha visto nulla e, dopo molte ricerche, non c'è che una conclusione: la bambina è stata rapita. Ma da chi? E perché? Le indagini, affidate all'ispettore Alex Recht, coadiuvato da Fredrika Bergman, una giovane analista investigativa che affianca il lavoro della polizia nei casi più complessi, si orientano, all'inizio, sul padre della bambina, un uomo violento e geloso, da cui la moglie si era separata in modo traumatico. Ma quando il cadavere della piccola viene ritrovato nel parcheggio di un ospedale, il caso si trasforma in un incubo. La bambina ha la testa rasata e, sulla fronte, una scritta: indesiderata. Alex e Fredrika capiscono di avere a che fare con un pericoloso psicopatico che potrebbe essere già in cerca della prossima vittima.

-"L'ottavo arcano" di Kate Mosse (ed. economica Piemme, 12.00€): Francia, 1891 - Léonie Vernier, una ragazza di diciassette anni, e suo fratello Anatole fuggono da Parigi per rifugiarsi a Domaine de la Cade, una tenuta di famiglia a pochi chilometri da Carcassonne. Ma nei boschi che circondano la casa, Léonie scopre un antico sepolcro abbandonato. C'è qualcosa in quel luogo che la turba profondamente e Léonie decide di andare a fondo nei segreti della famiglia. Ciò che emerge pian piano è una storia terribile di mistero e di sangue, legata a un mazzo di tarocchi dotato di strani poteri. Francia, 2007 - Mentre svolge delle ricerche sulla vita del compositore Claude Debussy nell'apparente tranquillità della campagna ai piedi dei Pirenei, Meredith Martin incappa nelle tracce del suo passato. Sono esili, poca cosa, una fotografia ingiallita e una pagina con una melodia, ma la conducono quasi irresistibilmente a scoprire il legame con le vicende svoltesi nella stessa zona un secolo prima: la storia di un amore tragico, di una ragazza scomparsa, di un'anima inquieta, e dei tragici eventi di una notte fatale. GIUDIZIO: *** 1/2

-"La meravigliosa vita delle single" di Lloyd Webber Imogen (ed. economica Piemme, 10.00€): Una verità dovrebbe essere universalmente riconosciuta: una ragazza single può godere della più meravigliosa delle vite. A differenza di famose single di celluloide che si struggono sognando di fuggire su un cavallo bianco con i loro Mr Darcy e Mr Big, Imogen ci racconta innanzitutto come sfruttare al massimo la nutrita gamma di vantaggi che lo status di single comporta, e che a tutti gli altri sono preclusi. Perché, che sia uno stato d'animo o una condizione temporanea, singletudine dovrebbe far rima con beatitudine. Arredarsi la casa come si vuole, decidere di andare in vacanza quando se ne ha voglia e non quando il complicato tetris degli impegni di tutti lo consente, potersi dedicare del tempo, stare davanti alla tv con la maschera ai cetrioli sul viso, vedere e sentire gli amici quando si vuole e chiudere la porta al mondo quando si ha la luna di traverso, sono piaceri senza prezzo, che gli accoppiati (e gli scoppiati) vi invidiano senza poterlo confessare. Inoltre, che non ci sia un uomo nel vostro salotto, non vuoi dire che non ci debba essere in camera da letto. Ironico, utile e deliziosamente esplicito, un libro per capire che essere single non è una verità da sussurrare, ma una condizione potenzialmente MOLTO divertente.

 

14 luglio

-"Il Solista" di Steve Lopez (ed. Rizzoli, 18.00€): Tra gli spacciatori e le prostitute, gli accattoni e i tossici di Skid Row, la zona più degradata di Los Angeles, vive Nathaniel, un vecchio di colore che ogni giorno suona un violino scordato di fronte alla statua di Beethoven. È pazzo, delira, ma il suo prodigioso talento musicale attira l'attenzione del reporter investigativo Steve Lopez, che con pazienza e puntiglio resta ad ascoltarne le frasi sconnesse per ricostruire la sua storia. Emerge così il passato tortuoso di una grande promessa della musica che trent'anni prima aveva abbandonato la più celebre accademia musicale americana, la Juilliard School, e insieme la famiglia per seguire i fantasmi della sua schizofrenia fino a perdere il senso della realtà. La vicenda, pubblicata a puntate sul giornale, commuove l'intera città che si mobilita per restituire a Nathaniel il suo sogno e la sua dignità.
Da questo libro è stato tratto il film omonimo con Jamie Fox e Robert Downey J. e diretto da Joe Wright.

-"La colpa di Bourne" di Robert Ludlum e Eric Van Lustbader (ed. economica Rizzoli, 10.80€): La mente dì Jason Bourne, sconvolta dall'amnesia e dalle tragedie familiari, è attraversata da un nuovo incubo: una donna che muore tra le sue braccia. È un ricordo riemerso dal passato? È lui il colpevole dì quella morte? Mentre cerca di scoprire la verità, Bourne deve fare i conti con una nuova perdita: l'unico amico che gli è rimasto, Martin Lindros, vicedirettore della Central Intelligence, è scomparso durante un'azione in Etiopia sulle tracce di un traffico di uranio. Durante la missione per ritrovarlo, Bourne scoprirà di essere lui stesso una pedina dell'intrigo ordito da una cellula islamica con ramificazioni in tutto il mondo e un solo obiettivo: colpire l'America al cuore.

-"Il sotterraneo dei vivi" di Lincoln Child e Douglas Preston (ed. economica Rizzoli, 9.80€): Quando un giornalista del "New York Times", William Smithback, viene brutalmente assassinato, il tenente della polizia Vincent D'Agosta chiede l'aiuto dell'agente dell'Fbi Aloysius Pendergast. Entrambi erano amici della vittima e sono decisi a fare di tutto per scoprire l'assassino, ma restano sbigottiti nell'apprendere che, stando alle prove, l'omicida è un vicino di casa morto da dieci giorni. E quando la moglie di Smithback viene aggredita da una specie di zombie con le fattezze del marito, sul caso si allunga l'ombra inquietante del sovrannaturale e della magia nera. Gli indizi portano alla villa dove ha sede una setta dedita a pratiche voodoo, sulla quale Smithback stava indagando. E sarà proprio nei sotterranei della villa che D'Agosta e Pendergast dovranno cercare la soluzione del mistero, e lottare per difendersi dal più temibile dei nemici.

-"Memory" di Nicci French (ed. economica Rizzoli, 9.80€):  Durante una festa di famiglia nella campagna inglese, viene scoperto per caso uno scheletro sepolto in giardino: è quello di Natalie Martello, scomparsa appena quindicenne venticinque anni prima. La vittima era compagna di scuola di Jane, che poi aveva sposato il fratello di Natalie e sta oggi attraversando una profonda crisi coniugale. Grazie alle sedute di ipnosi con uno psicologo, affiorano in Jane immagini e ricordi rimossi che accusano il celebre romanziere Alan Martello, padre di Natalie e suocero di Jane. Ma è solo il primo dei colpi di scena che scandiscono il viaggio di Jane nella sua memoria e nella vita che ha vissuto all'ombra della famiglia Martello.



15 luglio

-"Black Friars-L'ordine della spada" di Virginia De Winter (ed. Fazi/Lain, 19.50€): Uno scenario intriso di suggestioni ancestrali che riecheggiano fra i vicoli di una città medievale, affollata di esseri pericolosi e irresistibili. Una società inquietante, rischiarata dalla luce flebile delle candele, dove imperversano sette e confraternite che contaminano l’aria con il loro influsso malefico. Questo il mondo che Eloise Weiss si trova ad affrontare… Ma cosa nasconde questa giovane discepola della scuola di medicina? Perché un vampiro potente come Ashton Blackmore chiede proprio il suo aiuto? Eloise è il punto di unione fra i due mondi, l’unica in grado di arrestare l’avanzata del caos, persino a costo di mettere a repentaglio la sua intramontabile storia d’amore. Un romanzo che fonde le tinte fantasy e quelle romantiche, trasportando i lettori in una dimensione descritta nei minimi dettagli. La prima prova di un’autrice che farà innamorare le lettrici con i suoi personaggi, autentici eroi decadenti.

-"Lady Moon" di Annette Klause Curtis (ed. Fanucci, 16.00€): Vivian Gandillon, sedici anni, non è affatto la classica ragazzina che si può incontrare a scuola tutti i giorni: è nata in una famiglia di licantropi, e ama fortemente la propria natura, al punto da assaporare ogni volta la trasformazione da essere umano a lupo. Dopo la morte del padre, che era il capo del suo clan, Vivian si sforza di vivere in un mondo di umani, mantenendo il segreto della sua famiglia. Ma non riesce a comunicare con sua madre, Esmé, completamente assorbita nei tentativi di mantenere il comando del gruppo contro le mire di Astrid, un’altra femmina che aspira ai vertici sociali del clan. Ma questa non è l’unica preoccupazione che scuote Vivian: un gruppo di mannari, che si fanno chiamare ‘I cinque’, sta mettendo a rischio la tranquillità dei licantropi passando il tempo a terrorizzare gli umani; e inoltre c’è Gabriel, un affascinante maschio Alfa che vuole prendere il posto di suo padre e insiste perché lei diventi la sua compagna. L’unione con lui sembra inevitabile, ma quando Vivian incontra Aiden, un ragazzo umano che le fa conoscere la dolcezza per la prima volta nella sua vita, tutto cambia. Il desiderio di ‘normalità’ e di una vita priva di paure si fa lentamente strada nel suo cuore, tenendola in bilico tra i due mondi, quello degli uomini e quello dei licantropi, alla ricerca della sua vera natura, che non sembra appartenere a nessuno dei due.

-"Toccata dalle tenebre" di Karen Chance (ed. Fanucci, 12.90€): Sono passati più di tre anni da quando Cassandra Palmer è riuscita a scappare dal vampiro Tony, che aveva sterminato la sua famiglia quando lei aveva appena quattro anni e l’aveva cresciuta, con lo scopo di tenere sotto controllo le sue capacità di veggente. Ma un giorno, quando rientra in ufficio dalla pausa pranzo, Cassandra trova sul desktop del suo computer un annuncio funebre: il suo. Con tanto di ora, data e circostanze della morte. Un gesto spavaldo, fatto da qualcuno che sa di non poter fallire. Cassandra decide per prima cosa di correre a casa, per assicurarsi che Tomas, il suo coinquilino, stia bene. I vampiri li attaccano entrambi, ma riescono a salvarsi, almeno per il momento. Tomas, anche lui un vampiro, scorta la sua amica al cospetto del Senato dei vampiri, dal quale i due implorano di ricevere aiuto: ma dal colloquio che ha con loro, Cassie capisce che, per qualche motivo che ancora le sfugge, c’è proprio lei al centro di una guerra sovrannaturale. Inoltre i vampiri non aiutano mai nessuno senza un tornaconto, e la ragazza si ritrova così a lavorare per uno dei senatori più temibili, Mircea, un maestro vampiro dal potere seduttivo di una pericolosità senza pari: e il prezzo che le viene richiesto da lui potrebbe rivelarsi ben più alto di quanto Cassandra desideri pagare. E mentre lentamente comincia a comprendere quale sia lo scopo del potere che ha, si accorge anche di provare un’attrazione per Mircea, anche se teme che le sue mire su di lei possano essere più sanguinolente che mai...

-"Icona" di Gary Van Haas (ed. Fanucci, 16.00€): Garth Hanson, un artista in crisi, è costretto a collaborare con uno spietato gruppo di contrabbandieri di oggetti antichi, che gli richiede una copia di una famosissima icona, dal valore inestimabile. Ma presto i malviventi scoprono che il valore di quell’oggetto va ben al di là delle pietre preziose che vi sono incastonate, finendo per essere trascinati – e portando con sé Garth – in una serie di complotti internazionali, in avventure romantiche e feroci assassinii… Sono tutti pezzi di un puzzle complicatissimo e mortale, sullo sfondo dell’isola greca di Mykonos, dove avverrà la resa dei conti tra i protagonisti, giunti lì per l’unico motivo che li accomuna: impossessarsi di quell’icona tempestata di pietre preziose, che potrebbe avere il potere di cambiare per sempre il mondo.

-"Le creature della notte"(terzo libro della serie) di Kim Harrison (ed. Fanucci, 12.90€): In tutta Cincinnati non c’è una strega più forte, sexy e incasinata di Rachel Morgan, la cacciatrice di taglie. Rachel ha già esposto a seri rischi l’amore della sua vita e la sua stessa anima nello sforzo determinato di consegnare alla giustizia le creature della notte. Tra i suoi impegni c’è quello di tenere sotto controllo il suo partner e il suo vizio di bere sangue, riuscire a mantenere un segreto mortale e non cedere a un irresistibile nuovo pretendente, anche lui un vampiro. Ma Rachel deve anche schierarsi in una guerra che sta devastando la malavita cittadina, dato che è stata proprio lei a mettere fuori gioco il vampiro che a lungo aveva retto tutti i giochi criminali. Per fare questo, dovrà scendere a patti con un demone potentissimo, e probabilmente affrontare un’eternità fatta di dolore, tormento, e umiliazioni: perché il suo oscuro ‘signore’ sta arrivando, e vuole prendere ciò che gli è dovuto...

-"Io e Glenda" di Daniel Woodrell (ed. Fanucci, 16.00€): Shuggie è un adolescente obeso, che racconta la propria storia e quella della sua famiglia, composta dalla madre Glenda e dal patrigno Red, un uomo brutale e ignorante che odia il ragazzo ma lo usa nei suoi furti di medicine e di qualsiasi altra cosa che possa poi rivendere. Glenda tira avanti occupandosi del cimitero locale e passa il tempo cercando di distrarre Red da suo figlio, che lei invece adora: lo chiama Sweet Mister e non fa che promettergli che prima o poi avranno una vita migliore. Ma quando un giorno Glenda vede una Thunderbird verde coi sedili di pelle e il suo giovane guidatore, Jimmy Vin Pearce, si innesca una catena di eventi che potrebbe generare solo dolore e sangue... così la donna deve tenere segreta la sua infatuazione per i soldi e i bei vestiti di Jimmy Vin, mentre lei e suo figlio sognano di scappare dalla loro vita d’inferno per trovarne una priva della violenza che hanno conosciuto finora.

-"In terra ostile" di Philip K. Dick (ed. Fanucci, 17.00€): Bruce Stevens è un commesso viaggiatore di Boise, nell’Idaho, che si muove tra la sua città, San Francisco, e altre tappe lungo la costa orientale. Guida per chilometri, coprendo una distanza che, poco a poco, nelle ore passate da solo al volante della sua auto, diventa una sorta di viaggio della mente, una riflessione su un’esistenza che gli appare sempre più vuota e insignificante. Un giorno, inaspettatamente, Bruce ritrova Susan Faine, una donna più grande di lui che un tempo era stata una sua insegnante e che gli propone di gestire il suo negozio di macchine da scrivere. In brevissimo tempo, i due si innamorano e decidono di sposarsi: ma Bruce non sa che ha sconfinato nel territorio di Milton Lumky, e non solo per quanto riguarda le forniture di materiali, ma anche per la donna che ha scelto.

-"L'anello dei Borgia" di Michael White (ed. Newton Compton, 14.90€): A Londra, durante i lavori di ristrutturazione di un antico palazzo della City, viene rinvenuto uno scheletro. Potrebbe essere appartenuto a chiunque, ma un indizio fa pensare che si tratti di una scoperta eccezionale: sull’indice della mano destra brilla un anello d’oro con un magnifico smeraldo… Intanto, al commissariato di polizia di Brick Lane, l’ispettore Pendragon è alle prese con un caso di omicidio. Un crimine sanguinoso e spietato, apparentemente inspiegabile, a cui ne seguiranno altri, altrettanto efferati. E mentre Pendragon segue le tracce di un assassino inafferrabile, si fa sempre più chiaro che esiste un legame con quel misterioso anello. Quali indicibili segreti custodisce? Tutte le ipotesi portano a una ragnatela di misteri, intrighi e congiure che cinquecento anni fa avvolse i vicoli della Londra elisabettiana… E sulla città cala l’ombra spettrale di una potentissima famiglia rinascimentale la cui sanguinaria ferocia divenne leggenda: i Borgia.

-"Il mio matrimonio combinato" di Elizabeth Eslami (ed. Newton Compton, 14.90€): Jasmine è cresciuta in America, ma è sempre stata incuriosita dal suo enigmatico padre, un iraniano dal passato misterioso che ha sposato un’americana rigida e compassata. Ora, dopo una crisi profonda che l’ha portata ad abbandonare il college a un passo dalla laurea, Jasmine è costretta a tornare a casa dai suoi per confrontarsi con la sua strana famiglia e con il proprio, nebuloso, futuro. Tormentata e disillusa, la ragazza non sa proprio immaginare quale direzione prenderà la sua vita... Il padre invece un’idea sembra averla, e anche molto precisa: con l’inaspettata complicità della madre, intende organizzare per la figlia un hastegar, un matrimonio combinato. In un primo momento Jasmine non prende sul serio il progetto dei genitori, almeno fino a quando non iniziano a farsi avanti i pretendenti... Confusa, contrariata e incuriosita al tempo stesso, Jasmine a poco a poco scoprirà la verità sul padre e su una figura ancora più enigmatica: se stessa.


-"I diari della mezzanotte"(l'intera trilogia in un unico volume) di Scott Westerfeld (ed.economica Newton Compton, 9.90€): Allo scoccare della mezzanotte, dalle pieghe del tempo nasce un’altra ora, in cui il mondo si congela, le normali leggi fisiche vengono sospese, e creature letali tornano da un passato antichissimo, di nuovo in caccia, di nuovo affamate. Solo chi è nato a mezzanotte in punto, come Jessica e i suoi amici, può muoversi nell’ora segreta. Per quei sessanta minuti, ogni giorno, il mondo si colora di una spettrale luce blu e tutti gli esseri umani si paralizzano, tranne loro. E i difetti per cui a scuola gli altri studenti li prendono in giro si trasformano in incredibili doni: Rex acquista una vista speciale, Melissa legge nel pensiero, Dess forgia armi mortali, e Jonathan sa volare. Ma anche Jessica ha un dono. E proprio per questo le creature della mezzanotte cercano così disperatamente di ucciderla. I diari della mezzanotte è una saga da leggere tutta d’un fiato, quando calano le ombre della notte. Un mondo fantastico che colora di blu il grigio della vita quotidiana, un universo magico in cui gli incubi possono diventare realtà.

-"Solomon Kane" di Robert E. Howard (ed. Newton Compton Pocket, 4.90€): Solomon Kane è uno dei personaggi più straordinari creati da Robert Ervin Howard, l’autore del ciclo di Conan il barbaro. Spadaccino inglese, sorretto da una fede incrollabile e da un coraggio eccezionale, Kane si cimenta in avventure fantastiche contro le Forze del Male, tra civiltà perdute, creature diaboliche e mostri di ogni genere. Ambientate alla fine del XVI secolo, le sedici opere qui raccolte (racconti, alcuni dei quali pubblicati postumi, poesie, frammenti, da Teschi sulle stelle a Solomon Kane ritorna a casa) collocano le sfide di un eroe cupo e glaciale sullo sfondo di un’epoca di violenza, miseria, sfruttamento e lotte religiose. Da questo ciclo è stato tratto il film diretto da Michael J. Bassett e interpretato da James Purefoy, Max Von Sydow, Rachel Hurd-Wood e Pete Postlethwaite.



-"La regina maledetta" di Jeanne Kalogridis (ed. Longanesi, 19.60€): Caterina de’ Medici è una delle regine più calunniate della storia. Nel suo ultimo romanzo, Jeanne Kalogridis racconta la storia di una ragazza dolce, destinata a diventare una pedina nei machiavellici giochi di corte. Figlia della famiglia più potente di Firenze, Caterina rimane orfana in tenera età e a quattordici anni viene data in sposa a Enrico II di Francia. Ma la vita alla corte di Francia si rivela molto difficile per la giovane regina. Oscurata dall’amante del marito, la splendida Diana di Poitiers, Caterina fa ricorso alla arti oscure della stregoneria per riconquistare l’amore di Enrico e riuscire ad avere quei figli che sembrano non voler arrivare… Su uno sfondo storico perfettamente ricostruito, Jeanne Kalogridis ci regala l’avvincente ritratto di una donna forte e desiderosa di felicità.

-"La figlia della notte" di Laura Gallego (autrice di "Due candele per il diavolo") (ed. Sei, 13.00€): La vita tranquilla e pettegola di Beaufort, piccolo paese della provincia francese, viene scossa dal ritorno della giovane ed enigmatica Isabelle: partita senza una lira in tasca, ora compra l’antica e abbandonata villa Grisard, dove si stabilisce con un mastodontico domestico muto. Poco dopo, avviene un fatto inspiegabile: il contadino Henry Morillon trova morta una delle sue vacche, completamente dissanguata. Poi, un urlo nella notte. Il mistero che circonda questi fatti si va complicando, e gli abitanti del paese sono sempre più impauriti e sospettosi. Il gendarme del paese, Max, comincia a investigare. Ma è il giovane Jerome, un ragazzino, che intuisce gli intrecci che tengono insieme gli ambigui segreti della storia.

-"Oltre le apparenze" di Kathryn Fox (ed. Leggereditore, 10.00€): Due sorelle aggredite nella loro stessa casa. Solo una riesce a salvarsi, ma dovrà rivivere l’inferno al quale è scampata per permettere alla giustizia di fare il suo corso... La ragazza viene trovata in fin di vita sul ciglio della strada, la gola tagliata profondamente. E mentre ancora lotta tra la vita e la morte, la dottoressa Anya Crichton, medico legale incaricata di indagare sul caso, esamina le prove a sua disposizione. Tutte sembrano portare a tre fratelli, gli Harbourn, dei noti criminali non certo nuovi a episodi del genere e famosi per la loro abilità nell’eludere la legge. Anya ha già avuto modo di conoscerli, e sa bene che nemico ha di fronte, ma non si sarebbe mai aspettata di rischiare la sua stessa vita, oltre a quella dei suoi collaboratori e dei testimoni, che vengono uccisi o scompaiono. Ma non può lasciarsi fermare dalla paura, anche se diventerà sempre più difficile mantenere la calma di fronte all’incubo e alle terribili efferatezze che vengono portate alla luce scavando nelle azioni dei tre uomini, pronti a tutto pur di sottrarsi alla giustizia... Un romanzo avvincente, imprevedibile fino all’ultima pagina, tra criminali spietati e una protagonista credibile e ben delineata, che sarà amata non solo dagli appassionati di crime stories, ma anche dai lettori più esigenti, per il realismo delle situazioni e delle indagini scientifiche.

-"Anatomia di un delitto" di Jefferson Bass (ed. economica TEA, 8.90€): Il dottor Bill Brockton, creatore della "Fabbrica dei corpi", è al lavoro su un nuovo, inquietante caso: sulle montagne intorno a Chattanooga, nel Tennessee, è stato infatti ritrovato il cadavere di un uomo vestito con abiti femminili. Il delitto è particolarmente efferato, però, grazie allo stesso Brockton e a Jess Carter, l'anatomopatologa della contea di Knoxville, non si tarda a scoprire almeno l'identità della vittima: era un insegnante, Craig Willis, accusato due anni prima dello stupro di un minore e poi assolto. Il caso sembra quindi chiuso, ma, pochi giorni dopo, una macabra scoperta attende il dottor Brockton: qualcuno è penetrato nel suo "laboratorio a cielo aperto" e, nella ricostruzione della scena del delitto Willis, ha sostituito il corpo dell'uomo con quello di Jess Carter. Sconvolto, Brockton si ritrova a essere l'unico indiziato di quell'orribile omicidio sulla scorta di prove indiziarie, ma apparentemente schiaccianti. E dovrà far ricorso a tutte le sue conoscenze scientifiche per non finire dietro le sbarre... insieme con quei criminali che lui stesso ha fatto condannare.

-"Il tesoro di Ercole" di Andy McDermott (ed. economica TEA, 8.90€): Per l'archeologa Mina Wilde è l'opportunità di una vita. Dai suoi studi su antichi testi ha tratto la convinzione che esista una tomba contenente i resti del mitologico Ercole. Se riuscisse a localizzarla, si tratterebbe del ritrovamento archeologico più importante della storia. Mina e Eddie Chase, l'ex SAS guardia del corpo, ora diventato suo compagno di vita e d'avventura, partono alta ricerca della tomba di Ercole, ma appare subito chiaro che ci sono altri sulle tracce della tomba perduta e delle favolose ricchezze che potrebbe contenere. E, come se non bastasse, Chase deve anche fare i conti con una figura che compare dal suo passato. Nina e il suo compagno si trovano ben presto al centro di un'oscura cospirazione, che ha seminato corruzione lungo un filo rosso che percorre tutta la terra, dalla Svizzera a Shanghai, dal Botswana a Londra: inizia per loro una drammatica corsa contro il tempo per individuare la tomba prima che cada nelle mani sbagliate...

-"Il teschio di cristallo" di Manda Scott (ed. economica TEA, 8.90€): Un'antica profezia ha fissato la data della fine del mondo: il 12 dicembre 2012. Ma esiste un oggetto che può disinnescare il conto alla rovescia: un blocco di cristallo azzurro perfettamente scolpito a forma di teschio umano. E proprio un teschio di cristallo viene rinvenuto durante una campagna di scavo dall'archeologa Stella Cody, che scopre pure come quel reperto insolito, nel corso dei secoli, abbia viaggiato tra l'Europa e il Sud America, lasciando dietro di sé una scia di misteri irrisolti e di morte. Toccherà a Stella ricostruire la storia del teschio di cristallo e risolvere l'enigma della profezia per scongiurare la fine del mondo.

-"I falsificatori" di Bello Antoine (ed. Fazi,19.50€): Questa è la storia di un’organizzazione segreta internazionale, il CFR (“Consorzio per la Falsificazione della Realtà”), che da tempo immemore, senza che nessuno ne abbia mai sospettato l’esistenza, reinventa il reale per fini e moventi ignoti ai suoi stessi membri. Questa è la storia di cosa si nasconde dietro ad alcuni degli eventi che hanno costituito le fondamenta stesse del nostro tempo: di Laika, la cagnetta lanciata nello spazio, che non è mai esistita; di Cristoforo Colombo, che non hai mai scoperto l’America; dei “presunti” archivi della Stasi; del crollo delle Torri Gemelle, e di una guerra in Medio Oriente giustificata da una montagna di menzogne. Questa è la storia di un gruppo di infiltrati geniali che, un giorno dopo l’altro, hanno stabilito le coordinate della tua vita, i tuoi punti di riferimento, le tue idiosincrasie, le tue certezze. Perché il tuo tempo, così come il tempo di chi ti ha preceduto, è opera loro. Ed è la storia di un giovane uomo, ingaggiato dal CFR, che tenterà di comprendere per chi o cosa in realtà lavori. Narrazione vertiginosa e paranoica, opera d’avventura, di spionaggio e d’attualità insieme, “I falsificatori” catalizza le ossessioni di Borges, Dick e Le Carré in un thriller nel quale, dietro la riflessione sull’informazione e la rappresentazione del mondo, si staglia l’ombra di uno scrittore-demiurgo che ci conduce dove vuole, qualunque sia lo scenario descritto. E noi gli crediamo sempre, anche quando non vorremmo. Perché, in quello che egli ci racconta, l’illusione di realtà è tale da darci un brivido, e la memoria di un dubbio o di un sospetto che abbiamo nutrito un tempo, poi dimenticato, e che solo ora trova finalmente un nome.

-"Il lago di Venere" di Domizia Yankov (ed. Fazi, 17.50€): Agosto 1993, Pantelleria: un uomo scompare in circostanze misteriose. La trama del racconto si concentra in un mese, all’interno della piccola comunità di Bugeber, a pochi chilometri dal capoluogo dell’isola. Una manciata di case su una collina che si affacciano sul Lago di Venere, scenario di straordinaria bellezza, dove Nullo – il giornalista milanese scomparso – ha affittato il “dammuso” in cui ha vissuto l’ultimo anno. Ma il lago, saturo di odori intensi e colori smaglianti, è in realtà una pozza sulfurea e melmosa dove affondano cadaveri e misteri e i “dammusi”, antiche costruzioni trasformate in villette, si rivelano un nascondiglio ideale per tessere complotti. Alla sparizione di Nullo si intreccia una catena di delitti che sembra non terminare mai, fino a quando arriva sull’isola un investigatore privato, Martin Mandara, amico d’infanzia di Nullo ed ex poliziotto delle squadre antimafia. Sicilia come metafora, scriveva Sciascia. E in questo romanzo d’esordio, Domizia Yankov ricorre spesso al linguaggio simbolico non come mero espediente narrativo, ma per cercare di dare una risposta ai tanti enigmi irrisolti di quel tragico periodo. Difficile collocare entro gli angusti confini di un genere letterario la materia incandescente di questo libro. Realistico e insieme visionario, il racconto attraversa l’orrore delle stragi e l’eco degli scandali di quel difficile anno, gli eventi politici e i destini privati che si intrecciano tra la mafia e lo Stato. Ad alleggerire la carica di realismo, l’autrice riprende con linguaggio divertito gli schemi del giallo classico americano, da Chandler a Simenon, da P. D. James a Patricia Cornwell, senza però intaccare la credibilità dell’impianto generale; perché nonostante le bombe e i morti, “la situazione è tragica ma non seria”.

-"Mango curry e souvenirs" di Yasmin Alibhai-Brown (ed. Neri Pozza, 20.00€): Questa è la meravigliosa storia di una famiglia indiana che, tra mille migrazioni, conflitti e turbamenti, ha un solo modo per ricordare le proprie radici: prendere una pentola e dare una festa che sappia e profumi di casa. Gli Alibhai lasciano l'India nel XIX secolo. Attraversano i mari fino alla costa orientale dell' Africa. Vanno a costruire ferrovie, attratti dalla possibile prosperità sotto il regime imperiale. E infatti sotto l'Impero britannico e successivamente nell'Uganda indipendente, diventano una ricca e prospera famiglia. Nel 1972, però, Idi Amin, sadico nazionalista nero, decide di bandire tutti gli asiatici dall'Uganda. Gli Alibhai lasciano Kampala e si trasferiscono in Gran Bretagna. Portano con loro le testimonianze e i ricordi di un paio di secoli, racchiusi soprattutto nel ricettario di famiglia che, più di qualsiasi altra cosa, racchiude le migrazioni del clan e la straordinaria capacità di attingere al meglio della cucina indiana, africana ed europea. Un'eredità culinaria tramandata di generazione in generazione, arricchita, modificata e migliorata con il passare del tempo. Un'eredità in cui si scopre via via che il pasticcio di carne è valorizzato da un pizzico di peperoncino, la torta paradiso è ravvivata da zafferano e succo di lime, e un po' di ketchup aggiunto al curry può cambiare davvero la vita. Seguendo il lungo viaggio degli indiani dell'Africa orientale attraverso carestie, persecuzioni e sconvolgimenti, Mango, curry e souvenirs è un'originale, incantevole ed evocativa storia culturale e culinaria di un popolo ricco di grandi tradizioni e di memorie condivise. Nel libro sono contenute naturalmente le ricette principali che gli Alibhai si trasmettono da generazioni.

-"Conversazioni private" di Ingmar Bergman (ed. Garzanti, 15.60€): E' il racconto di un adulterio, quello di Anna, che dopo essersi sposata per amore, contro la volontà della propria famiglia inizia una relazione con un giovane studente di teologia. A spingerla tra le braccia di Tomas è una passione inattesa ma travolgente, che la riscuote dal torpore e dalla gabbia del matrimonio. Attraverso degli incontri, con un vecchio amico e confidente come padre Jacob, con suo marito, con il pastore Henrik, con sua madre, con Tomas, Anna mette a nudo la sua anima.

-"La città che era" di Tom Piazza (ed. Tropea, 17.50€): Fine agosto 2005: la vita di New Orleans e dei suoi abitanti sta per essere squassata dalla furia distruttrice dell'uragano Katrina. Due famiglie, diversissime per estrazione sociale e condizioni economiche cercano di fronteggiare l'imminente disastro. SJ Williams, falegname afroamericano e vedovo, vive e lavora nel quartiere in cui è nato e cresciuto - il Lower Ninth Ward, la baraccopoli, sorta sotto il livello del Mississipi, che sarà completamente devastata dalla furia delle acque. Conduce una vita incerta, dividendosi tra l'assistenza alla sorella mentalmente instabile e la preoccupazione per il figlio che cerca in tutti i modi di togliere dalla strada. Craig Donaldson, bianco, originario del Midwest, è redattore di un giornale locale radical; innamorato della città in cui ha scelto di vivere, deve però fare i conti con un matrimonio sull'orlo del fallimento e il malessere della compagna Alice, sempre più insofferente verso una città che non ha mai sentito sua. La fatidica notte del 29 agosto, mentre i Donaldson si allontanano, lentamente e forse per sempre, da New Orleans, incolonnati su una delle direttrici indicate dall'improvvisato piano di evacuazione, i Williams cercano disperatamente di ricongiungersi tra l'inferno del Centro di raccolta e il soffocante Superdome.

12 commenti:

  1. CHE SETTIMANA!!!
    MA, IO PRENDO DI SICURO TOCCATA DALLE TENEBRE!!
    CAVOLO!! SOLOMON KANE HO VISTO IL TRAILER DEL FILM...LO PRENDO SICURO!! GLI ALTRI LI RECUPERO POI.
    M.DARKO

    RispondiElimina
  2. sì un giovedì così carico di uscite era da un che non lo vedevo!!io devo rimandare gli acquisti alla prossima settimana se no addio studio!!!!che tentazione però quel black friars....riuscirò a resistere??!

    RispondiElimina
  3. compralo e tienilo sul comodino mentre studi così ti dà manforte nello studio!!
    (così poì come i vampiri puoi dire: black friars adesso è MIOOOO!!)XDD
    mi sa che oltre ai 2 sopra prenderò anche LA FIGLIA DELLA NOTTE!! -_-"
    M.DARKO

    RispondiElimina
  4. aaahh, dici male M.Darko, anzi malissimo!!!così mi tiri in tentazione perchè tra studiare un noiosissimo libro dell'università e leggere un sicuramente bel libro beh....non c'è trippa per gatti, io scelgo black friars e al diavolo l'esame.ergo: non posso proprio comprarlo.Ora vediamo quanto durerà questa mia ferma(???) decisione: giorni, ore, minuti??!
    Voglio anch'io la figlia della notte!!!!l'ho scoperto per caso e non me lo lascerò sfuggire anche se vedo e prevedo che sarà difficilino da reperire visto che la casa editrice non è tra le più famose.Però nella stessa edizione ho letto "il principe della nebbia" di zafon e "le lacrime di shiva" di non ricordo più chi ma che ho trovato eccezionale.Questi scrittori spagnoli sono una vera favola!!

    RispondiElimina
  5. Come già annunciato... Black Friars ;D
    Cam

    RispondiElimina
  6. Come già annunciato... Black Friars ;D
    Cam

    RispondiElimina
  7. io prendo sicuro sicuro la Chance e poi vedo che fare sia per Lady Moon che per Frias ma credo che attenderò maggiori commenti in merito su entrambi se non ho tempo per esaminarli da me!

    RispondiElimina
  8. Black Friars, di sicuro. E' troppo tempo che lo aspetto... Mi piacerebbe leggere molto anche Lady Moon di cui ho visto il film e La Figlia della Notte della Gallego di cui ho già letto un romanzo, carino devo dire : Due Candele per il diavolo.
    Giada

    RispondiElimina
  9. Io ho letto l'ANELLO DEI BORGIA:
    Spinta dalla trama e dalla mia passione per i thriller; ho deciso di leggere questo libro. Il romanzo non mi ha particolarmente colpito. Non che il libro sia brutto o noioso ma mi aspettavo qualcosa in più.
    L'incipit é decisamente originale e inaspettato, lo stile é scorrevole e di facile lettura.
    L'autore ha una preparazione scientifica e si vede soprattutto dalle descrizioni dei veleni e delle autopsie. Su quest'ultimo punto (compresi anche gli omicidi), le descrizioni sono estremamente dettagliate e raccapriccianti per cui se siete facilmente impressionabili, meglio essere pronti. Sinceramente é un elemento che non ho molto apprezzato perché non aveva alcuno scopo, se non quello d'impressionare il lettore (si poteva evitare, secondo me).
    Il romanzo racconta due storie contemporaneamente (l'autore passa dal passato al presente e viceversa): il modo in cui l'anello di Lucrezia Borgia arriva sino ai giorni nostri (partendo dal 1589) e gli strani omicidi che stanno avvenendo a Londra (ai giorni nostri).
    I protagonisti sono piatti e poco interessanti,l'ispettore Pendragon é un personaggio piuttosto stereotipato (per esempio, il fatto che abbia un matrimonio fallito e un passato tragico). Per quanto riguarda la descrizione delle donne mi ha colpito il fatto che l'autore parla spesso di occhi GRANDI.
    Interessante la ricostruzione ambientale della Londra elisabettiana e la presenza di personaggi realmente esistiti. L'autore é riuscito ad unire un puntuale affresco storico a una trama poliziesca. Naturalmente non manca il risvolto romantico ma é decisamente molto marginale.
    E' vero che in alcuni punti la trama é un pò prevedibile ma resta, comunque, una piacevole lettura (anche se un pò macabra). Senza troppe pretese e con qualche colpo di scena inaspettato.

    RispondiElimina
  10. Lady!!ma grazie per la tua bellissima recensione che ha reso alla perfezione come sia questo libro.
    in effetti devo dire che il libro mi ispira ma neanche troppo alla fin fine...direi che dopo il tuo commento posso benissimo soprassedere...
    hahaha, gli occhi GRANDI! :DD

    RispondiElimina
  11. friars!!!
    ho letto i capitoli e li ho trovati accattivanti!!!
    non vedo l'ora di leggerlo!!!
    L4ever

    RispondiElimina
  12. I would like to exchange links with your site www.blogger.com
    Is this possible?

    RispondiElimina